Milano Zucchero e Catrame, ho conosciuto un artista straordinario

Potete chiamarlo artigiano, artista, visionario, come vi pare. Fabrizio è una persona che, partendo dalla sua creatività, smonta oggetti o li recupera per costruirne altri. Bellissimi

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Baby di Devendra Banhart

A volte bisogna avere la forza di resistere. Sempre. Sempre. Sempre. Con coraggio, salvando la visione. La propria.

A Milano, questa settimana ho conosciuto Fabrizio. Sono andato a un mercatino (Fame Market, via de Castillia 26). Ci sono andato per caso, in preda alla voglia di scoprire qualcosa che potesse accendermi. Da Fabrizio l'ho trovata. Ho comprato un suo oggetto e tutto poteva finire lì. infatti me ne sono andato. Poi mi sono bloccato dopo pochi metri, sono tornato da lui, e gli ho chiesto se potevo vedere lo studio dove lavorava. Detto, fatto. Due giorni dopo ero da lui. Ma che cosa fa?

Più Popolare

Dal suo profilo Facebook (Fizio Braun) scrive: Artigiano designer. A me ha dato una definizione molto più bella: «Matteo, io realizzo oggetti di artigianato funzionali. In ogni mio pezzo ci sono sempre un meccanismo, una sorpresa, un guizzo».

Potete chiamarlo artigiano, artista, visionario, come vi pare. Fabrizio è una persona che, partendo dalla sua creatività, smonta oggetti o li recupera per costruirne altri.

Uno stendino per i panni e la base di una lampada, per esempio, possono diventare una mano bionica, un accendino bic si trasforma in un mini robot, un paio di fili di rame in anelli pazzeschi… Insomma, per lui non ci sono limiti.

Advertisement - Continue Reading Below

È un uomo che ha vissuto per scelta in un furgone trasformato in camper, ha girato l'Italia, ha portato i suoi pezzi in ogni fiera artigianale d'Italia.

Advertisement - Continue Reading Below

Oggi lavora fisso a Milano solo per un motivo.

È l'unico posto che mi dà la possibilità di fare quello che mi piace. Qui, nonostante tutto, la gente da valore ai miei oggetti. Mi prende sul serio.

Più Popolare

Qui, nonostante tutto, la gente da valore ai miei oggetti. Mi prende sul serio.

Vi sembra poco? A me no.

Il suo studio è uno spazio condiviso con altre persone, ha un vecchio cane tenerissimo, una compagna, una figlia di un anno e un gran consapevolezza di sé, a tratti magnetica. Paradossalmente è l'artista più concreto che io abbia mai conosciuto. Una persona che vive del suo lavoro e ha ancora mille sogni da realizzare, a cui non rinuncia. Per inseguirli anni fa ha lasciato un lavoro alla Fiat come designer di auto. Un uomo con le palle. Capito, Milano?

Matteo Maffucci, cantante degli Zero Assoluto, lascia Roma per Milano: qui potete seguire (e commentare) le sue peripezie di expat.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Ai figli mitomani spiegate cos'è una bolletta
I figli delle mie amiche, anche se sono fuori casa, elemosinano ricariche e paghette
Firme
CONDIVIDI
Quando sposarsi era meglio che lavorare
Oggi il concetto stesso di «tenore di vita» è ridicolmente antiquato: chi può denunciare in tribunale la crisi economica?
Firme
CONDIVIDI
Nel degrado di Roma nessuno è innocente
Cambiano i sindaci ma la capitale è sempre sporca, i cittadini non fanno la raccolta differenziata e i politici si rimpallano le...
Firme
CONDIVIDI
Per fare la moglie ci vuole una certa vocazione
Non ho simpatia per le ex mogli che spremono i mariti, ma ho a cuore le altre gettate via dopo tante rinunce
Firme
CONDIVIDI
«Non so scegliere fra marito e amante»
«Lo tradisco, ma gli voglio bene»: prima di mollare un coniuge devoto bisogna capire se l'eros resisterebbe alla vita vera
Firme
CONDIVIDI
Kirk Douglas, Anne e il matrimonio perfetto
Per il loro 63esimo anniversario di nozze l'attore e sua moglie si sono regalati un libro che raccoglie le loro lettere d'amore, e molte...
Firme
CONDIVIDI
Così Macron ha conquistato la Francia
Senza esperienza, senza partito, senza grandi doti comunicative: l'ha votato chi non vuole cedere all'estremismo
Firme
CONDIVIDI
Anna e la cronaca semi-seria della malattia
Anna Savini ha raccontato in un libro la sua lotta contro il cancro: una storia bella e necessaria a chi ne sta vivendo una simile
È tornata la stagione del bikini, e puntuali spuntano le foto non ritoccate dal Messico: il sedere di Kim Kardashian è il più chiacchierato del web.
Firme
CONDIVIDI
Cara Kim, ho capito cosa significa il tuo sedere
La reazione alla tua (peraltro prevedibile) cellulite racconta più di noi che di te, che sei una purista della menzogna
Firme
CONDIVIDI
Non prendete esempio da Serena Williams
Era incinta quando ha vinto gli Australian Open, ma se qualcuno ancora osa indicarla come un esempio positivo, mi metto a urlare