Fine di un amore: piangi perché ti ha lasciato ma vinci tu 6 a 1

«Sono disperata e piango, piango, piango»: perdendo hai vinto, grande partita, non sciuparne l'eleganza

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it . Ecco il suo consiglio a una ragazza disperata per la fine di un amore.

La lettera

«Sono disperata, non dormo. Vorrei morire, vorrei che morisse. Ho chiesto un'aspettativa al lavoro per stare male in pace. Lo conoscevo da un anno e non mi ero mai accorta di lui. Tutto è cominciato con uno sguardo. Ed è scoppiato l'amore. Sei mesi di euforia, risate, sesso fantastico, e in un attimo mi ha lasciato. È finito il mondo. Sono uno straccio, faccio i conti: ho perso tempo, energia, illusione e piango, piango, piango». (Ely)

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

Brava, piangi. Pare che piangere faccia un gran bene alla salute. Molto peggio il dolore asciutto, senza lacrime. Ma intanto che piangi tutto il piangibile, visto che ti sei messa a fare i conti, facciamoli davvero, coi guadagni e le perdite.

Entrate: 1. Innamorandoti, tutte le forze sono venute a te, una nuova Ely coi superpoteri. 2. Grande occasione per buttare all'aria i calcoli e rischiare. Ogni cosa illuminata, una passata di Argentil su ogni giorno. 3. Nel pieno dell'amore non te ne fregava più niente della morte, ti sembrava di scavalcare con un salto la condizione umana. 4. La benedizione del desiderio, amore e sesso insieme, più raro di una vincita all'Enalotto. 5. Nel suo sguardo ti sei vista amabile in un modo che non sapevi, ma ora lo sai, e ti resta. 6. Produzione costante di endorfine.

Perdite: Che sia finita. Uno a sei, il profitto è schiacciante. Perdendo hai vinto. Grande partita, non sciuparne l'eleganza.

More from Gioia!:
Primo amore da vivere senza riserve
Firme
CONDIVIDI
Primo amore: vivilo senza riserve
Altri ne verranno, di amori che tolgono il respiro, ma nessuno avrà la forza dirompente e fiduciosa di questo, acerbo e senza codici
femminicidio: per le donne uccise dagli uomini l'allarme non scatta mai
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: per le donne l'allarme sicurezza non scatta mai
S'allunga la lista delle donne uccise dagli uomini che stavano loro accanto, ma si fa finta che le emergenze nazionali siano altre
Kaia Gerber, La figlia di Cindy Crawford è uno schianto, fa la modella, rilascia dichiarazioni ragionevolmente giudiziose, ma ecco perché non sarà mai irripetibile come la madre.
Firme
CONDIVIDI
Cara Cindy, tua figlia non sarà mai bella come te
La fotogenia si eredita, il mestiere si impara, l'irripetibilità è un accidente
Firme
CONDIVIDI
E tu dov'eri quando è morta la principessa Diana?
Lady D era il pezzetto di cultura popolare che univa noi e le nostre nonne: è scomparsa 20 anni fa, il 31 agosto 1997
nomofobia
Firme
CONDIVIDI
Compito per le vacanze: spegnere lo smartphone
Quando comincerete ad assaporare l'ebbrezza della non reperibilità vuol dire che ne siete fuori: si chiama ritorno alla vita, ed è...
Sostiene Monica Lewinski che gli uomini nuovi (come Brad Pitt o il principe Harry) sono finalmente diventati profondi, affascinanti, vulnerabili, e financo femministi: ma siamo sicure sia una vittoria?
Firme
CONDIVIDI
Cara Monica, la lagna è come l'amore: non si divide, si moltiplica
Capisco il sollievo del mal comune, ma non condivido il mezzo gaudio per l'improvvisa familiarità che certi famosi ostentano col crepacuore
Firme
CONDIVIDI
Se la celeb sembra (ma non è) una di noi
La prima fu Diana, l'ultima è Angelina Jolie che, forse per la crisi dei 40, dichiara di piangere nella doccia per non far preoccupare i...
Firme
CONDIVIDI
Vacanze: finalmente si parte!
Solo da noi l'estate viene vissuta con tale enfasi: qui si emigra letteralmente ed è tutto uno stress. Soprattutto al rientro
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, quando i saluti più veri sono quelli tra te e te
Milano si comporta come Roma, quando la lasci non ti saluta, ma devi salutarla tu: quando ero adolescente prendevo il motorino e andavo...
woody-allen-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Tutto quello che Woody Allen non ha mai detto sui gatti
«Preferirebbe stare mezz'ora in un ascensore al buio o una giornata in una suite piena di cani e gatti?». La sua risposta vi sorprenderà