Meghan Markle, quante cose devi ancora imparare!

La promessa fidanzata del principe Harry ha chiuso il suo blog e si prepara alla vita di corte: non sarà facile

Più Popolare

Cara Meghan,

hai ancora tutto da imparare.

L'altra settimana hai chiuso il tuo blog di vita fotogenica – The Tig, disinvolto nomignolo di "Tignanello" – per concentrarti sugli altri grandi progetti che ti appassionano «come la beneficenza», che nel linguaggio segreto delle aspiranti principesse – lo so che è diventata una parolaccia, che tu sei una ragazza ribelle e una femminista emancipata, e che persino la Bella prigioniera della Bestia si sente in dovere di strillare «Io non sono una principessa» prima di farsi venire un attacco di sindrome di Stoccolma, ma Harry è un principe certificato, e quindi – nel linguaggio delle principesse, dicevo, significa: con la plebe ho chiuso, grazie di tutto.

Advertisement - Continue Reading Below

Più Popolare

Disgraziatamente ti aspetta comunque una vita di rincorsa, e non per questioni di asse ereditario. Ho avuto l'esatta percezione della tragicità del tuo destino pensando al trasloco a Kensington Palace prossimo venturo. La prima volta che sei stata invitata era Natale, e dovevi fare un regalo a Kate Middleton. Non esiste in natura compito più impervio: certa gente ha tutto, tranne l'abilità di reprimere la disapprovazione. E la tua scelta finale – un diario dei sogni, santi numi – è sintesi elegante di quell'irrisolvibile sconforto. Posso solo immaginare il disagio al momento dello scambio.

Kate Middleton non ha mai avuto un blog di buoni consigli – mica doveva diventare famosa – ma sarà senz'altro sua premura aiutarti a migliorare ogni aspetto della tua sopravvivenza, privata e pubblica. Sei fortunata ad averla come dirimpettaia, se ci pensi. Lei conosce le risposte a tutte le domande: quanti articoli sul riscaldamento globale leggere per fare colpo su Carlo, come impostare la privacy di Instagram per non lasciare tracce, con quale coltello sbucciare le mele gialle di Highgrove. Sa persino come improvvisare piccoli momenti di titubanza, per rendere più credibile l'impianto granitico dell'infallibilità.

Questa ossessione per la competenza proiettata affliggeva un tempo i luoghi di discussione dell'internet primordiale, pozzi profondissimi di solo testo dove pochi maniaci passavano le notti a dimostrare di aver ragione. Adesso la disponibilità di Google ha reso implacabile qualunque saputello. Guai a te se non fai yoga prima dell'alba, mangi avocado del supermercato, sbagli la temperatura del Tignanello. C'è sempre qualcuno che ha letto più recensioni di te. (Ma non di Kate, che le fa leggere tutte a un lacché e poi riassumere in Excel). A chi ha una vita così ben organizzata, rimane un sacco di tempo per occuparsi della tua.

More from Gioia!:
Cersei Lena Headey Il trono di spade
Firme
CONDIVIDI
Cara Lena Headey, dobbiamo parlare di Cersei Lannister
So poco di lei, la regina del Trono di spade, ma abbastanza per decidere che è la sola, in quel mucchio di scappati di casa, a meritare una...
Emergenza migranti: tutti addosso allo scafista
Firme
CONDIVIDI
Emergenza migranti: dagli allo scafista
È lui il nuovo nemico assoluto: fermarlo è la priorità, la causa comune che ci autorizza a buttare a mare tutto il resto
Firme
CONDIVIDI
Facebook, il cimitero delle nostre illusioni
La funzione «Accadde oggi» ti ricorda cosa scrivevi tot anni fa: così scopri quanto sono scemi quelli che ti sembravano intelligenti
Primo amore da vivere senza riserve
Firme
CONDIVIDI
Primo amore: vivilo senza riserve
Altri ne verranno, di amori che tolgono il respiro, ma nessuno avrà la forza dirompente e fiduciosa di questo, acerbo e senza codici
femminicidio: per le donne uccise dagli uomini l'allarme non scatta mai
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: per le donne l'allarme sicurezza non scatta mai
S'allunga la lista delle donne uccise dagli uomini che stavano loro accanto, ma si fa finta che le emergenze nazionali siano altre
Kaia Gerber, La figlia di Cindy Crawford è uno schianto, fa la modella, rilascia dichiarazioni ragionevolmente giudiziose, ma ecco perché non sarà mai irripetibile come la madre.
Firme
CONDIVIDI
Cara Cindy, tua figlia non sarà mai bella come te
La fotogenia si eredita, il mestiere si impara, l'irripetibilità è un accidente
Firme
CONDIVIDI
E tu dov'eri quando è morta la principessa Diana?
Lady D era il pezzetto di cultura popolare che univa noi e le nostre nonne: è scomparsa 20 anni fa, il 31 agosto 1997
nomofobia
Firme
CONDIVIDI
Compito per le vacanze: spegnere lo smartphone
Quando comincerete ad assaporare l'ebbrezza della non reperibilità vuol dire che ne siete fuori: si chiama ritorno alla vita, ed è...
Sostiene Monica Lewinski che gli uomini nuovi (come Brad Pitt o il principe Harry) sono finalmente diventati profondi, affascinanti, vulnerabili, e financo femministi: ma siamo sicure sia una vittoria?
Firme
CONDIVIDI
Cara Monica, la lagna è come l'amore: non si divide, si moltiplica
Capisco il sollievo del mal comune, ma non condivido il mezzo gaudio per l'improvvisa familiarità che certi famosi ostentano col crepacuore
Firme
CONDIVIDI
Se la celeb sembra (ma non è) una di noi
La prima fu Diana, l'ultima è Angelina Jolie che, forse per la crisi dei 40, dichiara di piangere nella doccia per non far preoccupare i...