Milano Zucchero e Catrame, questa è la città in cui voglio sempre tornare

L'aspetto più affascinante dell'estate è sempre il ritorno, perché c'è sempre quella sensazione di aver vissuto qualcosa di potente ma di straniante e la città, quando la senti profondamente tua, si trasforma nel luogo dove sai che riuscirai a ritornare immediatamente in te

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Misread, Kings of Convenience

Questa settimana sono stato rapito dalla musica, in giro per l'Italia.

Ho preso Milano e l'ho nascosta dentro le tasche, nei pensieri, nelle valige. So che fra poco ci tornerò, ma mi scatta sempre una malinconia incredibile.

Da una parte sono felice di partire, dall'altra non vedo l'ora di tornare, per poi risentire quel brivido che sale e che mi spinge, soprattutto in estate, a volerlo rifare ancora. È come un loop, una storia che si ripete, una sensazione irrazionale che comanda e non chiede né permesso né scusa. È bisogno, necessità, obbligo, per chi, come me, vive la musica come un'urgenza emotiva. Milano mi accompagna, viaggia come me, come lo fa Roma, ma l'aspetto incredibile è che onestamente non me lo aspettavo.

Più Popolare

È sempre così, l'estate si accende e io mollo i freni, mi commuovo di più, sento che mi sale la nostalgia dell'inverno, del gelo, dello scaldarsi e non riesco a non tornare indietro e ricordare i miei luglio e agosto. C'erano altri colori, altri vestiti, erano vacanze, era annoiarsi, ma crogiolarsi in spiaggia, era lo struscio, la pesca, la montagna e i baci.

Da quasi quindici anni, però, la fotografia è cambiata.

Esisto io, Thomas, musicisti, suono, macchine e alberghi.

Esiste l'energia che ti riempie sopra un palco, l'adrenalina che non ti fa dormire, la voglia di casa e la creatività che esplode.

L'aspetto più affascinante, però, è sempre il ritorno, perché c'è sempre quella sensazione di aver vissuto qualcosa di potente ma di straniante e la città, quando la senti profondamente tua, si trasforma nel luogo dove sai che riuscirai a ritornare immediatamente in te. Recuperare il ritmo della quotidianità, la liturgia delle abitudini, il cornetto vuoto, i fenicotteri rosa e la voglia di scoprire ancora.

Milano è la mia nuova città del ritorno, Milano, sempre di più, è semplicemente casa.

More from Gioia!:
Violenza sulle donne stereotipi da eliminare
Firme
CONDIVIDI
C'è solo un modo per sradicare la violenza sulle donne
Bisogna sradicare anzitutto gli stereotipi di genere, per cambiare la mentalità che accetta e tollera gli abusi fisici e sessuali
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?