Trattative di coppia: il braccio di ferro con il partner

​Nella serie tv Master of none si fa sesso orale in cambio di attività domestiche. Ma se è il commercialista a essere inadempiente?

Più Popolare

In una serie americana sulle vite sentimentali dei trentenni, Master of none (nella foto una scena dello show di Netflix, ndr), ho scoperto la trattativa. Lei è molto disordinata, lui è un gran precisetti: la convivenza è tutta uno sbuffo sulla questione del mettere a posto. La trattativa stabilisce che chi dei due lascerà i vestiti sul pavimento dovrà all'altro una sessione di sesso orale. Tra le altre cose, la scena ha il merito di ristabilire una verità troppo a lungo nascosta sotto strati di simulazione. Dopo decenni di bugie e di donne e uomini pronti a giurare che a loro piace moltissimo farlo, è proprio una cosa che non vedono l'ora di concedere, Master of none dà infine all'infilarsi altrui genitali in bocca un senso più plausibile: quello di pegno per una scommessa perduta.

Advertisement - Continue Reading Below

Nella tradizione narrativa, funziona al contrario: il marito non fa le cose – le più varie: portare giù l'umido, mettere in vendita la casa al mare, dire alla suocera che neanche morti a Natale andiamo da lei – e la moglie lo punisce con delle emicranie dal tempismo perfetto. Su «Stasera no, caro: ho mal di testa» sono stati costruiti volumi di barzellette e stagioni di commedia all'italiana. Oggi che il sesso ha smesso d'essere considerato una magnanima concessione delle donne agli uomini, resta però il problema di chi non fa le cose. Paola Cortellesi passa Gli ultimi saranno ultimi a dire (invano) ad Alessandro Gassmann di riparare l'antenna. C'è una scena in cui lei torna a casa, cominciano subito a litigare, e il fatto che lui si trovi in poltrona a fissare un televisore su cui c'è scritto «segnale troppo debole» non sembra una clamorosa incongruenza: siamo tutte abituate a uomini che fisserebbero una tv che non va, piuttosto che prendersi il disturbo d'aggiustarla.

Più Popolare

Io sono talmente della linea «si fa prima a far da sole che a ripetere esasperate che c'è la tal cosa da fare» che m'innervosisco anche quando sento le mie amiche chiedere sette volte al marito di fare qualcosa (credo sia una prova di forza: se fai quel che volevo venisse fatto, sebbene con settimane di ritardo e dopo molte piazzate, ho comunque vinto io). Resta però il problema di quelli che non sono mariti, e dei quali non possiamo sostituire le competenze. Ho appena mandato al commercialista una mail per ricordargli che non ha risposto all'sms con cui gli facevo presente che non s'era degnato di rispondermi sul pagamento d'una cartella esattoriale. Per quando mi deciderò a chiamarlo, la cartella sarà scaduta, e io avrò una crisi isterica. Però ho trovato la soluzione, forse; meglio del sesso orale sono gli interessi passivi: d'ora in poi, per ogni volta che devo ripetere le mie richieste a un professionista, me la prendo d'un mese più comoda nel pagargli le fatture. Poi vi dico se funziona.

More from Gioia!:
Kim Cattrall ha deciso di non partecipare alla riesumazione di Sex and the City, e quindi il terzo film della serie non si farà: sarah Jessica Parker e le altre non l'hanno presa bene.
Firme
CONDIVIDI
Cara Kim, nessuna smette quando vuole
Messaggio per l'attrice di Sex and the City: e se avere dei figli ritardasse la presa in carico della propria libertà?
Harvey Weinstein accuse stupro
Firme
CONDIVIDI
A proposito di Harvey Weinstein: quando è violenza e quando è solo vita
Se mettiamo nella categoria «stupro» chiunque ci provi e ci faccia sentire dieci minuti a disagio, prevedo l'estinzione dell'umanità
Voglio essere magra
Firme
CONDIVIDI
Io che volevo essere magra più di tutto
Ma c'è una bella differenza tra la ricerca del proprio peso forma e la fissazione per il corpo esile a tutti i costi
Ius soli autogol sinistra
Firme
CONDIVIDI
Ius soli, l'autogol della sinistra
Il disegno di legge muore in Parlamento perché Alfano non lo vuole e perché il centrosinistra si è subito arreso
Dopo un'estate di pettegolezzi, Heidi Klum ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia e smettere di cercare uomini che la facciano sentire giovane.
Firme
CONDIVIDI
Cara Heidi Klum, mollare un trentenne è sempre un'ottima idea
Dopo un'estate di pettegolezzi, la modella ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia di accoppiamento
Con una stretta di mano al summit sull'ambiente dell'Onu, Gisele Bündchen ha mandato un messaggio al marito Tom Brady: tu stai al tuo posto, ché al tavolo dei grandi mi siedo io.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gisele Bündchen, sei meglio di tuo marito
Tuo marito ha sposato la più bella del reame, che si accontenti: al tavolo dei grandi siedi tu
figli bamboccioni casa
Firme
CONDIVIDI
Quel che si perdono i figli bamboccioni
La sindrome dell'impostore applicata agli immobili: ce la spiega l'attrice di Scandal Katie Lowes
Maria Sharapova ha scritto un libro, Unstoppable, in cui non riesce a confessare una semplice verità: Serena Williams l'ha battuta sul campo da tennis 19 volte di seguito perché è più forte.
Firme
CONDIVIDI
Cara Maria Sharapova, ogni tennista è un'isola
Ma pure su quest'isola la notizia deve essere arrivata: Serena Williams non ti batte perché ti odia, ti batte perché è più forte di te
Quanto ci mancano gli uomini all'antica
Firme
CONDIVIDI
Quanto ci mancano gli uomini all'antica
Con la scusa che noi «vogliamo tutto» fidanzati e mariti si sono messi comodi e ci fanno fare tutto: gli straordinari e la cena
Passatempi figli adolescenti cellulare internet
Firme
CONDIVIDI
Genitori, i giovani non sono così fessi
C'era un tempo in cui le cuffie del walkman annunciavano l'alienazione: i passatempi dei figli sembrano sempre la fine della civiltà