Se vuoi ingrassare, cercati un colpevole

È una strategia di sopravvivenza: la gente non vuole che tu ammetta serenamente i tuoi limiti, la gente vuole che te ne scusi

Più Popolare

La mia scusa abituale è «È successo di recente». Qualunque orrore stabile della mia esistenza viene spacciato al consumatore inabituale non come difetto di fabbricazione, ma come eccezione temporanea. L'idraulico deve farsi largo tra le macerie del corridoio, vestiti accartocciati dentro piatti sporchi dentro trolley mezzi pieni, per arrivare alla caldaia rotta? «Ho appena traslocato». Il tizio di passaggio viene cacciato dal letto nel cuore della notte? «Scusa, non è da me, ma è un periodo che non riesco a dormire se ho qualcuno dentro casa, è che ci sono stati i ladri, l'avrai notato dal disordine». È una strategia di sopravvivenza: invecchiando ho imparato che non si può essere sincere senza sembrare maleducate o addirittura venire psicanalizzate all'ingrosso; che «Sono fatta così, embè?» porta a discussioni interminabili; che la gente non vuole che tu ammetta serenamente i tuoi limiti: la gente vuole che te ne scusi.

Advertisement - Continue Reading Below

Quindi la settimana scorsa sono andata da una dottoressa, e quella ha guardato i valori del mio colesterolo (che vergogna), mi ha pesata (che vergogna), mi ha misurato il girovita (che vergogna: ho cercato di distrarla parlandole di quella scena di Via col vento in cui Rossella si sente grassa con neanche 50 centimetri di girovita, ma lei è andata avanti implacabile), e poi praticamente mi ha detto che sono una cicciona schifosa e morirò soffocata dal mio lardo. E quindi io le ho detto che era una cosa recente. E lei mi ha chiesto quale trauma mi avesse trasformata in una che mangia mezzo chilo di carbonara tutte le sere; e io, invece di dirle «La scoperta che esistono i pantaloni con l'elastico che tanto ti entrano comunque», le ho detto senza mettermi a ridere: sa, la situazione politica.

Più Popolare

Pochi giorni prima, Barbra Streisand aveva scritto su Twitter che starebbe facendo una dieta liquida, ma la mattina guarda le notizie, scopre quali altre scemenze ha combinato Trump nella notte e si fa un piatto di frittelle, e quindi sta ingrassando ed è tutta colpa di Trump. Mica è l'unica. Non a ingrassare: a usarlo come scusa. Settimane prima, Lena Dunham l'aveva spacciato come scusa per dimagrire. Invece di dire «Finalmente ho finito Girls, posso smettere di fare la ragazza goffa e passare alla fase donna gradevole, ma sapeste che fatica eliminare il pane», ha detto che Trump le ha fatto passare la fame e che quindi ha smesso di mangiare senza volerlo.

Lena Dunham, protagonista di Girls.

Da un paio di settimane in Inghilterra è anche partita la nuova stagione di Catastrophe (nota alle reti televisive italiane: comprate qualunque porcheria di serie, avete trasmesso persino Victoria, in cui la regina Vittoria pare un personaggio di Centovetrine; vi dispiacerebbe comprare anche un capolavoro come Catastrophe? Solo se non è troppo disturbo, grazie). E nella prima puntata lei (inglese) confessa a lui (americano) il mezzo tradimento con cui si era chiusa la stagione precedente. Lui fa la domanda degli uomini stupidi: ma perché? Lei dà la risposta delle donne senza vergogna: «Sono tempi difficili, c'è un sacco di Brexit, e quel vostro presidente». È stato lì che ho deciso che, se la prossima volta che la dottoressa mi pesa non ho perso un grammo, dirò tutta seria che sono tempi difficili: c'è la scissione del Pd, e anche l'eliminazione di Al Bano da Sanremo mi ha molto turbata.

More from Gioia!:
Cersei Lena Headey Il trono di spade
Firme
CONDIVIDI
Cara Lena Headey, dobbiamo parlare di Cersei Lannister
So poco di lei, la regina del Trono di spade, ma abbastanza per decidere che è la sola, in quel mucchio di scappati di casa, a meritare una...
Emergenza migranti: tutti addosso allo scafista
Firme
CONDIVIDI
Emergenza migranti: dagli allo scafista
È lui il nuovo nemico assoluto: fermarlo è la priorità, la causa comune che ci autorizza a buttare a mare tutto il resto
Firme
CONDIVIDI
Facebook, il cimitero delle nostre illusioni
La funzione «Accadde oggi» ti ricorda cosa scrivevi tot anni fa: così scopri quanto sono scemi quelli che ti sembravano intelligenti
Primo amore da vivere senza riserve
Firme
CONDIVIDI
Primo amore: vivilo senza riserve
Altri ne verranno, di amori che tolgono il respiro, ma nessuno avrà la forza dirompente e fiduciosa di questo, acerbo e senza codici
femminicidio: per le donne uccise dagli uomini l'allarme non scatta mai
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: per le donne l'allarme sicurezza non scatta mai
S'allunga la lista delle donne uccise dagli uomini che stavano loro accanto, ma si fa finta che le emergenze nazionali siano altre
Kaia Gerber, La figlia di Cindy Crawford è uno schianto, fa la modella, rilascia dichiarazioni ragionevolmente giudiziose, ma ecco perché non sarà mai irripetibile come la madre.
Firme
CONDIVIDI
Cara Cindy, tua figlia non sarà mai bella come te
La fotogenia si eredita, il mestiere si impara, l'irripetibilità è un accidente
Firme
CONDIVIDI
E tu dov'eri quando è morta la principessa Diana?
Lady D era il pezzetto di cultura popolare che univa noi e le nostre nonne: è scomparsa 20 anni fa, il 31 agosto 1997
nomofobia
Firme
CONDIVIDI
Compito per le vacanze: spegnere lo smartphone
Quando comincerete ad assaporare l'ebbrezza della non reperibilità vuol dire che ne siete fuori: si chiama ritorno alla vita, ed è...
Sostiene Monica Lewinski che gli uomini nuovi (come Brad Pitt o il principe Harry) sono finalmente diventati profondi, affascinanti, vulnerabili, e financo femministi: ma siamo sicure sia una vittoria?
Firme
CONDIVIDI
Cara Monica, la lagna è come l'amore: non si divide, si moltiplica
Capisco il sollievo del mal comune, ma non condivido il mezzo gaudio per l'improvvisa familiarità che certi famosi ostentano col crepacuore
Firme
CONDIVIDI
Se la celeb sembra (ma non è) una di noi
La prima fu Diana, l'ultima è Angelina Jolie che, forse per la crisi dei 40, dichiara di piangere nella doccia per non far preoccupare i...