Cara Lena Headey, dobbiamo parlare di Cersei Lannister del Trono di spade

So pochissimo di lei, la regina coi capelli a scodella, ma abbastanza per decidere che è la sola, in quel mucchio di scappati di casa, a meritare una serie tv

Più Popolare

Cara Lena Headey, dobbiamo parlare di Cersei.

D'altra parte di te so pochissimo, di lei, la regina coi capelli a scodella, non molto di più – arrivasse Sky Atlantic fino al suo palazzo, Il trono di spade non lo guarderebbe manco lei: confuso, interminabile, pieno di bestie e funamboli dell'espressione unica – ma abbastanza per decidere che è la sola, in quel mucchio di scappati di casa, a meritare una serie tv.

Lena Headey, 45 anni, è la regina Cersei Lannister nella serie tv Il trono di spade 7, in onda su Sky Atlantic.
Advertisement - Continue Reading Below

Cersei mica è una pazza. È una donna che fa quello che fanno gli uomini nella sua posizione – nello specifico: usare il sesso come arma, vendicare ogni torto, ammazzare nemici in guerra – ma viene trattata da cattiva perché è femmina. O almeno di questo è persuasa, e certo avere un fratello gemello ma scemo che si crede eroe non aiuta. Ma Cersei è pure una strepitosa influencer: dopo il cammino della vergogna ha mantenuto i capelli corti, come promemoria, e imposto lo stesso taglio a tutte le ancelle. Che gusto c'è a essere regina se non puoi fare un po' la bulla?

Lena Headey-Cersei in una scena della settima stagione della serie.
Più Popolare

Una che a Cersei vorrebbe molto somigliare è Taylor Swift. Ha provato a fare la ragazza del popolo, ma non è la sua vocazione. Il popolo è stupido: crede ai draghi, agli zombie e a Kim Kardashian. Allora ha deciso di coltivare la discrezione per smaltire la vergogna – l'anno scorso di questi tempi lasciava Tom Hiddleston: un tentativo fallimentare di power couple – e di uscire solo per motivi esemplari. A novembre 2016 ha votato, a febbraio ha tenuto l'unico concerto dell'anno (quello che serve a sottolineare che non ce ne sono altri), a maggio ha lasciato intuire un fidanzato segreto, ad agosto si è stabilita a Denver per vincere la sua battaglia. In tribunale.

Taylor Swift in concerto a Houston (Texas) a febbraio 2017.

Nel 2013 Swift graziosamente accettò di scattare una foto ricordo con un dj locale e la sua fidanzata, e pertanto consentì a due estranei l'ingresso nella sua bolla prossemica. Dice lei che il dj approfittò della breve vicinanza per palparle il sedere, e per questo venne allontanato, quindi denunciato ai suoi superiori e licenziato due giorni dopo. Dice il dj che sì, in effetti si è accorto di aver toccato qualcosa, ma pensava fosse la gabbia toracica: non meritava di perdere lavoro e reputazione.

Dice l'avvocato del dj che soltanto un cretino avrebbe rischiato di fare una cosa del genere alla popstar più rancorosa del millennio. Dice l'avvocato di Swift che mica è una pazza che si inventa le aggressioni: la sua denuncia sarà di esempio per tutte le ragazze molestate e umiliate. A rischio c'è la credibilità di un reame milionario, e quindi la sua sopravvivenza. Ma quando si gioca al gioco della celebrità, o si vince o si muore. Non c'è via di mezzo.

More from Gioia!:
Se venisse confermato l'annullamento dell'assegno di divorzio stabilito dalla Corte d'appello di Milano, la ex-moglie di Berlusconi, Veronica Lario, dovrebbe rivedere il suo stile di vita, ecco alcuni consigli.
Firme
CONDIVIDI
Cara Veronica, se serve facciamo una colletta
Silvio rivuole indietro 43 milioni, e la parsimonia logora. Per riprenderti è necessaria una crociera nei mari del sud
Firme
CONDIVIDI
Com'era moderna Mary Astor, e ciò che scriveva sui suoi diari bollenti lo dimostra
Anche lei non sapeva che nessun adulterio può essere davvero segreto: una così, oggi, darebbe il voto agli amanti su Facebook
Violenza sulle donne stereotipi da eliminare
Firme
CONDIVIDI
C'è solo un modo per sradicare la violenza sulle donne
Bisogna sradicare anzitutto gli stereotipi di genere, per cambiare la mentalità che accetta e tollera gli abusi fisici e sessuali
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione