Taylor Swift: dopo Tom Hiddleston, serve una vacanza

​La coppia più paparazzata dell'estate è scoppiata. Colpa di lui? Colpa di lei? Ecco perché non ha importanza

Più Popolare

Cara Taylor,

rimani pure in vacanza.

Sì, lo so che te ne sei stata prevalentemente per fatti tuoi per più di un mese, dopo le quotidiane cartoline romantiche d'inizio estate (tutte piuttosto stucchevoli, pure per le più abbindolabili di noi) insieme a Tom Hiddleston. Hai persino deciso di non farti vedere agli MTV Video Music Award, un po' perché c'era Beyoncé, e quindi niente da vincere; un po' perché c'era Kanye West, e quindi molto da litigare. Poi le vacanze sono finite: io sono tornata a lavorare, e tu hai lasciato Tom Hiddleston. Oppure è lui che ha lasciato te? Non si capisce. Non ha importanza.

Advertisement - Continue Reading Below

Nel primo caso, la storia sarebbe questa: lui, candidato per The Night Manager (una serie tv di spie che avrebbe dovuto garantirgli un posto da James Bond, ma più verosimilmente lo ha immortalato erede di Gabriel Garko) voleva che lo accompagnassi sul red carpet degli Emmy a scopo visibilità, tu ti sei sentita sfruttata e hai deciso che non era amore vero. Perspicace. Neanche per idea – dicono gli amici di Tom: lui è uno spezzacuori sistematico, e dopo al massimo tre mesi si stufa di chiunque, anche della fidanzata più prestigiosa. Mascalzone. In ogni caso, di che riempire diari segreti e dischi di platino.

Più Popolare

Non lo fare, Tay. Non questa volta. Abbiamo tutte un'amica sentimentalmente tormentata (e se pensate di non averla, siete voi). Nome in codice: la lagnosa. Una che tutte le volte si innamora davvero: organizza vacanze, scomoda genitori, progetta lieti fini da raccontare ai nipotini. Poi viene mollata – oppure molla: non si capisce, non ha importanza – e per una quantità irragionevole di tempo disseziona ogni messaggio. Ogni sospiro. Ogni silenzio. Non c'è niente di più noioso dell'autopsia di un amore immaginario.

Il problema della lagnosa è che ha perso ogni contatto con la realtà. Esiste in una dimensione parallela, un delirio paranoide in cui ogni cosa è dissimulata. È sinceramente convinta che una faccina su Whatsapp significhi qualcosa di diverso da «sembrava brutto non rispondere». È intimamente persuasa che tutti vogliano esprimere molte più cose di quante si prendano il disturbo di verbalizzare. E giura su quanto ha di più caro che è proprio per questo che rimane sempre sola: troppo sensibile, troppo impegnativa.

La differenza tra una lagnosa e Sienna Miller – a proposito: è vero che adesso sta con il regista di Foxcatcher? – è la reputazione. La tua non può permettersi altri equivoci. Arriva il momento, nella vita di ogni ragazza sessualmente attiva, in cui per essere presa sul serio bisogna smettere di dare la colpa all'amore. Ti assicuro, risulteresti canticchiabilissima anche così.

More from Gioia!:
milano-zucchero-e-catrame-prima-estate-milanese
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, come sarà l'estate milanese?
La sto aspettando come un viaggio dall'altra parte del mondo, perché Roma per me è un libro aperto, Milano, no: ci sono le cicale?
Firme
CONDIVIDI
Se mi lasci ti cancello: le donne sfregiate
L'acido sulla faccia delle vittime della violenza non brucia solo il corpo, ma scava una ferita dentro da cui è difficile guarire
Firme
CONDIVIDI
Isis, quando i miliziani tornano a casa
Sono europei, ma inneggiano al Corano: si spende per integrarli quando ritornano in patria, ma forse dovremmo difenderci
Firme
CONDIVIDI
Genitori separati: cosa dire ai figli?
Bisogna sempre parlare bene al figlio di un padre, anche se indegno, oppure se un genitore è spregevole i figli hanno il diritto di...
milano-zucchero-e-catrame-primi-sei-mesi-milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, i miei primi 6 mesi qui
Nel sesto mese della mia vita a Milano sono diventato parte del mio quartiere: per un abitudinario come me è una conquista
Firme
CONDIVIDI
Allacciate le cinture (e attenti alle botte)
Da quando il video del passeggero buttato giù da un aereo in overbooking ha fatto il giro del mondo, è capitato di tutto
Firme
CONDIVIDI
Lui non è affettuoso? Protegge il vostro amore
«È l'amante perfetto, ma non è per niente romantico»: la felicità non ti basta, se non la sbatti in faccia agli amici?
immigrati-islam-integrazione-generazioni
Firme
CONDIVIDI
Quei figli di immigrati sospesi tra due mondi
Obbligati a seguire le tradizioni dei padri, ma desiderosi di trovare una collocazione nel Paese che li ospita
Una manifestazione contro la violenza sulle donne in Brasile.
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: quando lui non accetta la fine
Ancora una donna uccisa da un ex, dopo che lui le aveva chiesto un «ultimo incontro chiarificatore»
Firme
CONDIVIDI
Trump: a cosa servono (davvero) le bombe
Ha bombardato una base siriana per ragioni umanitarie, ma lo ha fatto soprattutto per distrarre gli americani dalla politica interna