Milano Zucchero e Catrame, qui l'arte mi fa rosicare

L'arte e la cultura, in città, qualunque essa sia, non sono semplicemente una possibilità per la comunità, ma un'educazione al bello che migliora ognuno di noi

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Fly away with me, Tom Walker.

Nelle liste incrociate fatte da tutti i miei amici milanesi con «Le cose che devi fare a Milano altrimenti sei uno sfigato», la Fondazione Prada compare in tutte. Dalla prima all'ultima. Poi è successo che la vita ha vinto, la routine anche, corri di qua e corri di là, e alla fine ho sempre scelto di fare altro, rimandando l'appuntamento. Ieri, però, nonostante un caldo che solo a Roma e a Tangeri, accompagnato da un mio caro amico berbero, siamo andati con il suo "cammello a due ruote" a vedere la mostra: TV 70: Francesco Vezzoli guarda la Rai.

Più Popolare

Appena sono entrato non sono riuscito a godermi la mostra pienamente, vuoi perché mi sono perso iniziando dalla sala finale, vuoi perché per un romano a Milano rendersi conto che dei privati hanno investito così tanti soldi per trasformare un'ex distilleria in uno straordinario polo culturale, mi ha fatto rosicare. Lo dico da romano, ovviamente. Una città come Roma, la capitale, che - nonostante tutto - ha decine di imprenditori che avrebbero la forza economica di condividere la loro ricchezza con iniziative simili, continuano a costruire palazzi di merda (scusate il francesismo) e basta. L'arte, la cultura, la creatività, in città, qualunque essa sia, non sono semplicemente una possibilità per la comunità, ma un'educazione al bello che migliora ognuno di noi.

Ecco,la Fondazione Prada è una di quelle strutture da farti sentire fiero di essere italiano. Maestosa, imponente, internazionale.

Non dico altro. Ci siete sicuramente stati, vero?

Advertisement - Continue Reading Below

Torniamo alla mostra.

Non so la natura del vostro rapporto con la Tv - la detestate, la amate eccetera eccetera - ma una volta usciti dal percorso messo in piedi da Francesco Vezzoli, non potrete fare a meno di riflettere. La mostra racconta le produzioni Rai degli anni '70 sottolineando il carattere anarchico-rivoluzionario di quegli anni. Una bomba! È come se la politica avesse sottovalutato la potenza del mezzo televisivo, lasciando inconsapevolmente una libertà creativa pazzesca, aprendo le porte ad artisti, autori, registi. Vedendo gli spezzoni scelti dalle teche Rai sembra di essere davanti a opere di Visual Art. Da Cicciolina a Grace Jones, da Amanda Lear a Raffaella Carrà, Mina e Patty Pravo, le donne sono le protagoniste assolute della rivoluzione culturale di quegli anni. Una mostra che vi consiglio e che inevitabilmente, sulla via di casa, vi suggerirà una domanda: ma se la Tv è lo specchio dei nostri tempi, noi, a che punto siamo?

More from Gioia!:
Hillary Clinton con Anna Wintour
Firme
CONDIVIDI
Anche Hillary Clinton ha il suo complesso (come noi)
Ci sono quelle che ti umiliano a forza di plank per gli addominali e quelle cui basta uno sguardo, come Anna Wintour
Femminicidio e libertà delle ragazze
Firme
CONDIVIDI
Femminicidi, le ragazze devono essere libere
L'amore non ordina e non vieta, le ragazze non devono avere padroni
Nessun avevva dubbi su quale fosse la natura della relazione di Katie Holmes e Jamie Foxx, ma dopo quattro anni l'embargo è stato sollevato, e ora possono farsi fotografare in pubblico.
Firme
CONDIVIDI
Katie e Jamie: storia di un amore segreto
Dopo quattro anni di smentite la storia con Jamie Foxx è confermata, ma riuscirà l'amore a sopravvivere all'ufficialità?
serie-tv-problema-di-coppia-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Le serie tv ora sono un problema di coppia
Le mie amiche si annoiano con Narcos, i mariti si addormentano con Fleabag, ma divani separati mai: cominci con Netflix e poi...
Firme
CONDIVIDI
Figli: fino a che età è giusto mantenerli?
I figli hanno diritto ad essere mantenuti fino a una certa età, i genitori, d'altra parte, a scaricarli dopo una certa età
Insieme al marito Mark Zuckerberg, Priscilla Chan ha scritto su Facebook una lettera, alla neonata figlia secondogenita, piena di buoni sentimenti e riassumibile in: stai lontana da Facebook
Firme
CONDIVIDI
Cara Priscilla, devi comprare un giardino più grande (per Mark)
O qualunque altra cosa possa servire a tenerlo lontano da Facebook
Bruce Springsteen concerto Broadway
Firme
CONDIVIDI
Quando il desiderio rimane in standby
E poi cerchi di consolarti dicendoti che lo spettacolo di Bruce Springsteen sarà insignificante
Firme
CONDIVIDI
Anche una pacca sul sedere è molestia sessuale
La popstar ha vinto in tribunale contro un dj che l'aveva palpeggiata: anche questo è un abuso, che non può essere accettato o sminuito
Helen Mirren film Paolo Virzì
Firme
CONDIVIDI
Niente «cose da vecchia» per Helen Mirren se il regista è Virzì
L'attrice 71enne recita in Elle & John, film «di malati terminali», e Paolo Virzì le ha spiegato un'ovvietà: si ammalano anche i giovani
Jerry Lewis ricordo inventore di tutto
Firme
CONDIVIDI
Omaggio a Jerry Lewis, l'inventore di tutto
Celebre per le sue smorfie, ha avuto tante intuizioni geniali: come un film, mai uscito, che raccontava la stessa storia di La vita è bella