Cara Kim Cattrall, non è più tempo di scelte popolari

L'attrice ha rifiutato di partecipare al terzo film di Sex and the City, facendo naufragare il progetto, perché non ha più niente in comune con le altre tre: loro sono madri, ma se avere dei figli ritardasse la presa in carico della propria libertà?

Più Popolare

Cara Kim Cattrall, nessuna smette davvero quando vuole.

Più verosimilmente: una smette quando può. E tu devi aver pensato che nella vita hai già lavorato abbastanza, e in fin dei conti non ti manca niente: non aveva senso rischiare di passare alle cronache – o quantomeno: al news feed di Facebook – come la caricatura di te stessa. «Lawrence of my labia!» – la battuta più imbarazzante mai pronunciata nel deserto – poteva bastare. Quindi hai deciso per tutte: tu non lo farai, il terzo film diSex and the City non si farà. Non potrò mai significarti compiutamente i sensi della mia gratitudine. E di quella di tutte le ex-trentenni con le quali mi è capitato di parlarne: in una tv piena di splendidi climateri, ci sono storie che vanno lasciate come sono. Finite.

Advertisement - Continue Reading Below

Le altre non l'hanno presa benissimo. Funziona così con le amiche delle vite passate: si cresce distanti e poi è difficile riallinearsi. Insinuano che hai voluto fare la diva, che non ti sei fatta trovare, che hai presentato richieste scandalose – «Chi si crede di essere, George Clooney?» – e che per colpa tua, dice la Sarah Jessica, il mondo dovrà fare a meno di questa ennesima storia «meravigliosa e divertente, commovente e allegra, in cui immedesimarsi». Deve essere stato in quell'istante che hai deciso di smettere pure di esercitare la pazienza, e hai confessato: a te, quelle tre, non sono mai piaciute. E la tua unica richiesta è stata: «Per favore, non facciamolo».

Più Popolare

Dici che hai compiuto sessant'anni – facciamo anche: 61 – e prendi decisioni per il tuo bene, non per il bene della tua carriera. A parte la serie tv, non hai niente in comune con loro, non vi vedete mai: «Hanno tutte dieci anni di meno, vivono ancora tutte a New York, hanno fatto tutte dei figli». E allora io non ho potuto fare a meno di domandarmi: e se fosse questa la ragione per cui tra voi non ha funzionato? Se avere dei figli ritardasse la presa in carico della propria libertà? Quella di andarsene, di rifiutarsi, di smettere di compiacere. Di rischiare l'impopolarità.

L'altro giorno sono andata con mia figlia a comprare il suo primo reggiseno (adesso si dice: brassiere). Lei era un po' confusa, io un po' emozionata: tutte – tutte le commesse, ma anche le clienti di passaggio – hanno capito cosa dovevamo fare, e ci hanno tenuto a offrire un'opinione. Pertanto ne ho comprati due coi gancetti e le spalline sottili, perché la figlia della signora bionda li mette con le maglie scollate. Poi ne ho presi due di cotone biologico, perché la figlia della signora con le perle ha la pelle tanto sensibile. E infine anche due grigi a canotta, perché la figlia della signora coi capelli corti li trova più comodi quando fa ginnastica.

Non ci eravamo mai viste prima né avevamo in comune alcunché, io e quelle signore lì, a parte l'aver accudito, a un certo punto della vita, un'undicenne bisognosa di sostegno. Eppure parlavamo la lingua della stessa tribù. Me ne sono tornata a casa con molti sacchetti e un dubbio: forse tutto quel dibattito non era necessario (e forse neanche sei reggiseni). Forse avrei dovuto decidere da sola. O forse – che audacia – avrei potuto sedermi in un angolo, e lasciare che lo sbagliasse da sé.

More from Gioia!:
Se venisse confermato l'annullamento dell'assegno di divorzio stabilito dalla Corte d'appello di Milano, la ex-moglie di Berlusconi, Veronica Lario, dovrebbe rivedere il suo stile di vita, ecco alcuni consigli.
Firme
CONDIVIDI
Cara Veronica, se serve facciamo una colletta
Silvio rivuole indietro 43 milioni, e la parsimonia logora. Per riprenderti è necessaria una crociera nei mari del sud
Firme
CONDIVIDI
Com'era moderna Mary Astor, e ciò che scriveva sui suoi diari bollenti lo dimostra
Anche lei non sapeva che nessun adulterio può essere davvero segreto: una così, oggi, darebbe il voto agli amanti su Facebook
Violenza sulle donne stereotipi da eliminare
Firme
CONDIVIDI
C'è solo un modo per sradicare la violenza sulle donne
Bisogna sradicare anzitutto gli stereotipi di genere, per cambiare la mentalità che accetta e tollera gli abusi fisici e sessuali
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione