Curvy: non offendiamoci se la stampa ci chiama culone

Alla fine bisogna decidersi: se una abbraccia il partito del «mi piaccio come sono», non può prendersela se la stampa la etichetta come «una taglia forte»: vale per Amy Schumer, Lena Dunham e Kate Winslet

Le attrici si agitavano molto meno prima, quando a Hollywood toccava essere giovani, rispetto a ora, che è questione di taglia e l'egemonia apparente è delle culone. La conquista del territorio da parte di quelle che non sono mai entrate in una 42 è avvenuta a botte d'immedesimabilità: la meraviglia di essere simili, io povera disgraziata e tu multimilionaria, entrambe guardate male da commesse che temono lo sfondamento delle lampo delle gonne che ci ostiniamo a voler provare. Ma ogni egemonia si nutre dell'atteggiarsi a vittima: il tuo carnefice è la stampa che vuole smagrirti, mentre tu sei un'orgogliosa culona che ribadisce ogni minuto che si piace così com'è. 

Advertisement - Continue Reading Below

Il mese scorso Lena Dunham aveva fatto una piazzata perché un giornale spagnolo aveva messo in copertina una sua foto ritoccata (un classico: la parte dell'indignata d'essere stata resa più alta e più magra l'aveva già interpretata Kate Winslet anni fa). Il giornale le aveva risposto con un cortese giro di parole riconducibile a: ciccia, a noi la foto è arrivata così direttamente dal fotografo, al limite gliel'avevi fatta ritoccare tu prima. Lena ha impapocchiato una contorta risposta sulla colpa dei giornali (e ti pareva) che a furia di ritoccarla le hanno reso irriconoscibile il suo stesso corpo. 

Più Popolare

Ora tocca ad Amy Schumer, indignata perché l'edizione americana di Glamour l'ha messa in una lista di «donne che ci ispirano». Sul numero speciale taglie forti. Naturalmente Amy (come Lena, come Kate) vuole proteggere le ragazzine che la vedono definita "taglia forte" e magari sono come lei e si complessano. Generosamente preoccupata per le adolescenti, mica nervosa perché le hanno dato della culona sulla copertina d'un giornale. 

Senza mettersi a ridere, Amy ci spiega poi che le taglie forti sono dalla 16 (una 52 italiana) in su, e lei invece sta tra la 6 e la 8. Tra la 42 e la 44. Purtroppo tocca scegliere: o fate di voi stesse un manifesto del «mi piaccio come sono», o vi calate le taglie. Ci sono stati anni felici (o se non felici almeno sottili) in cui entravo nella 42, cara Amy: il mio punto vita d'allora misurava come il tuo girocoscia d'adesso. Dammi retta: la taglia si vede, calarsi gli anni è più ragionevole. 

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
L'idea del matrimonio giusto è anacronistica
L'idea di garantirsi sicurezza e prestigio sposando un buon partito è anacronistica e svilente, e fa male alle donne
La vita di Victoria Beckham, e di tutta la famiglia più posh d'Inghilterra, è un po' come la nostra, e somiglia a quello che succede sui social: c'è chi ride, chi piange, e chi non sa quello che dice.
Firme
CONDIVIDI
Cara Victoria, la vita vera non è facile
L'ostinazione delle celebrità a fingersi normali sui social network ha convinto noi normali a comportarci come celebrità
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, 3 posti magici che rendono unica l'estate
Milano non è solo il Duomo o la Pinacoteca di Brera, c'è molto di più: d'altra parte, questa città non si mostra subito, va scoperta pian...
Firme
CONDIVIDI
L'età giusta per il sesso orale (e la crostata)
C'è una prima volta per tutto, come dimostrano le storie di due giovani attrici: Rooney Mara e Sophie Turner
Per Gwyneth Paltrow non c'è malanno o accoacco di vecchiaia che non possa essere curato dalla giusta combinazione di integratori, complessi vitaminici e creduloneria: è tutto in vendita su Goop.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gwyneth, lasciami invecchiare in pace
Le conversazioni tra amiche sembrano i bollettini di un'epidemia, ognuna ha una diagnosi: la noia è mortale
Salute sanità gratuita Italia assicurazione America
Firme
CONDIVIDI
Che fortuna noi italiani con la sanità gratuita
Siamo così abituati a questa finzione che ci sembra ovvio pagare le tasse come un'italiana e l'assicurazione come un'americana
Menopausa argomento conversazioni happy hour donne over 40
Firme
CONDIVIDI
Menopausa, l'argomento da happy hour delle over 40
Verso i 50 anni è il topic principe degli happy hour fra donne, ma sentirne parlare per una che non ci è entrata è terrorizzante
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, questa è la città in cui voglio sempre tornare
L'aspetto più affascinante dell'estate è sempre il ritorno, perché c'è sempre quella sensazione di aver vissuto qualcosa di potente ma di...
Firme
CONDIVIDI
Ecco perché Ambra che bacia Allegri ci traumatizza
L'ex ragazzina di Non è la Rai pomicia con l'allenatore della Juventus, cinquantenne, ma la nostra «bambina» ha ormai quarant'anni
Donnarumma esame di maturità: se i figli fanno come lui è solo colpa vostra
Firme
CONDIVIDI
Se i figli fanno come Donnarumma è solo colpa vostra
Io da piccola somigliavo a Drew Barrymore, non per questo ritenevo fosse congruo sottrarmi all'esame di quinta elementare