Sempre più migranti verso l'Italia, ma nessun muro può proteggere le nostre coste

Complici l'estate e il mare calmo, gli sbarchi di migranti aumentano e il nostro Paese, con i suoi 9.000 km di costa, è in prima linea: ma nessun blocco navale può risolvere l'emergenza

Di fronte a sbarchi sempre più intensi di migranti, l'Italia minaccia Bruxelles di chiudere i porti alle navi delle ong con bandiera straniera. Che sta succedendo? Il caldo estivo e il mare piatto, combinati con guerra e siccità spaventose, spingono sempre più persone verso l'Europa. La via del mare è la più semplice e insieme pericolosa. E l'Italia è lì, invitante terra di mezzo, gigantesco hub d'Europa. Nessun muro, nessun blocco navale può seriamente proteggere le nostre coste. E allora che si fa? Fuori dalle coste libiche decine di navi private salvano le vite dei disperati. Poi li scaricano nei porti italiani, i più vicini, più sicuri e accoglienti. Un informale corridoio umanitario. A quel punto, sono problemi nostri.

Advertisement - Continue Reading Below

Gli sbarchi dei migranti sono in aumento

L'Europa fa spallucce e nega l'ingresso a quella quota di migranti che per accordo europeo andrebbero ricollocati. La Francia addirittura, in barba ai trattati, rispedisce indietro i minorenni non accompagnati che varcano il confine di Ventimiglia. Si capisce la rabbia del nostro governo. Ma bloccare i porti rischia di violare le norme internazionali. Scorciatoie non ce ne sono. Servono più azioni combinate. Innanzitutto sveltire le procedure d'identificazione: oggi la loro lentezza causa la dispersione dei migranti nel territorio. Per procedere ai rimpatri di chi non ha diritto allo status di rifugiato, servono accordi con i Paesi di provenienza. E su questo punto Bruxelles ci deve affiancare. Poi occorre, visto il caos in Libia, cooperare con i Paesi dell'Africa subsahariana in modo da arginare le carovane di migranti nel deserto, incentivando nel contempo politiche di sviluppo. Ci vorranno anni, ma prima iniziamo e meglio è.

Più Popolare

Emergenza migranti, ma sono anche un'opportunità

Infine, nell'immediato, dobbiamo chiedere alle ong di iniziare a sbarcare in Francia, Spagna e Malta i migranti come gesto politico dimostrativo per convincere quei Paesi a fare la loro parte. Se non la faranno, avrà senso tagliare i nostri contributi all'Europa. Tutto questo è politica «difensiva». Ma nel frattempo, attraverso una formazione adeguata, cominciamo a inquadrare i migranti in regola come un'opportunità per la nostra economia. E per farlo, coinvolgiamo le più grandi e responsabili aziende nazionali.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Cara Blythe, le figlie devono imparare a difendersi da sole
Se Gwyneth è in grado di badare a se stessa, che bisogno aveva di una lettera della sua mamma al giornale che l'ha criticata?