Milano Zucchero e Catrame, ho conosciuto un artista straordinario

Potete chiamarlo artigiano, artista, visionario, come vi pare. Fabrizio è una persona che, partendo dalla sua creatività, smonta oggetti o li recupera per costruirne altri. Bellissimi

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Baby di Devendra Banhart

A volte bisogna avere la forza di resistere. Sempre. Sempre. Sempre. Con coraggio, salvando la visione. La propria.

A Milano, questa settimana ho conosciuto Fabrizio. Sono andato a un mercatino (Fame Market, via de Castillia 26). Ci sono andato per caso, in preda alla voglia di scoprire qualcosa che potesse accendermi. Da Fabrizio l'ho trovata. Ho comprato un suo oggetto e tutto poteva finire lì. infatti me ne sono andato. Poi mi sono bloccato dopo pochi metri, sono tornato da lui, e gli ho chiesto se potevo vedere lo studio dove lavorava. Detto, fatto. Due giorni dopo ero da lui. Ma che cosa fa?

Più Popolare

Dal suo profilo Facebook (Fizio Braun) scrive: Artigiano designer. A me ha dato una definizione molto più bella: «Matteo, io realizzo oggetti di artigianato funzionali. In ogni mio pezzo ci sono sempre un meccanismo, una sorpresa, un guizzo».

Potete chiamarlo artigiano, artista, visionario, come vi pare. Fabrizio è una persona che, partendo dalla sua creatività, smonta oggetti o li recupera per costruirne altri.

Uno stendino per i panni e la base di una lampada, per esempio, possono diventare una mano bionica, un accendino bic si trasforma in un mini robot, un paio di fili di rame in anelli pazzeschi… Insomma, per lui non ci sono limiti.

Advertisement - Continue Reading Below

È un uomo che ha vissuto per scelta in un furgone trasformato in camper, ha girato l'Italia, ha portato i suoi pezzi in ogni fiera artigianale d'Italia.

Advertisement - Continue Reading Below

Oggi lavora fisso a Milano solo per un motivo.

È l'unico posto che mi dà la possibilità di fare quello che mi piace. Qui, nonostante tutto, la gente da valore ai miei oggetti. Mi prende sul serio.

Più Popolare

Qui, nonostante tutto, la gente da valore ai miei oggetti. Mi prende sul serio.

Vi sembra poco? A me no.

Il suo studio è uno spazio condiviso con altre persone, ha un vecchio cane tenerissimo, una compagna, una figlia di un anno e un gran consapevolezza di sé, a tratti magnetica. Paradossalmente è l'artista più concreto che io abbia mai conosciuto. Una persona che vive del suo lavoro e ha ancora mille sogni da realizzare, a cui non rinuncia. Per inseguirli anni fa ha lasciato un lavoro alla Fiat come designer di auto. Un uomo con le palle. Capito, Milano?

Matteo Maffucci, cantante degli Zero Assoluto, lascia Roma per Milano: qui potete seguire (e commentare) le sue peripezie di expat.

More from Gioia!:
Cersei Lena Headey Il trono di spade
Firme
CONDIVIDI
Cara Lena Headey, dobbiamo parlare di Cersei Lannister
So poco di lei, la regina del Trono di spade, ma abbastanza per decidere che è la sola, in quel mucchio di scappati di casa, a meritare una...
Emergenza migranti: tutti addosso allo scafista
Firme
CONDIVIDI
Emergenza migranti: dagli allo scafista
È lui il nuovo nemico assoluto: fermarlo è la priorità, la causa comune che ci autorizza a buttare a mare tutto il resto
Firme
CONDIVIDI
Facebook, il cimitero delle nostre illusioni
La funzione «Accadde oggi» ti ricorda cosa scrivevi tot anni fa: così scopri quanto sono scemi quelli che ti sembravano intelligenti
Primo amore da vivere senza riserve
Firme
CONDIVIDI
Primo amore: vivilo senza riserve
Altri ne verranno, di amori che tolgono il respiro, ma nessuno avrà la forza dirompente e fiduciosa di questo, acerbo e senza codici
femminicidio: per le donne uccise dagli uomini l'allarme non scatta mai
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: per le donne l'allarme sicurezza non scatta mai
S'allunga la lista delle donne uccise dagli uomini che stavano loro accanto, ma si fa finta che le emergenze nazionali siano altre
Kaia Gerber, La figlia di Cindy Crawford è uno schianto, fa la modella, rilascia dichiarazioni ragionevolmente giudiziose, ma ecco perché non sarà mai irripetibile come la madre.
Firme
CONDIVIDI
Cara Cindy, tua figlia non sarà mai bella come te
La fotogenia si eredita, il mestiere si impara, l'irripetibilità è un accidente
Firme
CONDIVIDI
E tu dov'eri quando è morta la principessa Diana?
Lady D era il pezzetto di cultura popolare che univa noi e le nostre nonne: è scomparsa 20 anni fa, il 31 agosto 1997
nomofobia
Firme
CONDIVIDI
Compito per le vacanze: spegnere lo smartphone
Quando comincerete ad assaporare l'ebbrezza della non reperibilità vuol dire che ne siete fuori: si chiama ritorno alla vita, ed è...
Sostiene Monica Lewinski che gli uomini nuovi (come Brad Pitt o il principe Harry) sono finalmente diventati profondi, affascinanti, vulnerabili, e financo femministi: ma siamo sicure sia una vittoria?
Firme
CONDIVIDI
Cara Monica, la lagna è come l'amore: non si divide, si moltiplica
Capisco il sollievo del mal comune, ma non condivido il mezzo gaudio per l'improvvisa familiarità che certi famosi ostentano col crepacuore
Firme
CONDIVIDI
Se la celeb sembra (ma non è) una di noi
La prima fu Diana, l'ultima è Angelina Jolie che, forse per la crisi dei 40, dichiara di piangere nella doccia per non far preoccupare i...