Referendum costituzionale, una grande occasione persa

Si spendono enormi quantità di tempo ed energia politica per sostenere il sì o il no alla riforma costituzionale e nessuno parla più dei veri problemi degli italiani

Più lo scontro sul referendum costituzionale s'infuoca, più mi convinco che sia un peccato che tutta questa energia politica e questo tempo spesi in tour propagandistici e sfide televisive non siano utilizzati per progetti più importanti. Fateci caso: viviamo mesi sospesi, nei quali la battaglia per un sì o per
un no ha non solo monopolizzato l'opinione pubblica, ma congelato ogni altro tipo di dibattito politico. Perfino la Legge di stabilità, ormai nella fase finale, sembra languire sullo sfondo. 

Advertisement - Continue Reading Below

A prescindere da come si decida di votare, a me questo scontro infinito sul referendum pare soprattutto una grande occasione persa. Con la crescita economica a zero e una disoccupazione giovanile spaventosa – nel sud non lavora quasi un giovane su due – vorrei che nel mio Paese ci si accapigliasse su come e dove ridurre drasticamente il peso delle tasse, investire nella ricerca, avere una giustizia più veloce, tagliare gli sprechi e le spese improduttive. Per non parlare poi del sistema dell'accoglienza al collasso, dell'allarme terrorismo sempre alto e delle tante emergenze belliche che ci vedono coinvolti, dalla Libia all'Iraq. 

Più Popolare

Problemi giganteschi che rischiano di lasciare l'Italia indietro, ruota di scorta fra le potenze occidentali. Ma i capi partito e i loro sottoposti, affetti dalla consueta miopia, si scannano sul voto del 4 dicembre 2016. Che non ci porterà, nell'un caso o nell'altro, più occupazione, sicurezza e legalità. Vista dalla trincea dell'italiano medio che si sbatte per conservare il lavoro e arrivare a fine mese, del piccolo imprenditore che prova a pagare le tasse e non licenziare o dell'insegnante malpagato di una scuola pubblica fatiscente, la sfida sì-no sembra soprattutto una resa dei conti, l'ennesima occasione sprecata. L'ultima prova di immaturità dei politici italiani. 

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo