Milano Zucchero e Catrame, l'agonia dell'ascoltare i racconti delle vacanze altrui

Armati di sorriso standard e tanta pazienza iniziamo a giro antiorario, con telefono per un supporto fotografico, a sentire gli interminabili racconti delle vacanze di tutti: una cattiveria che dovrebbe essere vietata dalla Comunità Europea, dal comune buon senso e dal WWF

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Safe and Sound, Electric President

Lo so, questi ultimi post assomigliano a un lunghissimo trailer di un film dove il protagonista vive il ritorno a casa come fosse un episodio del Trono di Spade. Non si arriva mai.

Ecco, io, dopo essermi girato su me stesso, più e più volte, finalmente ho inserito la chiave nella serratura, ho fatto un lungo respiro e alla fine, sono entrato.

Più Popolare

Interno giorno. Casa.

Accendo la luce e immediatamente faccio un aggiornamento di sistema.

Sembra che tutto sia stato qui ad aspettarmi, che addirittura il mio divano si sia dimagrito e la libreria si sia fatta bella per questo momento.

Primo pensiero: «Bene, devo ricordarmi di abbandonare da qualche parte l'osceno mostro che sputa aria condizionata».

Ma non mi deprimo e avanzo nei miei quaranta metri quadri di salotto, direzione finestra. Apro gli scuri, e finalmente…piove.

Vabbè, è uguale, i tetti delle case sono sempre quelli e mi basta un istante per ricordarmi tutti i mesi appena passati ed eccitarmi per quelli che arriveranno. Sono a casa, sono a Milano e il mio frigo è completamente vuoto, o meglio, c'è solo lui. Lo saluto e pongo fine alla sua sofferenza.

E adesso?

E adesso mi preparo. Come quando si tornava a scuola.

Un misto di agitazione e voglia di tornare per presentarsi al meglio delle proprie possibilità. Nel tragitto dall'uscita dell'autostrada a casa, guardando dal finestrino come facevo da bimbo, ho visto una città che esplodeva di felicità e gioia. Quasi isterica. Tutti abbronzati, vestiti benissimo, ma con una postilla bene in evidenza che gridava: «ho messo le prime cose che ho trovato nell'armadio». Bugiardi. Vi siete preparati anche voi. Lo facciamo tutti. Ma il ritorno è importante, il primo aperitivo pure, figuriamoci la prima cena. Armati di sorriso standard e tanta pazienza iniziamo a giro antiorario, con telefono per un supporto fotografico, a sentire gli interminabili racconti delle vacanze di tutti.

Una cattiveria che dovrebbe essere vietata dalla Comunità Europea, dal comune buon senso e dal WWF.

Comunque senza diventare troppo fastidioso e senza giri di parole apro l'armadio e mi metto i primi quattro stracci che vedo (pensatissimi!).

Si parte.

More from Gioia!:
Harvey Weinstein accuse stupro
Firme
CONDIVIDI
A proposito di Harvey Weinstein: quando è violenza e quando è solo vita
Se mettiamo nella categoria «stupro» chiunque ci provi e ci faccia sentire dieci minuti a disagio, prevedo l'estinzione dell'umanità
Voglio essere magra
Firme
CONDIVIDI
Io che volevo essere magra più di tutto
Ma c'è una bella differenza tra la ricerca del proprio peso forma e la fissazione per il corpo esile a tutti i costi
Ius soli autogol sinistra
Firme
CONDIVIDI
Ius soli, l'autogol della sinistra
Il disegno di legge muore in Parlamento perché Alfano non lo vuole e perché il centrosinistra si è subito arreso
Dopo un'estate di pettegolezzi, Heidi Klum ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia e smettere di cercare uomini che la facciano sentire giovane.
Firme
CONDIVIDI
Cara Heidi Klum, mollare un trentenne è sempre un'ottima idea
Dopo un'estate di pettegolezzi, la modella ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia di accoppiamento
Con una stretta di mano al summit sull'ambiente dell'Onu, Gisele Bündchen ha mandato un messaggio al marito Tom Brady: tu stai al tuo posto, ché al tavolo dei grandi mi siedo io.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gisele Bündchen, sei meglio di tuo marito
Tuo marito ha sposato la più bella del reame, che si accontenti: al tavolo dei grandi siedi tu
figli bamboccioni casa
Firme
CONDIVIDI
Quel che si perdono i figli bamboccioni
La sindrome dell'impostore applicata agli immobili: ce la spiega l'attrice di Scandal Katie Lowes
Maria Sharapova ha scritto un libro, Unstoppable, in cui non riesce a confessare una semplice verità: Serena Williams l'ha battuta sul campo da tennis 19 volte di seguito perché è più forte.
Firme
CONDIVIDI
Cara Maria Sharapova, ogni tennista è un'isola
Ma pure su quest'isola la notizia deve essere arrivata: Serena Williams non ti batte perché ti odia, ti batte perché è più forte di te
Quanto ci mancano gli uomini all'antica
Firme
CONDIVIDI
Quanto ci mancano gli uomini all'antica
Con la scusa che noi «vogliamo tutto» fidanzati e mariti si sono messi comodi e ci fanno fare tutto: gli straordinari e la cena
Passatempi figli adolescenti cellulare internet
Firme
CONDIVIDI
Genitori, i giovani non sono così fessi
C'era un tempo in cui le cuffie del walkman annunciavano l'alienazione: i passatempi dei figli sembrano sempre la fine della civiltà
Moda sostenibile Green carpet fashion award
Firme
CONDIVIDI
La moda sostenibile ha un premio tutto per sé
Si può fare fashion etico senza sacrificare l'estetica: cronaca del primo Green Carpet Fashion Award