Putin, il padrone del vapore

Spadroneggia in Medio Oriente: fra i capi sulla scena politica non ce n'è uno come lo Zar, sarà lui la grande sfida per Hillary Clinton​, se conquisterà la Casa bianca

Un ex ufficiale del Kgb che piace da impazzire a tutte le destre d'Occidente. È Vladimir Putin, il leader della più grande «democratura» del mondo, neologismo che indica gli Stati autoritari dove la democrazia è la facciata, la dittatura la sostanza. La Russia spadroneggia in Medio Oriente: ad Aleppo, al fianco di Assad, bombarda i ribelli facendo strage della popolazione civile, mentre la sua intelligence sorveglia da vicino l'offensiva contro Mosul, la capitale del califfato nero dell'Isis in Iraq. 

Advertisement - Continue Reading Below

Fra i capi sulla scena, non ce n'è uno come Putin. Obama incarna la figura del presidente riluttante, contrario a ogni avventurismo bellico. Quanto ai presidenti europei, non si può certo dire che la Merkel, Hollande o Juncker abbiano un'immagine tonica e volitiva. In aggiunta, hanno un'opinione pubblica e dei parlamenti ai quali rendere conto. Lo Zar no, e per questo sta vivendo il suo momento d'oro. 

Più Popolare

Mentre in Medio Oriente i suoi jet bombardano città e ospedali, hacker professionisti addestrati a Mosca sono riusciti a svelare le mail segrete
di Hillary Clinton al fine di screditarla agli occhi degli elettori americani e avvantaggiare Donald Trump, amico
del Cremlino. Nel frattempo, in Siria sono morti sotto le bombe 5.200 bambini e nessuno sa come fermare il massacro. 

Putin appare sempre più il padrone del vapore, colui che distribuisce le carte. Sa bene che nell'Europa impaurita dalle ritorsioni energetiche nessuno avrà il coraggio di realizzare un vero embargo contro Mosca. E che le democrazie, oggi, trascorrono la maggior parte del tempo amleticamente davanti allo specchio. Sarà lo Zar la grande sfida per Hillary Clinton, se conquisterà la Casa Bianca.

More from Gioia!:
milano-zucchero-e-catrame-mi-sono-perso-al-cimitero-monumentale
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, non fate i superstiziosi
Da quando a Milano mi sono sentito dire spesso di andare a vedere il Cimitero Monumentale, e alla fine ho seguito il consiglio
Firme
CONDIVIDI
Terroristi per caso, da Parigi a Londra
L'attacco al Parlamento di Londra del 22 marzo è stato l'ultimo attentato che ha sconvolto l'Europa, ma prima c'era stato l'aeroporto d'Orly
Firme
CONDIVIDI
Bullo è una parola che fa ridere
È tempo di chiamare le cose con il loro nome: i bulli bulli, chi compie atti gravi che violano corpi e identità, invece, criminali
Kristen Stewart, famosa per un certo approccio annoiato ai red carpet, sostiene di essere timida
Firme
CONDIVIDI
Kristen, hai il permesso di non sorridere
In nome e per conto di tutte quelle che non vogliono essere simpatiche, vogliono essere lasciate in pace
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, ho conosciuto un artista
Potete chiamarlo anche artigiano o visionario: Fabrizio è una persona che smonta oggetti o li recupera per costruirne altri. Bellissimi
Firme
CONDIVIDI
«La mia ragazza vuole sapere se sono bisessuale»
«Io tutta questa ansia della definizione non la capisco», perché tu cogli l'essenza dell'amore: volere quella persona e nessun'altra, come...
Firme
CONDIVIDI
Il video virale del professore e la (finta) colf
Il video con l'intervista all'esperto Robert Kelly è un bel test su come gli stereotipi ci portino quasi sempre fuori strada
Firme
CONDIVIDI
Se vuoi ingrassare, cercati un colpevole
È una strategia di sopravvivenza: la gente non vuole che tu ammetta serenamente i tuoi limiti, la gente vuole che te ne scusi
Firme
CONDIVIDI
Se sfoghi nel cibo il tuo male di vivere
Alle bambine vorrei ricordare che i protagonisti dei film più belli non sono i vincenti, ma i goffi che ancora non sanno di essere speciali
Firme
CONDIVIDI
«Lui è attraente e la gelosia mi consuma»
Una donna si immagina che il marito si innamori di tutte: «Lui mi dice che così rovino il nostro rapporto», attenzione all'orgoglio