La coppia malata dice amore ma vuole guerra

«Ci siamo traditi e siamo tornati insieme più volte, lasciandoci poi fra dispetti e tragedie»: prima che amanti siete duellanti, sapete amare solo distruggendovi e tu sei come lui, vuoi che il massacro duri

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a una donna che ha un rapporto complicato con il marito, al limite della distruzione.

La lettera

Per la nostra storia non basterebbe tutto il giornale. Io e lui, insieme da sempre. All'asilo già aggredì un bambino che mi guardava. Ci siamo sposati a 20 anni. Lui, geloso maniacale, mi spiava, provò a picchiarmi, ma fui io a rompergli il naso, che è rimasto storto. Finché cominciò a tradirmi con chi capitava, soprattutto per raccontarmelo. Intanto erano nati due figli. Ho sopportato finché erano piccoli, poi ho chiesto il divorzio e ho avuto degli amanti. Perché mi andava, ma anche perché lui ci moriva di rabbia. Siamo tornati insieme più volte, lasciandoci poi fra dispetti e tragedie. L'ultima non gliela perdono. Io non ne volevo più sapere, i figli erano stufi di noi e sono scappati a lavorare in Belgio. A quel punto lui mi seduce scientificamente, mi convince a tornare insieme, giura e spergiura, mi fa disdire l'affitto della casa… e alla fine mi ride in faccia, dicendo che ama un'altra. Lo odio. Il conto è rimasto aperto. Come posso vendicarmi?». (Dike)

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

Ma tu non ti vuoi vendicare una volta per tutte, tu vuoi la stessa cosa che vuole lui, continuare questa farsa dannosa fino all'ultimo giorno, tritando tutto quello che incontrate, compresi i figli, e gli amanti occasionali che sono solo pedine di un dramma odioso che mira solo al massacro. Prima che amanti siete duellanti. Questi amori sono guerre che durano una vita intera, mentre ti leggevo pensavo a Elisabeth Taylor e Richard Burton, condannati a inseguirsi ad amarsi a dilaniarsi a sposarsi a umiliarsi a lasciarsi a risposarsi, a una nostalgia rabbiosa dell'uno verso l'altra, fino all'ultimo respiro. Sapete amare solo distruggendovi. Non siete capaci di volervi bene. L'unica vendetta sarebbe ignorarlo, non interessarti più a lui. Una finzione che finirebbe male comunque. Ma vi piacete così. «Volgarità è essere dalla parte della propria degradazione». Buon inferno.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Quando sposarsi era meglio che lavorare
Oggi il concetto stesso di «tenore di vita» è ridicolmente antiquato: chi può denunciare in tribunale la crisi economica?
Firme
CONDIVIDI
Nel degrado di Roma nessuno è innocente
Cambiano i sindaci ma la capitale è sempre sporca, i cittadini non fanno la raccolta differenziata e i politici si rimpallano le...
matteo-maffucci-zero-assoluto-foto
Firme
CONDIVIDI
Benvenuti a Milano, dove le minicar NON esistono
Mi sono ripromesso di non fare paragoni tra Milano e Roma: ma come si fa a non soffermarsi su alcuni dettagli?
Firme
CONDIVIDI
Per fare la moglie ci vuole una certa vocazione
Non ho simpatia per le ex mogli che spremono i mariti, ma ho a cuore le altre gettate via dopo tante rinunce
Firme
CONDIVIDI
«Non so scegliere fra marito e amante»
«Lo tradisco, ma gli voglio bene»: prima di mollare un coniuge devoto bisogna capire se l'eros resisterebbe alla vita vera
matteo-maffucci-zero-assoluto
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, nel regno dei maghi
Il mio amico me l'aveva detto: «Vai a vedere questo posto, non è un semplice negozio di magia...»
Firme
CONDIVIDI
Kirk Douglas, Anne e il matrimonio perfetto
Per il loro 63esimo anniversario di nozze l'attore e sua moglie si sono regalati un libro che raccoglie le loro lettere d'amore, e molte...
Firme
CONDIVIDI
Così Macron ha conquistato la Francia
Senza esperienza, senza partito, senza grandi doti comunicative: l'ha votato chi non vuole cedere all'estremismo
Firme
CONDIVIDI
Anna e la cronaca semi-seria della malattia
Anna Savini ha raccontato in un libro la sua lotta contro il cancro: una storia bella e necessaria a chi ne sta vivendo una simile
È tornata la stagione del bikini, e puntuali spuntano le foto non ritoccate dal Messico: il sedere di Kim Kardashian è il più chiacchierato del web.
Firme
CONDIVIDI
Cara Kim, ho capito cosa significa il tuo sedere
La reazione alla tua (peraltro prevedibile) cellulite racconta più di noi che di te, che sei una purista della menzogna