Vittoria della Brexit: l'Unione europea è al capolinea?

Vince il sì al referendum con il 51,9% e già si prevede un effetto domino in altri Paesi europei, ma con la sfida dei mercati asiatici, milioni di profughi in marcia e la minaccia crescente del terrorismo un'Europa unita è indispensabile

Brexit è la fine dell'Unione europea? È presto per dirlo. Ma almeno il voto dei cittadini britannici porta chiarezza. L'eccezione inglese nella Ue era infatti diventata insopportabile. Bruxelles ha accordato a Londra così tanti privilegi pur di tenerla stretta a sé, da aver creato un mostriciattolo giuridico: un paese che dell'Europa prendeva solo ciò che gli conveniva senza assumersi vincoli e oneri. 

Advertisement - Continue Reading Below

Pensate fino a che punto si era spinta l'accondiscendenza: si prendeva atto che la Gran Bretagna non sarebbe mai entrata nell'euro, ma le si riconosceva il diritto di partecipare alle decisioni  sulla moneta unica. In che modo una regola così folle avrebbe potuto tutelare i nostri interessi? Senza contare che, sempre per tenersi buona Londra, ogni anno gli altri europei versano alla Gran Bretagna sei miliardi di euro per ridurre i suoi contributi al bilancio della Ue. Capito? Noi cittadini avremmo continuato a pagare gli inglesi pur di farli restare! Tanto per darvi un'idea, questo è un giochino che solo per i contribuenti italiani vale 1,2 miliardi di euro. 

Più Popolare

In compenso il governo inglese poteva sottrarsi all'accoglienza dei profughi di guerra, discriminare i cittadini comunitari e negare loro l'assistenza sociale e sanitaria. Ecco, tutto questo col divorzio sancito dal referendum di giovedì finirà. Londra ballerà da sola, coi suoi colossi finanziari della City ma anche le periferie impoverite. Inutile dire che l'effetto domino sarà micidiale: si prevedono referendum a cascata in altri paesi europei e il rafforzamento della campagna populista di Trump negli Stati Uniti. 

Da noi gioisce Salvini, altrove i leader ultranazionalisti. Ma nessuno sa davvero cosa accadrà. Una sola cosa è certa: con la sfida dei mercati asiatici, milioni di profughi in marcia e la minaccia crescente del terrorismo, un'Europa unita, sia pure con regole diverse, è indispensabile. E chi dice che possiamo farcela da soli, magari tirando su un bel muro, mente per una manciata di voti.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Se mi lasci ti cancello: le donne sfregiate
L'acido sulla faccia delle vittime della violenza non brucia solo il corpo, ma scava una ferita dentro da cui è difficile guarire
Firme
CONDIVIDI
Genitori separati: cosa dire ai figli?
Bisogna sempre parlare bene al figlio di un padre, anche se indegno, oppure se un genitore è spregevole i figli hanno il diritto di...
milano-zucchero-e-catrame-primi-sei-mesi-milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, i miei primi 6 mesi qui
Nel sesto mese della mia vita a Milano sono diventato parte del mio quartiere: per un abitudinario come me è una conquista
Firme
CONDIVIDI
Allacciate le cinture (e attenti alle botte)
Da quando il video del passeggero buttato giù da un aereo in overbooking ha fatto il giro del mondo, è capitato di tutto
Firme
CONDIVIDI
Lui non è affettuoso? Protegge il vostro amore
«È l'amante perfetto, ma non è per niente romantico»: la felicità non ti basta, se non la sbatti in faccia agli amici?
immigrati-islam-integrazione-generazioni
Firme
CONDIVIDI
Quei figli di immigrati sospesi tra due mondi
Obbligati a seguire le tradizioni dei padri, ma desiderosi di trovare una collocazione nel Paese che li ospita
Una manifestazione contro la violenza sulle donne in Brasile.
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: quando lui non accetta la fine
Ancora una donna uccisa da un ex, dopo che lui le aveva chiesto un «ultimo incontro chiarificatore»
Firme
CONDIVIDI
Trump: a cosa servono (davvero) le bombe
Ha bombardato una base siriana per ragioni umanitarie, ma lo ha fatto soprattutto per distrarre gli americani dalla politica interna
Firme
CONDIVIDI
Piaceri segreti: innamorarsi in un privé
«Siamo diventati amanti sul serio»: se ami veramente l'altro devi dirlo a tuo marito, se no ti stai solo vendicando
milano-zucchero-e-catrame-cosa-dice-di-te-la-tua-scrivania
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, a caccia di scrivanie
In questo periodo fotografo tutte le scrivanie che vedo: e la tua, cosa racconta di te?