Kristen Stewart è il mio uomo ideale, anche se sono etero

Dacché l'attrice ha espresso inclinazioni gay mi basta guardarla per sentirmi immediatamente fluida, pur avendo un orientamento cento per cento etero: perché parlo di lei? Perché è la quintessenza dell'essere cool

Più Popolare

Kristen Stewart è il mio uomo ideale. Soprattutto ora che il nuovo taglio boysh l'avvicina di più - fisicamente - al prototipo tradizionale di maschio che abbiamo noi babbione cresciute nell'era geologica pre-agender, cioè al netto dei suffissi, gender e basta. Dove i maschi facevano i maschi anche se ci si sentivano poco e le femmine le femmine, con rafforzativi di api e fiori e gadgettistica rosa firmata Naj-Oleari. Non c'era scelta, era così. Le X e le Y del corredo genetico tracciavano "senza se e senza ma" le proprie traiettorie esistenziali e quelle indirizzate alla toilette. Con eccezioni, certo, ma poco sdoganate. Ora che Kristen non ha solo modi virili in tubini di chiffon, ma modi virili in outfit a la garçonne, mi basta guardarla per sentirmi immediatamente fluida, pur avendo un orientamento 100 per 100 etero, o solido, per dirla coi nuovi stati della materia antropologici.

Advertisement - Continue Reading Below

L'attrice ha espresso inclinazioni gay

Da sempre le donne sviluppano sentimenti di amore-ammirazione per proprie simili con qualcosa in più e Kristen è decisamente "più" in tutto. Non la solita diva patinata, ma l'antidiva che si porta appresso bellezza e fama con trasandata noncuranza. Ce n'è abbastanza per farsi odiare in democratica modalità pangender. E invece quasi sempre se ne resta ammaliati. Karl Lagerfeld l'ha reclutata tra le muse di Chanel, Hollywood l'ha promossa tra le star d'alta gamma, e il gossip ci campa sulle sue paparazzate. Quando, all'uscita di un party o di un Late Show, strizza gli occhi con la sigaretta in bocca, sfodera un'aria così spavalda e macha, che ti verrebbe voglia di averla se non come boyfriend almeno come poster nella cameretta per ricordare agli etero a cui ci è capitato di accoppiarci che si può essere tosti e protettivi senza specifiche d'orientamento e anagrafe. Con tutti gli annessi e connessi della specie. Dacché l'attrice ha espresso inclinazioni gay, ci ha dato dentro con tutti gli arretrati, e cambia fidanzate come calzini sporchi. La Stewart, diciamolo, è il nuovo Leo DiCaprio (non a caso l'ultimo flirt è una Victoria's Angel, campo nel quale il Revenant d'assalto ha sempre "pescato" indisturbato).

Più Popolare

Kristen Stewart è la quintessenza dell'essere cool

Perché parlo di lei? Perché è la quintessenza dell'essere cool. Cool è tutto ciò che è "giusto", figo, di tendenza, spesso unconventional e d'avanguardia. Dal debutto del velo in passerella al nuovo mercato che sta crescendo intorno alla voglia di griffe e di glamour della modest fashion musulmana: non solo business ma anche esperimento di inclusione e integrazione, passando da una jihab stilosa e colorata. Voglia di andare dove tutto accade? La meta è Los Angeles, che in pochi anni si è riciclata da mecca del cinema a cuore pulsante di tutti i fashion trend.

More from Gioia!:
femminicidio: per le donne uccise dagli uomini l'allarme non scatta mai
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: per le donne l'allarme sicurezza non scatta mai
S'allunga la lista delle donne uccise dagli uomini che stavano loro accanto, ma si fa finta che le emergenze nazionali siano altre
Kaia Gerber, La figlia di Cindy Crawford è uno schianto, fa la modella, rilascia dichiarazioni ragionevolmente giudiziose, ma ecco perché non sarà mai irripetibile come la madre.
Firme
CONDIVIDI
Cara Cindy, tua figlia non sarà mai bella come te
La fotogenia si eredita, il mestiere si impara, l'irripetibilità è un accidente
Firme
CONDIVIDI
E tu dov'eri quando è morta la principessa Diana?
Lady D era il pezzetto di cultura popolare che univa noi e le nostre nonne: è scomparsa 20 anni fa, il 31 agosto 1997
nomofobia
Firme
CONDIVIDI
Compito per le vacanze: spegnere lo smartphone
Quando comincerete ad assaporare l'ebbrezza della non reperibilità vuol dire che ne siete fuori: si chiama ritorno alla vita, ed è...
Sostiene Monica Lewinski che gli uomini nuovi (come Brad Pitt o il principe Harry) sono finalmente diventati profondi, affascinanti, vulnerabili, e financo femministi: ma siamo sicure sia una vittoria?
Firme
CONDIVIDI
Cara Monica, la lagna è come l'amore: non si divide, si moltiplica
Capisco il sollievo del mal comune, ma non condivido il mezzo gaudio per l'improvvisa familiarità che certi famosi ostentano col crepacuore
Firme
CONDIVIDI
Se la celeb sembra (ma non è) una di noi
La prima fu Diana, l'ultima è Angelina Jolie che, forse per la crisi dei 40, dichiara di piangere nella doccia per non far preoccupare i...
Firme
CONDIVIDI
Vacanze: finalmente si parte!
Solo da noi l'estate viene vissuta con tale enfasi: qui si emigra letteralmente ed è tutto uno stress. Soprattutto al rientro
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, quando i saluti più veri sono quelli tra te e te
Milano si comporta come Roma, quando la lasci non ti saluta, ma devi salutarla tu: quando ero adolescente prendevo il motorino e andavo...
woody-allen-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Tutto quello che Woody Allen non ha mai detto sui gatti
«Preferirebbe stare mezz'ora in un ascensore al buio o una giornata in una suite piena di cani e gatti?». La sua risposta vi sorprenderà
Firme
CONDIVIDI
La parità come la intendono a Hollywood
«Prendere delle modelle, coprirle di lividi e farne delle eroine d'azione, da mostrare nude»: succede a Charlize Theron in Atomica bionda