Gruppi WhatsApp: tutte le mamme li detestano, nessuna li lascia

Tutte si lamentano per i gruppi WhatsApp creati per stare in contatto con i genitori dei compagni di scuola dei figli, ma in realtà non li abbandonano mai, commenta Guia Soncini

C'è quella che si domanda se le altre mamme non abbiano un lavoro, e dove trovino il tempo di tempestarla di messaggi sulla grave mancanza della psicomotricità dai programmi dell'asilo; quello che sbuffa a ogni notifica sull'ora di religione; quella che inoltra schermate per provare alle amiche zitelle che mamme più nevrotiche di lei esistono, e si disperano perché la mensa serve un formaggio che al loro piccino adorato non piace; quello che ha disinstallato WhatsApp per rendersi irreperibile. 

Advertisement - Continue Reading Below

Il principale problema di tutti i genitori che conosco sono gli altri genitori. Il principale problema di tutti i genitori che conosco sono le notifiche dei gruppi WhatsApp creati per tenersi in contatto coi genitori dei compagni di scuola dei figli. Come per certi partiti politici che nessuno ammette di votare ma che misteriosamente vincono le elezioni, nessuno dei miei conoscenti è mai animatore di questi gruppi. Tutti giurano di detestarli, di aver silenziato le notifiche, di disprezzarne le preoccupazioni: nessuno è il genitore ansioso, tutti sono spettatori sprezzanti. 

Più Popolare

La mia amica C., che insegna alle medie, lo usa come osservatorio della controparte. Nel gruppo dei genitori delle compagne di sua figlia scopre le verità che i genitori dei suoi alunni non le svelerebbero mai. Per la fine di quest'anno scolastico volevano regalare alla maestra una lampada di sale, «una roba da 12 euro: ho detto che se l'avessero regalata a me l'avrei buttata dalla finestra». 

Il denaro è un fattore primario nell'insofferenza da gruppo di genitori. Mi è appena stato inoltrato il monologo di un padre che, in uno stringato messaggio che occupa cinque schermate di smartphone, s'indigna perché il contributo di otto euro chiesto per la gita è troppo alto: la mia amica F. me l'ha inviato assieme a un elenco dei possedimenti dello spilorcio (mentre lui simulava indigenza, lei gli stimava il suv). Ma il mio preferito è quello (padre anche lui: sono più lagne delle madri) che vibratamente protesta perché il gruppo dei boy scout ha tenuto i loro piccini all'aperto per mezza giornata: «E se avesse piovuto?!». Cresceranno una generazione di rammolliti, ma c'è da essergli comunque grate: senza le loro schermate, di cosa parleremmo a cena? 

More from Gioia!:
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Cara Blythe, le figlie devono imparare a difendersi da sole
Se Gwyneth è in grado di badare a se stessa, che bisogno aveva di una lettera della sua mamma al giornale che l'ha criticata?
Firme
CONDIVIDI
Il maniaco senza qualità è peggio di Weinstein
C'è chi pensa di poterti saltare addosso senza possedere punti di forza evidenti, e senza che tu gli abbia dato il via libera
Moda può cambiare il mondo
Firme
CONDIVIDI
Avvertenza: la moda non è una cosa frivola
Non solo ci fa sentire bene quando tutto va storto, ma la moda può cambiare noi che la indossiamo e il mondo
Elisabeth Moss nella serie tv The handmaid's tale
Firme
CONDIVIDI
Il mistero delle sopracciglia dell'ancella
Nella serie tv The handmaid's tale Elisabeth Moss interpreta un'ancella privata di tutto, ma sempre più che presentabile
Miley Cyrus ha subito l'ennesima evoluzione: la popstar trasgressiva vuole riciclarsi in cantautrice perbene, ma non basta essere buone per avere successo.
Firme
CONDIVIDI
Cara Miley, ci vuole metodo per fare la star
Smettere di essere cattive non basta: il lato chiaro della celebrità parimenti insidioso è