Theresa May è il nuovo premier della Gran Bretagna

Theresa May entra a Downing street 37 anni dopo Margaret Thatcher: nelle sue mani la pesante responsabilità del dopo Brexit 

Più Popolare

Dopo il disastro Brexit, la patata bollente passa in mani femminili. Le dimissioni di David Cameron, la rinuncia di Boris Johnson e una serie di bocciature preventive lasciavano in corsa per la leadership del partito conservatore inglese (e di conseguenza per la non confortevole poltrona di Primo ministro) soltanto due persone, entrambe donne over 50: Theresa May, già ministro dell'Interno (nella foto, mentre esce dal 10 di Downing street), e Andrea Leadsom, ministro dell'Energia.

Advertisement - Continue Reading Below

Delle due l'una: Andrea si è ritirata ed è rimasta Theresa, che dal 13 luglio è il nuovo capo del governo britannico. In attesa di sapere se abbia una personalità tutta sua, viene paragonata un po' alla Thatcher (per la perfidia) e un po' alla Merkel (per essere pure lei figlia femmina d'un pastore protestante). 

Più Popolare

Già schierata per un blando "remain", ma ora convinta che quando si è fuori si è fuori e non ha senso riparlarne, molto severa nei confronti dell'Europa eppure a modo suo europeista, Theresa viene considerata una perfetta premier di compromesso – a parte i gusti in fatto di scarpe, estremamente divisivi – e insomma la persona ideale per rappresentare un Paese incerto, o confuso. Lei ne è convinta: «La più adatta», ha detto, «sono io». Andrea un po' meno, ma le critiche rivolte alla May (più o meno: io sono madre, tu no) non paiono più così rilevanti.

More from Gioia!:
Violenza sulle donne stereotipi da eliminare
Firme
CONDIVIDI
C'è solo un modo per sradicare la violenza sulle donne
Bisogna sradicare anzitutto gli stereotipi di genere, per cambiare la mentalità che accetta e tollera gli abusi fisici e sessuali
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?