Sempre più migranti verso l'Italia, ma nessun muro può proteggere le nostre coste

Complici l'estate e il mare calmo, gli sbarchi di migranti aumentano e il nostro Paese, con i suoi 9.000 km di costa, è in prima linea: ma nessun blocco navale può risolvere l'emergenza

Di fronte a sbarchi sempre più intensi di migranti, l'Italia minaccia Bruxelles di chiudere i porti alle navi delle ong con bandiera straniera. Che sta succedendo? Il caldo estivo e il mare piatto, combinati con guerra e siccità spaventose, spingono sempre più persone verso l'Europa. La via del mare è la più semplice e insieme pericolosa. E l'Italia è lì, invitante terra di mezzo, gigantesco hub d'Europa. Nessun muro, nessun blocco navale può seriamente proteggere le nostre coste. E allora che si fa? Fuori dalle coste libiche decine di navi private salvano le vite dei disperati. Poi li scaricano nei porti italiani, i più vicini, più sicuri e accoglienti. Un informale corridoio umanitario. A quel punto, sono problemi nostri.

Advertisement - Continue Reading Below

Gli sbarchi dei migranti sono in aumento

L'Europa fa spallucce e nega l'ingresso a quella quota di migranti che per accordo europeo andrebbero ricollocati. La Francia addirittura, in barba ai trattati, rispedisce indietro i minorenni non accompagnati che varcano il confine di Ventimiglia. Si capisce la rabbia del nostro governo. Ma bloccare i porti rischia di violare le norme internazionali. Scorciatoie non ce ne sono. Servono più azioni combinate. Innanzitutto sveltire le procedure d'identificazione: oggi la loro lentezza causa la dispersione dei migranti nel territorio. Per procedere ai rimpatri di chi non ha diritto allo status di rifugiato, servono accordi con i Paesi di provenienza. E su questo punto Bruxelles ci deve affiancare. Poi occorre, visto il caos in Libia, cooperare con i Paesi dell'Africa subsahariana in modo da arginare le carovane di migranti nel deserto, incentivando nel contempo politiche di sviluppo. Ci vorranno anni, ma prima iniziamo e meglio è.

Più Popolare

Emergenza migranti, ma sono anche un'opportunità

Infine, nell'immediato, dobbiamo chiedere alle ong di iniziare a sbarcare in Francia, Spagna e Malta i migranti come gesto politico dimostrativo per convincere quei Paesi a fare la loro parte. Se non la faranno, avrà senso tagliare i nostri contributi all'Europa. Tutto questo è politica «difensiva». Ma nel frattempo, attraverso una formazione adeguata, cominciamo a inquadrare i migranti in regola come un'opportunità per la nostra economia. E per farlo, coinvolgiamo le più grandi e responsabili aziende nazionali.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo