Milano Zucchero e Catrame, cronaca di una (perfetta) domenica in città

Chi l'ha detto che a Milano il week end è terribile? Questa volta ho osato e tra cielo azzurro, buon cibo, un po' di esplorazioni e il calcio a San Siro è stato un successo

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Magic deiColdplay

Da quando vivo a Milano sono quasi sempre tornato a Roma per il fine settimana, un po' per "saudade" un po' perché convinto dalla diceria che tutti, o quasi, alimentano e diffondono: «Nei week end Milano è terribile: è brutta, si svuota e nulla succede». La scorsa settimana ho osato: sono rimasto e chissenefrega. La verità? Sono stato benissimo. Ho sempre avuto un rapporto con la domenica molto conflittuale: da una parte la voglia di fare, dall'altra il desiderio di spegnermi come un interruttore. Colazione, giornali, pranzo. Poi cinema, partita, birretta. E basta, più o meno. Questa la sequenza della mia felicità. Invece a Milano ho beccato una domenica di sole spaziale, cielo azzurro, temperatura primaverile. Una goduria.

Più Popolare

Sono andato a mangiare alla Santeria Palladini (via Privata Ettore Palladini 8). Un adorabile gioiellino. Si mangia bene, il contesto affascinante, la gente intorno è sorridente. Non è grandissimo e questo è gia un punto a favore, lo stile - un po' hipster, indie e vintage - è curato, mai ridicolo né irritante. Ho mangiato nel giardinetto, con gli occhi puntati su una piccola struttura di fronte. Un piccolo negozio con dischi e libri, un po' di maniera (c'è tutto quello che di solito c'è in posti così) ma molto attraente. Una specie di calamita. Pagato il conto sono entrato e sono rimasto un'ora a spulciare dischi, sfogliare libri, cercare quel superfluo che tanto amo.

Advertisement - Continue Reading Below

Tutto questo è stato un intermezzo per il momento più atteso. Da malato di calcio la domenica regalava una di quelle partite che non potevano lasciarmi indifferente: Inter-Roma. Al di là della partita - una super partita per come è andata a finire - l'aspetto romantico è stato l'arrivo di alcuni miei amici di Roma, venuti fin qui per vedersela. È stato strano. Io già a Milano, io ormai milanese acquisito, io che poi sarei tornato a casa mia… a Milano, in Porta Romana. Bel corto circuito.

Advertisement - Continue Reading Below

Ci siamo visti in Corso Como, abbiamo fatto un aperitivo sostanzioso, aggiornamento vite, momento amarcord, e poi metro direzione Stadio San Siro. Al di là dello stupore per quanto è stato veloce e semplice arrivare, il valore della partita è stato sottolineato dalla bellezza della compagnia. Vi spiego. Il calcio è quello che è: una di quelle passioni che travalicano la ragione. È la ritualità dello stadio che mi commuove. Le chiacchiere da bar, il cazzeggio, la totale assenza di altri pensieri se non per la palla che rotola, l'emozione ma anche la delusione di un goal, le amicizie che nascono in una frazione di secondo perché la "malattia" è la stessa e tutto il resto non conta. Mamma mia, che domenica. Grazie Milano (Antonello, non ti arrabbiare).

E ora, quando torno a Roma?

Matteo Maffucci, cantante degli Zero Assoluto,lascia Roma per Milano: qui potete seguire (e commentare) le sue peripezie di expat.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
A proposito del matrimonio di Jessica Chastain
I giornali americani hanno esaltato il fatto che il marito è nobile: contessa è un titolo più monetizzabile di star di Hollywood?
Firme
CONDIVIDI
Litigare per lo ius soli non è Smart
L'Italia è il Paese della burocrazia, però a noi di Gioia! piace la gente sveglia, che fa: per loro abbiamo creato gli Smart awards
Dopo la nascita dei gemelli Elle e Alexander, Amal e George Clooney si accorgeranno che le altre mamme hanno sempre ragione: sono uscite dai forum di internet e hanno conquistato il mondo.
Firme
CONDIVIDI
Cara Amal, difendici dalle mamme
Ti accorgerai presto che il mondo è diventato un gigantesco circolo di madri che sanno tutto, prima, e meglio di te
Firme
CONDIVIDI
Perché gli alberghi sono peggio degli amanti
Ho tradito il mio solito hotel con un cinque stelle lusso e, come tutte le fedifraghe, mi sono pentita
Firme
CONDIVIDI
Multitasking non è un complimento
Andare in corto circuito, fino a dimenticare un bambino in auto: ma a mandarci in tilt sono le aspettative sociali
Dopo anni passati a essere considerata una rovinafamiglie, la duchessa di Cornovaglia Camilla Parker Bowles ha guadagnato il titolo di regina d'Inghilterra e dei modelli da imitare.
Firme
CONDIVIDI
Cara Camilla, sei la nostra regina
Perché ci hai insegnato le virtù della pazienza, e il segreto della felicità
zerocalcare-cappuccio-rosso-morta
Firme
CONDIVIDI
Chi era Ayse, la Cappuccio Rosso di Zerocalcare
Aveva 23 anni la combattente curda detta Cappuccio Rosso nei fumetti di Zerocalcare sulla guerra siriana: è caduta nell'assalto a Raqqa
donald-trump-accordo-clima
Firme
CONDIVIDI
Donald Trump, non distruggiamo il pianeta!
Come la mettiamo con l'ozono? Col global warming? Con gli orsi polari? Sfilarsi dagli accordi di Parigi significa rifiutare il futuro
Firme
CONDIVIDI
Il terrorismo si combatte con la cultura
I jihadisti hanno lasciato i territori dello Stato Islamico e sono pronti a inflitrarsi e colpire altrove: ma invocare muri e leggi...
Il 28 maggio 2017 Francesco Totti ha concluso i suoi 25 anni di carriera nella Roma, ecco perché il suo discorso sincero ha commosso tutti.
Firme
CONDIVIDI
Francesco Totti è diventato grande
Invece noi siamo solo un po' più vecchi