Cara Elisabetta, grazie di esistere

Lettera alla regina d'Inghilterra in occasione di The Crown, la serie Netflix dedicata ai sessant'anni di regno: finalmente un'eroina vera

Più Popolare

Cara Elisabettagrazie di esistere, sua maestà.

Dal vivo, per le numerose ragioni che abbiamo passato gli ultimi mesi a elencare – 90 anni di vita, 60 di regno, due guerre mondiali, cinque pronipoti e un Twitter – e adesso anche in televisione: «Un altro esempio della velocità alla quale le cose cambiano intorno a noi», dicevi nel primo discorso di Natale trasmesso in diretta dalla libreria di casa tua a Sandringham. Era il 1957, e pensavi non fosse possibile concedere ai sudditi più confidenza di così.

Advertisement - Continue Reading Below

Dal 4 novembre è disponibile su Netflix – una diavoleria di sceneggiati su richiesta – The Crown, la serie che racconta (per ora, ma sono previste sei stagioni) i primi dieci anni di regno come fosse una saga familiare. «Toglieremo la maschera alla famiglia reale: li vedrete umani e vulnerabili», ha promesso Matt Smith (quello che fa il principe Filippo). Dicono che da Buckingham Palace abbiate manifestato una qual preoccupata curiosità, e che la produzione abbia provato a ottenere una benedizione ufficiale, ma figuriamoci. Dicono pure che guardavi Downton Abbey segnando tutti gli errori storici, quindi forse i più preoccupati sono loro.

Più Popolare

In ogni caso: grazie, Betty. Finalmente una serie che racconta le avventure di una supereroina autentica. Sono tempi televisivamente disperanti: siccome da anni ci ripetono che è questa l'arte della contemporaneità; siccome tutti sono convinti di essere titolati alla critica sociale; siccome abbiamo smesso di andare al cinema – con questa pioggia, poi – ma non di volerci sentire intelligenti, ci toccano soltanto storie densissime e cupissime e con almeno mezza dozzina di livelli di lettura. Di quelle che se non ti piacciano è perché non le capisci (in The Walking Dead i veri mostri sono gli uomini? Rivoluzionario!). Di quelle che se ti appisoli due volte di seguito sei persa per sempre (infatti io Westworld lo guardo solo di mattina). Di quelle che le sceneggiature audaci si riconoscono dal numero di morti ammazzati (e no, Il trono di spade non è un volgare fantasy: ci sono i draghi, ma vuoi mettere la dinamica politica). Zang-tumb-zang-tuuum-tuuumb. Splat.

Non voglio dirvi come sarà questo The Crown. Ma certo come come non sarà: niente apocalissi, niente replicanti, niente draghi. Niente attoroni di Hollywood venuti a riscuotere la candidatura agli Emmy. Mi aspetto cani, cavalli, moltissimi gioielli, e un numero precocemente diagnosticabile di morti e feriti. Niente distopie, qualche parata. E soprattutto: nessun mistero, vinci sempre tu. I finali a sorpresa sono per chi ha svolgimenti senza fantasia.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo