Milano Zucchero e Catrame, il nuovo Apple store è la dimostrazione che questa è una città pulsante

Lo stanno ancora costruendo, ma il negozio del colosso hi tech che sorgerà in Piazza Liberty mi ha acceso l'anima: Milano non resta ferma, qui le cose succedono davvero

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Toop Toop, Cassius.

Arrivato a questo punto, posso comunicarvi ufficialmente, senza urlarlo troppo, che inizio a orientarmi per le vie di Milano. È una strana sensazione, ma, in linea di massima, riesco ad arrivare da casa al Duomo in maniera abbastanza agile. Vi garantisco che per uno come me questa è una reale conquista, come per gli umani comprendere profondamente la vastità del cosmo. In una delle mie camminate, l'altro giorno, sono capitato in Piazza Liberty e ho scoperto che proprio lì sorgerà l'Apple Store. Lo stanno costruendo al buio, nel senso che tutto il cantiere è completamente coperto, lasciando la vivibilità degli abitanti e di chi passa quasi intatta.

Più Popolare

Perché mi ha colpito? Perché cercando di non fare gratuitamente lo snob, penso che il progetto architettonico che hanno messo in piedi, e che si vede fuori il cantiere, sia una vera e propria opera di design. E non solo. Intanto lo store non si vedrà in superficie. Ci sarà un grande anfiteatro da poter vivere in relax e al di sotto ci sarà tutto l'universo Apple. In più, in base ad accordi con il Comune, verranno organizzati eventi a sfondo culturale per tutta la cittadinanza. Una bella idea, che mi ha acceso l'animo.

Penso che le grandi città, pur mantenendo la propria anima e le proprie abitudini, siano disposte ad accogliere nel proprio centro opere come questa. Non è semplicemente globalizzazione o sfruttamento commerciale, ma anche essere focalizzati sull'oggi. Quanti di voi, a New York, hanno fatto una visita all'Apple Store sulla 5th Avenue? Una struttura sotterranea, che prende luce da una piccola piramide di cristallo posta davanti all'Hotel Plaza. Geniale.

Non ci trovo nulla di male, anzi, penso che sia giusto che grandi multinazionali realizzino opere e strutture per i loro interessi, ma che in cambio regalino alla città qualcosa di bello e innovativo. Aperto a tutti. Sono un amante delle città che pulsano, che non rimangono ferme, che non vivono in maniera conflittuale il tempo che passa. L'importante è avere in testa buone idee per la comunità. Non è scendere semplicemente a compromessi con chi porta capitali e investe, ma dialogare e trovare un punto d'incontro nel rispetto di tutti.

A Milano succede.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
L'età giusta per il sesso orale (e la crostata)
C'è una prima volta per tutto, come dimostrano le storie di due giovani attrici: Rooney Mara e Sophie Turner
Per Gwyneth Paltrow non c'è malanno o accoacco di vecchiaia che non possa essere curato dalla giusta combinazione di integratori, complessi vitaminici e creduloneria: è tutto in vendita su Goop.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gwyneth, lasciami invecchiare in pace
Le conversazioni tra amiche sembrano i bollettini di un'epidemia, ognuna ha una diagnosi: la noia è mortale
Salute sanità gratuita Italia assicurazione America
Firme
CONDIVIDI
Che fortuna noi italiani con la sanità gratuita
Siamo così abituati a questa finzione che ci sembra ovvio pagare le tasse come un'italiana e l'assicurazione come un'americana
Menopausa argomento conversazioni happy hour donne over 40
Firme
CONDIVIDI
Menopausa, l'argomento da happy hour delle over 40
Verso i 50 anni è il topic principe degli happy hour fra donne, ma sentirne parlare per una che non ci è entrata è terrorizzante
Firme
CONDIVIDI
Ecco perché Ambra che bacia Allegri ci traumatizza
L'ex ragazzina di Non è la Rai pomicia con l'allenatore della Juventus, cinquantenne, ma la nostra «bambina» ha ormai quarant'anni
Donnarumma esame di maturità: se i figli fanno come lui è solo colpa vostra
Firme
CONDIVIDI
Se i figli fanno come Donnarumma è solo colpa vostra
Io da piccola somigliavo a Drew Barrymore, non per questo ritenevo fosse congruo sottrarmi all'esame di quinta elementare
Pharrell Williams e sua moglie Helen Lasichanh sono diventati da poco genitori di tre gemelli, ma il cantante di Happy dice di non aver mai cambiato un pannolino: ecco come convincere anche i padri più pigri ad alzarsi di notte.
Firme
CONDIVIDI
Cara Helen, bisogna addestrare i padri (come Pharrell)
Soprattutto di notte: non importa quanto stanchi siano, per fare alzare i maschi dal letto dopo la mezzanotte funziona un solo argomento
Esodo estate vacanza anziani in città
Firme
CONDIVIDI
È iniziato l'esodo estivo, ma qualcuno non parte
Mentre felici prepariamo la fuga, pensiamo a chi non andrà in vacanza: gli anziani, lasciati in balia del Ferragosto, e i precari a vita
Migranti emergenza piano Ue chiusura porti
Firme
CONDIVIDI
Sempre più migranti verso l'Italia, l'invitante terra di mezzo
Complici l'estate e il mare calmo, gli sbarchi aumentano e il nostro Paese è in prima linea, ma nessun blocco navale può risolvere...
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, la dolce bellezza della solitudine
Mi sono accorto che dal primo luglio, Milano si trasforma nella città dei papà, che fingono tristezza nel rimanere soli