Alexander Boettcher farà 23 anni di carcere, ma le vittime dell'acido hanno la vita distrutta

La condanna a 23 anni di carcere per Alexander Boettcher non allevia l'esistenza rovinata per sempre dei ragazzi sfigurati con l'acido

Più Popolare

Ventitré anni sono un terzo di una vita. Se ne hai già attraversato più di un quarto, te ne resta meno della metà. Alexander Boettcher, 31 anni, il mostro dell'acido, li passerà in carcere. Quando uscirà avrà superato i 50 e mi chiedo che persona sarà. Se avrà ancora quella faccia da bambolotto cattivo, gli occhi inespressivi, la mascella volitiva dei bellocci di certi B movie un po' datati, il cuore incassato sotto i muscoli come un bullone qualsiasi, una vite, un perno d'acciaio che serve a tenere in moto la macchina, niente di più, nessuna emozione, nessun pentimento, niente. Alla sentenza dell'XI sezione penale del Tribunale di Milano c'era anche Stefano Savi, sfigurato per sbaglio sotto casa, la sera del 2 novembre 2014, dal broker "vendicatore" e la fidanzata Martina Levato. La condanna a 23 anni del suo assalitore dovrebbe risarcirlo. «Giustizia è fatta. Mi sento sollevato». Sollevato, ha detto, non soddisfatto o felice o sereno. Perché quelle parole non riesce più a usarle. 

Advertisement - Continue Reading Below

Ventitré anni di reclusione sono tanti. Ma una vita mutilata per sempre, di più. Ci vuole una forza incredibile per riprenderla in mano e riscriverla, rimetterla sui binari, trovare dentro di sé le risorse per non deragliare. Ma anche per prendere dimestichezza con una nuova quotidianità e cercare di definirla normale. Stefano si è sottoposto fino a oggi a 16 interventi. Pietro Barbini, aggredito dall'ex compagna di liceo e dal suo amante la sera del 28 dicembre 2014, ha imparato a vivere come una routine le cure post operatorie – dalle creme ai massaggi, alla maschera cicatrizzante che lo tiene immobilizzato per ore – senza rinunciare ai suoi sogni. Il 5 maggio si laureerà a Boston, dove spera di andare a vivere. Aveva un viso bellissimo, prima dell'aggressione, da bravo ragazzo. Ma non ha permesso alla cicatrice che lo attraversa da parte a parte (e per cui Boettcher è stato già condannato a 14 anni) di rovinargli la vita. Anzi, in questi mesi ha riscoperto il rapporto col padre, che non lo molla mai. E ora che le conseguenze dell'ustione sono meno invalidanti, e si sta attenuando il bisogno di nascondersi, sta ridiventando bello. Bello in un modo nuovo.

Più Popolare

«Che apra la porta di casa e si mostri a tutti a testa alta. Perché è bellissimo», ha detto il suo papà. Gherardo Barbini ha vissuto di dolore e speranza in questi mesi, cercando di mettere insieme i pezzi di una storia senza senso. Poi il senso l'ha trovato dedicando il suo tempo a una onlus che raccoglie fondi per tutti gli ustionati che non possono permettersi le cure (si chiama ALMauST ed è stata fondata dal primario del Niguarda). Potevano perdersi Pietro e Gherardo, finirci a gambe e braccia legate dentro quello strazio senza forma né nome, come in un lago nero, invece si sono trovati. E si sono guadagnati il lieto fine. Ci stanno provando. 

More from Gioia!:
Per Gwyneth Paltrow non c'è malanno o accoacco di vecchiaia che non possa essere curato dalla giusta combinazione di integratori, complessi vitaminici e creduloneria: è tutto in vendita su Goop.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gwyneth, lasciami invecchiare in pace
Le conversazioni tra amiche sembrano i bollettini di un'epidemia, ognuna ha una diagnosi: la noia è mortale
Salute sanità gratuita Italia assicurazione America
Firme
CONDIVIDI
Che fortuna noi italiani con la sanità gratuita
Siamo così abituati a questa finzione che ci sembra ovvio pagare le tasse come un'italiana e l'assicurazione come un'americana
Menopausa argomento conversazioni happy hour donne over 40
Firme
CONDIVIDI
Menopausa, l'argomento da happy hour delle over 40
Verso i 50 anni è il topic principe degli happy hour fra donne, ma sentirne parlare per una che non ci è entrata è terrorizzante
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, questa è la città in cui voglio sempre tornare
L'aspetto più affascinante dell'estate è sempre il ritorno, perché c'è sempre quella sensazione di aver vissuto qualcosa di potente ma di...
Firme
CONDIVIDI
Ecco perché Ambra che bacia Allegri ci traumatizza
L'ex ragazzina di Non è la Rai pomicia con l'allenatore della Juventus, cinquantenne, ma la nostra «bambina» ha ormai quarant'anni
Donnarumma esame di maturità: se i figli fanno come lui è solo colpa vostra
Firme
CONDIVIDI
Se i figli fanno come Donnarumma è solo colpa vostra
Io da piccola somigliavo a Drew Barrymore, non per questo ritenevo fosse congruo sottrarmi all'esame di quinta elementare
Pharrell Williams e sua moglie Helen Lasichanh sono diventati da poco genitori di tre gemelli, ma il cantante di Happy dice di non aver mai cambiato un pannolino: ecco come convincere anche i padri più pigri ad alzarsi di notte.
Firme
CONDIVIDI
Cara Helen, bisogna addestrare i padri (come Pharrell)
Soprattutto di notte: non importa quanto stanchi siano, per fare alzare i maschi dal letto dopo la mezzanotte funziona un solo argomento
Esodo estate vacanza anziani in città
Firme
CONDIVIDI
È iniziato l'esodo estivo, ma qualcuno non parte
Mentre felici prepariamo la fuga, pensiamo a chi non andrà in vacanza: gli anziani, lasciati in balia del Ferragosto, e i precari a vita
Migranti emergenza piano Ue chiusura porti
Firme
CONDIVIDI
Sempre più migranti verso l'Italia, l'invitante terra di mezzo
Complici l'estate e il mare calmo, gli sbarchi aumentano e il nostro Paese è in prima linea, ma nessun blocco navale può risolvere...
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, la dolce bellezza della solitudine
Mi sono accorto che dal primo luglio, Milano si trasforma nella città dei papà, che fingono tristezza nel rimanere soli