«Ho avuto una storia gay e ora sono tornato dalla mia ragazza: sono bisessuale?»

David ha riallacciato il rapporto con la fidanzata dopo avere avuto una relazione con un amico e lei gli chiede se è etero o gay: «Io tutta questa ansia della definizione non la capisco», perché tu cogli l'essenza dell'amore, cioè volere quella persona e nessun'altra

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a un ragazzo che ha avuto una storia gay ma poi è tornato con la sua fidanzata.

La lettera

«La mia ragazza mi aveva lasciato. Stavo dando i numeri. Ero così fuori che i miei avevano paura a lasciarmi solo. Mi hanno messo alle costole un amico. Lui riusciva a farmi ridere. Mi è stato molto vicino, anche troppo. Una sera ci siamo trovati abbracciati. Lui si è staccato, esterrefatto: ma allora siamo gay? Io invece non mi tormentavo per niente, non me ne importava di cosa ero, ma solo che mi amasse. Mi amava. Due mesi fra i più belli, ma lui insisteva, «Allora siamo gay…». Sempre quel ritornello. E io, ma ci stai bene con me, o no? Che te ne frega? Alla fine l'ho mollato. Qui ricapita la mia ragazza, che stranamente s'innamora di me un'altra volta. E ancora più stranamente, io di lei. Sa tutto, anzi la mia storia con l'amico mi ha reso più interessante, però pure lei si arrovellava, ma allora sei gay o etero? Alla fine ho detto «Bisessuale», e si è calmata. Io tutta questa ansia della definizione non la capisco». (David, 27 anni)

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

Questa ossessione moderna dell'identità sessuale: devi essere bianco o nero, se no chi vive di certezze si sente minacciato. E spunta finalmente il termine «bisessuale», limitativo quindi rassicurante, che acqueta la tua ragazza. In un mondo di definizioni, tu cogli l'essenza dell'amore: volere quella persona e nessun'altra, come nella mitologia fanno gli dèi, se si innamorano; donna, trans, liocorno, che m'importa? È lui (o lei) che voglio. Ma tu sei gay? E che ne so, da qui a stasera? Un amico che faceva poca differenza fra i sessi, alla domanda del padre bisognoso di sicurezze: «Ma tu preferisci gli uomini o le donne?», rispose: «Io m'innamoro sempre degli occhi, il resto viene dopo». Quando ero giovane, in un'altra vita, anch'io la mia identità sessuale non l'ho mai capita bene, né ci tenevo - mi innamoro anche di un coccodrillo, se mi fa ridere - ed ero incline all'uomo angelicato. E allora cos'ero, angelicale? L'uomo è tante cose.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Quando sposarsi era meglio che lavorare
Oggi il concetto stesso di «tenore di vita» è ridicolmente antiquato: chi può denunciare in tribunale la crisi economica?
Firme
CONDIVIDI
Nel degrado di Roma nessuno è innocente
Cambiano i sindaci ma la capitale è sempre sporca, i cittadini non fanno la raccolta differenziata e i politici si rimpallano le...
matteo-maffucci-zero-assoluto-foto
Firme
CONDIVIDI
Benvenuti a Milano, dove le minicar NON esistono
Mi sono ripromesso di non fare paragoni tra Milano e Roma: ma come si fa a non soffermarsi su alcuni dettagli?
Firme
CONDIVIDI
Per fare la moglie ci vuole una certa vocazione
Non ho simpatia per le ex mogli che spremono i mariti, ma ho a cuore le altre gettate via dopo tante rinunce
Firme
CONDIVIDI
«Non so scegliere fra marito e amante»
«Lo tradisco, ma gli voglio bene»: prima di mollare un coniuge devoto bisogna capire se l'eros resisterebbe alla vita vera
matteo-maffucci-zero-assoluto
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, nel regno dei maghi
Il mio amico me l'aveva detto: «Vai a vedere questo posto, non è un semplice negozio di magia...»
Firme
CONDIVIDI
Kirk Douglas, Anne e il matrimonio perfetto
Per il loro 63esimo anniversario di nozze l'attore e sua moglie si sono regalati un libro che raccoglie le loro lettere d'amore, e molte...
Firme
CONDIVIDI
Così Macron ha conquistato la Francia
Senza esperienza, senza partito, senza grandi doti comunicative: l'ha votato chi non vuole cedere all'estremismo
Firme
CONDIVIDI
Anna e la cronaca semi-seria della malattia
Anna Savini ha raccontato in un libro la sua lotta contro il cancro: una storia bella e necessaria a chi ne sta vivendo una simile
È tornata la stagione del bikini, e puntuali spuntano le foto non ritoccate dal Messico: il sedere di Kim Kardashian è il più chiacchierato del web.
Firme
CONDIVIDI
Cara Kim, ho capito cosa significa il tuo sedere
La reazione alla tua (peraltro prevedibile) cellulite racconta più di noi che di te, che sei una purista della menzogna