Meghan Markle, quante cose devi ancora imparare!

La promessa fidanzata del principe Harry ha chiuso il suo blog e si prepara alla vita di corte: non sarà facile

Più Popolare

Cara Meghan,

hai ancora tutto da imparare.

L'altra settimana hai chiuso il tuo blog di vita fotogenica – The Tig, disinvolto nomignolo di "Tignanello" – per concentrarti sugli altri grandi progetti che ti appassionano «come la beneficenza», che nel linguaggio segreto delle aspiranti principesse – lo so che è diventata una parolaccia, che tu sei una ragazza ribelle e una femminista emancipata, e che persino la Bella prigioniera della Bestia si sente in dovere di strillare «Io non sono una principessa» prima di farsi venire un attacco di sindrome di Stoccolma, ma Harry è un principe certificato, e quindi – nel linguaggio delle principesse, dicevo, significa: con la plebe ho chiuso, grazie di tutto.

Advertisement - Continue Reading Below

Più Popolare

Disgraziatamente ti aspetta comunque una vita di rincorsa, e non per questioni di asse ereditario. Ho avuto l'esatta percezione della tragicità del tuo destino pensando al trasloco a Kensington Palace prossimo venturo. La prima volta che sei stata invitata era Natale, e dovevi fare un regalo a Kate Middleton. Non esiste in natura compito più impervio: certa gente ha tutto, tranne l'abilità di reprimere la disapprovazione. E la tua scelta finale – un diario dei sogni, santi numi – è sintesi elegante di quell'irrisolvibile sconforto. Posso solo immaginare il disagio al momento dello scambio.

Kate Middleton non ha mai avuto un blog di buoni consigli – mica doveva diventare famosa – ma sarà senz'altro sua premura aiutarti a migliorare ogni aspetto della tua sopravvivenza, privata e pubblica. Sei fortunata ad averla come dirimpettaia, se ci pensi. Lei conosce le risposte a tutte le domande: quanti articoli sul riscaldamento globale leggere per fare colpo su Carlo, come impostare la privacy di Instagram per non lasciare tracce, con quale coltello sbucciare le mele gialle di Highgrove. Sa persino come improvvisare piccoli momenti di titubanza, per rendere più credibile l'impianto granitico dell'infallibilità.

Questa ossessione per la competenza proiettata affliggeva un tempo i luoghi di discussione dell'internet primordiale, pozzi profondissimi di solo testo dove pochi maniaci passavano le notti a dimostrare di aver ragione. Adesso la disponibilità di Google ha reso implacabile qualunque saputello. Guai a te se non fai yoga prima dell'alba, mangi avocado del supermercato, sbagli la temperatura del Tignanello. C'è sempre qualcuno che ha letto più recensioni di te. (Ma non di Kate, che le fa leggere tutte a un lacché e poi riassumere in Excel). A chi ha una vita così ben organizzata, rimane un sacco di tempo per occuparsi della tua.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Un po' di Xanax e passa tutto
Un secolo dopo il Prozac che ci tirava su, ci serve una cosa che ci tiri giù (dall'ansia)
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, il nuovo Apple store dimostra che questa è una città pulsante
Lo stanno ancora costruendo, ma il negozio del colosso hi tech che sorgerà in Piazza Liberty mi ha acceso l'anima: Milano non resta ferma,...
Firme
CONDIVIDI
A proposito del matrimonio di Jessica Chastain
I giornali americani hanno esaltato il fatto che il marito è nobile: contessa è un titolo più monetizzabile di star di Hollywood?
Firme
CONDIVIDI
Litigare per lo ius soli non è Smart
L'Italia è il Paese della burocrazia, però a noi di Gioia! piace la gente sveglia, che fa: per loro abbiamo creato gli Smart awards
Dopo la nascita dei gemelli Elle e Alexander, Amal e George Clooney si accorgeranno che le altre mamme hanno sempre ragione: sono uscite dai forum di internet e hanno conquistato il mondo.
Firme
CONDIVIDI
Cara Amal, difendici dalle mamme
Ti accorgerai presto che il mondo è diventato un gigantesco circolo di madri che sanno tutto, prima, e meglio di te
Firme
CONDIVIDI
Perché gli alberghi sono peggio degli amanti
Ho tradito il mio solito hotel con un cinque stelle lusso e, come tutte le fedifraghe, mi sono pentita
Milano Zucchero e catrame come sopravvivere al caldo (la triste verità)
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, ma allora fa caldo!
«Milano città del nord e quindi fresca» mai luogo comune è stato più errato e lo scopri (tristemente) solo vivendoci
Firme
CONDIVIDI
Multitasking non è un complimento
Andare in corto circuito, fino a dimenticare un bambino in auto: ma a mandarci in tilt sono le aspettative sociali
Dopo anni passati a essere considerata una rovinafamiglie, la duchessa di Cornovaglia Camilla Parker Bowles ha guadagnato il titolo di regina d'Inghilterra e dei modelli da imitare.
Firme
CONDIVIDI
Cara Camilla, sei la nostra regina
Perché ci hai insegnato le virtù della pazienza, e il segreto della felicità
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, le cose che odio di questa città che amo
Mi fa sentire a casa, ma ci sono certe questioni di questo posto che proprio non mi vanno giù: i citofoni tecnologici, le zanzare, i numeri...