Vittoria della Brexit: l'Unione europea è al capolinea?

Vince il sì al referendum con il 51,9% e già si prevede un effetto domino in altri Paesi europei, ma con la sfida dei mercati asiatici, milioni di profughi in marcia e la minaccia crescente del terrorismo un'Europa unita è indispensabile

Brexit è la fine dell'Unione europea? È presto per dirlo. Ma almeno il voto dei cittadini britannici porta chiarezza. L'eccezione inglese nella Ue era infatti diventata insopportabile. Bruxelles ha accordato a Londra così tanti privilegi pur di tenerla stretta a sé, da aver creato un mostriciattolo giuridico: un paese che dell'Europa prendeva solo ciò che gli conveniva senza assumersi vincoli e oneri. 

Advertisement - Continue Reading Below

Pensate fino a che punto si era spinta l'accondiscendenza: si prendeva atto che la Gran Bretagna non sarebbe mai entrata nell'euro, ma le si riconosceva il diritto di partecipare alle decisioni  sulla moneta unica. In che modo una regola così folle avrebbe potuto tutelare i nostri interessi? Senza contare che, sempre per tenersi buona Londra, ogni anno gli altri europei versano alla Gran Bretagna sei miliardi di euro per ridurre i suoi contributi al bilancio della Ue. Capito? Noi cittadini avremmo continuato a pagare gli inglesi pur di farli restare! Tanto per darvi un'idea, questo è un giochino che solo per i contribuenti italiani vale 1,2 miliardi di euro. 

Più Popolare

In compenso il governo inglese poteva sottrarsi all'accoglienza dei profughi di guerra, discriminare i cittadini comunitari e negare loro l'assistenza sociale e sanitaria. Ecco, tutto questo col divorzio sancito dal referendum di giovedì finirà. Londra ballerà da sola, coi suoi colossi finanziari della City ma anche le periferie impoverite. Inutile dire che l'effetto domino sarà micidiale: si prevedono referendum a cascata in altri paesi europei e il rafforzamento della campagna populista di Trump negli Stati Uniti. 

Da noi gioisce Salvini, altrove i leader ultranazionalisti. Ma nessuno sa davvero cosa accadrà. Una sola cosa è certa: con la sfida dei mercati asiatici, milioni di profughi in marcia e la minaccia crescente del terrorismo, un'Europa unita, sia pure con regole diverse, è indispensabile. E chi dice che possiamo farcela da soli, magari tirando su un bel muro, mente per una manciata di voti.

More from Gioia!:
Ivanka Trump candidata presidente Usa
Firme
CONDIVIDI
Ivanka Trump, da first daughter a prima presidente donna degli Stati Uniti nel giro di un anno?
Le vittorie improbabili sono un talento di famiglia: la figlia favorita di Trump potrebbe anche diventare il primo presidente donna degli...
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi