La parità come la intendono a Hollywood

La liberazione femminile al cinema? Prendere delle obese e chiamarle curvy; prendere attrici con il corpo da modella come Charlize Theron in Atomica bionda e farne delle eroine d'azione. Vie di mezzo: non pervenute

Più Popolare

Quando leggerete quest'articolo, nei cinema americani starà uscendo Atomica bionda (in Italia arriva il 17 agosto). Io, che quest'articolo lo sto scrivendo una settimana prima ma ho i superpoteri, posso già sintetizzarvi le recensioni. Esultanza per l'empowerment femminile (agente segreta sgomina da sola tutti i cattivi, tutti maschi). Sospiri di sollievo: dopo Wonder woman, un'altra donna forte protagonista.

Advertisement - Continue Reading Below

Più Popolare

Solo che l'agente segreta è così fessa che,anche quando è chiaro che in qualunque posto vada ci saranno sette cattivi che vogliono ucciderla e che le toccherà correre, lanciarsi dalle finestre e fare la lotta, continua a mettersi i tacchi alti (dopo una rissa con reggicalze che spunta dalla gonna dice «A saperlo mi sarei vestita diversamente», ma poi continua a conciarsi da pin-up). Certo, il film è tratto da un fumetto, genere che non privilegia la verosimiglianza, ma fa comunque ridere che una sventola di un metro e ottanta che deve farsi notare il meno possibile vada in giro con capelli biondo platino (e una frangetta di quelle che vanno ritoccate ogni tre giorni). Nella prima scena in cui compare, Charlize è nuda in una vasca di ghiaccio. È una cura per i lividi di cui è ricoperta. Il messaggio che fingono di darci è: è una macchina da combattimento. Quello che si sono detti è: «Abbiamo Charlize Theron, mica sprecheremo l'occasione di denudarla in tutta la sua magnificenza, compresi i capezzoli induriti dal ghiaccio».

La liberazione femminile come intesa da Hollywood e plaudita dalle commentatrici sui giornali consiste quindi in: prendere delle obese e chiamarle curvy; prendere delle modelle (Charlize Theron ha una solida carriera d'attrice, ma ha il corpo di una modella, beata lei) e farne delle eroine d'azione. Vie di mezzo: non pervenute. Donne carine ma magari che tengon dentro la pancia quando le fotografano: non pervenute. Protagoniste d'azione che incontrino cattivi più bravi di loro a fare a botte: non pervenute (ma quelli non li incontrava neanche Bruce Willis).

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, cosa ho capito dopo 1 anno in questa città
Milano mi ha cambiato il metabolismo e anche i pensieri, mettendoli tutti in fila, ordinati, uno dietro l'altro, come un domino, come una...
Hillary Clinton con Anna Wintour
Firme
CONDIVIDI
Anche Hillary Clinton ha il suo complesso (come noi)
Ci sono quelle che ti umiliano a forza di plank per gli addominali e quelle cui basta uno sguardo, come Anna Wintour
Femminicidio e libertà delle ragazze
Firme
CONDIVIDI
Femminicidi, le ragazze devono essere libere
L'amore non ordina e non vieta, le ragazze non devono avere padroni
Nessun avevva dubbi su quale fosse la natura della relazione di Katie Holmes e Jamie Foxx, ma dopo quattro anni l'embargo è stato sollevato, e ora possono farsi fotografare in pubblico.
Firme
CONDIVIDI
Katie e Jamie: storia di un amore segreto
Dopo quattro anni di smentite la storia con Jamie Foxx è confermata, ma riuscirà l'amore a sopravvivere all'ufficialità?
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame: il potere dell'amore renderà possibile l'integrazione
Calcolando che già ad oggi il cognome più diffuso a Milano non è Brambilla, ma Hu e ormai iniziano a esserci generazioni di cinesi milanesi...
serie-tv-problema-di-coppia-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Le serie tv ora sono un problema di coppia
Le mie amiche si annoiano con Narcos, i mariti si addormentano con Fleabag, ma divani separati mai: cominci con Netflix e poi...
Firme
CONDIVIDI
Figli: fino a che età è giusto mantenerli?
I figli hanno diritto ad essere mantenuti fino a una certa età, i genitori, d'altra parte, a scaricarli dopo una certa età
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, l'agonia dell'ascoltare i racconti delle vacanze altrui
Armati di sorriso standard e tanta pazienza iniziamo a giro antiorario, con telefono per un supporto fotografico, a sentire gli...
Insieme al marito Mark Zuckerberg, Priscilla Chan ha scritto su Facebook una lettera, alla neonata figlia secondogenita, piena di buoni sentimenti e riassumibile in: stai lontana da Facebook
Firme
CONDIVIDI
Cara Priscilla, devi comprare un giardino più grande (per Mark)
O qualunque altra cosa possa servire a tenerlo lontano da Facebook
Bruce Springsteen concerto Broadway
Firme
CONDIVIDI
Quando il desiderio rimane in standby
E poi cerchi di consolarti dicendoti che lo spettacolo di Bruce Springsteen sarà insignificante