Facebook, il cimitero delle nostre illusioni

La funzione «Accadde oggi» ti ricorda cosa scrivevi tot anni fa: così scopri quanto sono scemi quelli che ti sembravano intelligenti

Più Popolare

Ho un'amica che ha disattivato la funzione «Accadde oggi» di Facebook, quella con cui il malefico attrezzo ti ricorda cosa scrivevi in questa data tot anni fa. Forse la emulerò: scorrere i miei nove anni di anniversari è come sfogliare cento album dei ricordi. Ci sono le amiche che evidentemente nel 2008 frequentavi assiduamente, e commentavano qualunque scempiaggine scrivessi, e ora non vi fate neanche gli auguri per il compleanno.

Advertisement - Continue Reading Below

Ci sono gli uomini che forse ti facevano la corte e tu eri troppo ottusa per accorgertene, o magari la ragione è un'altra, ma sette anni fa s'affrettavano a dir la loro di qualunque cosa tu parlassi – shopping online, dieta no-carb e altre avvincentissime tematiche – e poi sono scomparsi appena hanno trovato una fidanzata (nessuna zitella disperata è disperata quanto un uomo che abbia deciso di fidanzarsi con la prima che ci caschi); neanche sei sicura di averceli ancora tra i contatti di Facebook, tanto son diventati invisibili. Ci sono i commenti dell'allora fidanzata del tuo ex, in quel breve intervallo: da quando l'hai aggiunta ai contatti per spiare la nuova vita di lui, a quando lei ha saputo che eri tu quella di cui lui diceva «Mi ha rovinato la vita» e ti ha prontamente cancellata.

Più Popolare

C'è il filarino del liceo che era ricomparso ingrassato e noioso e neanche remotamente simile allo splendore splendente che trent'anni fa ti spezzava il cuore, e tu te lo tenevi lì per ricordarti di non sovrastimare mai nessuno, perché quelli che ti sembrano belli e brillanti e chissà che altro poi invecchiano persino peggio di te: non era splendore, era uno spasmodico trucco di radianza. Ma adesso ci sono solo i suoi commenti, lui l'hai cancellato dai contatti quando ha deciso che fare il commercialista non appagava più la sua creatività e ha iniziato a tampinarti perché lo aiutassi a pubblicare il suo primo romanzo.

C'è l'altro filarino del liceo, quello cui eri tanto grata perché ai tempi t'aveva fatto scoprire Francis Scott Fitzgerald e gli Smiths, i Rem e Dylan Dog, e insomma era il responsabile della tua formazione, e invece ora i suoi commenti di quando v'eravate ritrovati su Facebook sono preceduti dal nome in nero, non cliccabile: il modo in cui la piattaforma ti dice che quell'utente t'ha bloccato, che non puoi cliccare il suo nome, vedere la sua bacheca, puoi solo rimirare i commenti che ti lasciava come archeologia d'una civiltà non più esistente. Te lo ricordi, il giorno in cui t'ha bloccato: sbraitava contro l'alternanza scuola-lavoro, tu gli hai detto che anche se la sua bambina fa la commessa per un'estate non le vengono i calli, anzi magari si sveglia, invece che venir su come una piscialetto iperprotetta. Lui, offesissimo, aveva risposto che la sua bambina da grande farà l'avvocato, mica la cassiera; tu non gli avevi ricordato che «la sua bambina» ha l'età alla quale noi passavamo le domeniche pomeriggio a fare cose zozze nello studio d'avvocato del nonno; ma lui ti ha bloccata comunque. Facebook, non dovresti farmi scoprire da grande quanto sono scemi quelli che mi sembravano tanto intelligenti da piccola.

In nove anni del mio Facebook ci sono tanti di quei rapporti cominciati e finiti che, ogni volta che leggo qualche attore che si vanta d'avere gli stessi amici da quand'era piccolo, mi domando: ma sono solo io?

More from Gioia!:
Se venisse confermato l'annullamento dell'assegno di divorzio stabilito dalla Corte d'appello di Milano, la ex-moglie di Berlusconi, Veronica Lario, dovrebbe rivedere il suo stile di vita, ecco alcuni consigli.
Firme
CONDIVIDI
Cara Veronica, se serve facciamo una colletta
Silvio rivuole indietro 43 milioni, e la parsimonia logora. Per riprenderti è necessaria una crociera nei mari del sud
Violenza sulle donne stereotipi da eliminare
Firme
CONDIVIDI
C'è solo un modo per sradicare la violenza sulle donne
Bisogna sradicare anzitutto gli stereotipi di genere, per cambiare la mentalità che accetta e tollera gli abusi fisici e sessuali
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità