Kirk Douglas, Anne e il matrimonio perfetto

Per il loro 63esimo anniversario di nozze l'attore e la sua seconda moglie, Anne Buydens, si sono regalati un libro che raccoglie le loro lettere d'amore, e molte altre perle

Più Popolare

Qualcuna di voi sa che anni fa scrissi un libro sull'adulterio, su come noi europei siamo molto più adulti nell'approcciarlo rispetto agli americani. Se su quel libro mi intervistava qualche americano, vedevo mandibole cadere a terra all'idea che, in un matrimonio di lunga durata, il tradimento sia parte del pacchetto, e la monogamia nei secoli dei secoli sia impossibile (non per nulla è un concetto inventato quando si moriva a cinquant'anni).

Advertisement - Continue Reading Below

Poi è arrivata Anne Buydens, francese sposata da 63 anni (non è un refuso: sessantatré) con un signore che si chiama Kirk Douglas e ha fatto la storia di Hollywood. Quando si sono incontrati, lui aveva già due figli dalla prima moglie. Adesso lui ne ha compiuti 100 (non è un refuso: cento), e i due si sono fatti un regalo: un libro che raccolga le lettere d'un matrimonio riuscito. Kirk and Anne: Letters of love, laughter, and a lifetime in Hollywood contiene molte perle, nonché la miglior risposta alle vestali della monogamia indignate dai costumi coniugali europei. «Sono europea: sapevo che la fedeltà totale è irrealistica in un matrimonio», scrive Anne. Trent'anni fa il giovane settantenne Kirk Douglas scrisse un'autobiografia. Raccontava, col permesso della moglie, alcune delle sue storielle, da come ci aveva provato a vuoto con Lauren Bacall al flirt che aveva avuto con Christina Crawford (la figlia di Joan che scrisse Mammina cara). Il commento della moglie che gli aveva dato il permesso di raccontare i diversivi con le altre è: «Sono certa che sia stato quel candore a fare del libro un bestseller».

Più Popolare

Probabilmente c'entra l'aver trascorso tutta la vita nel cinema (Anne era un'addetta stampa, le affidarono Kirk sul set di Atto d'amore, a Parigi), ma il matrimonio dei Douglas è una sceneggiatura perfetta, e un manuale per aspiranti all'eternità di coppia. È tutto favoloso, dalla prima volta in cui lui la invita con certi amici suoi in un ristorante chic, e lei «No grazie, preferisco andare a casa a farmi due uova» («'sta stronza», racconta d'aver comprensibilmente pensato lui, «io sono una star del cinema»); alle nozze durante cui lei avrebbe confuso lawfully con awfully, mutando la formula «mio marito di fronte alla legge» in «orrendamente mio marito»; a quella volta che litigarono perché lei non si fidava degli aerei privati e lui prese un volo di linea ma odiandola, e l'aereo privato su cui avrebbe dovuto volare era quello di Mike Todd, l'allora marito di Liz Taylor. Che si schiantò, e Kirk si salvò. È tutto perfetto, e nella prefazione Michael Douglas rievoca la madre, la prima signora Douglas, Diana: Anne la chiamava «la nostra ex moglie». Manca solo qualcuno che chieda a Catherine Zeta-Jones se anche lei chiama così quella che l'ha preceduta.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Quando sposarsi era meglio che lavorare
Oggi il concetto stesso di «tenore di vita» è ridicolmente antiquato: chi può denunciare in tribunale la crisi economica?
Firme
CONDIVIDI
Nel degrado di Roma nessuno è innocente
Cambiano i sindaci ma la capitale è sempre sporca, i cittadini non fanno la raccolta differenziata e i politici si rimpallano le...
matteo-maffucci-zero-assoluto-foto
Firme
CONDIVIDI
Benvenuti a Milano, dove le minicar NON esistono
Mi sono ripromesso di non fare paragoni tra Milano e Roma: ma come si fa a non soffermarsi su alcuni dettagli?
Firme
CONDIVIDI
Per fare la moglie ci vuole una certa vocazione
Non ho simpatia per le ex mogli che spremono i mariti, ma ho a cuore le altre gettate via dopo tante rinunce
Firme
CONDIVIDI
«Non so scegliere fra marito e amante»
«Lo tradisco, ma gli voglio bene»: prima di mollare un coniuge devoto bisogna capire se l'eros resisterebbe alla vita vera
matteo-maffucci-zero-assoluto
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, nel regno dei maghi
Il mio amico me l'aveva detto: «Vai a vedere questo posto, non è un semplice negozio di magia...»
Firme
CONDIVIDI
Così Macron ha conquistato la Francia
Senza esperienza, senza partito, senza grandi doti comunicative: l'ha votato chi non vuole cedere all'estremismo
Firme
CONDIVIDI
Anna e la cronaca semi-seria della malattia
Anna Savini ha raccontato in un libro la sua lotta contro il cancro: una storia bella e necessaria a chi ne sta vivendo una simile
È tornata la stagione del bikini, e puntuali spuntano le foto non ritoccate dal Messico: il sedere di Kim Kardashian è il più chiacchierato del web.
Firme
CONDIVIDI
Cara Kim, ho capito cosa significa il tuo sedere
La reazione alla tua (peraltro prevedibile) cellulite racconta più di noi che di te, che sei una purista della menzogna
Firme
CONDIVIDI
Non prendete esempio da Serena Williams
Era incinta quando ha vinto gli Australian Open, ma se qualcuno ancora osa indicarla come un esempio positivo, mi metto a urlare