«Sono stata con un uomo più giovane per una notte e non ho rimpianti»

«Dopo due matrimoni falliti va più che bene il carpe diem», l'eco della tua serata arriva limpida e spavalda: niente rimpianti, recriminazioni, rancori, ma un suono di brindisi, baci, risate

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a una donna che ha abbracciato la filosofia del carpe diem in amore.

La lettera

«Ho 58 anni, ma ne dimostro dieci di meno, sportiva, esile, simpatica. Contraria alle storie mordi e fuggi, ho ceduto a un uomo sexy di ben nove anni più giovane per una bellissima serata di cena e sesso e non me ne sono mai pentita. Dopo due matrimoni falliti va più che bene il carpe diem. L'importante è decidere e scegliere consapevolmente senza pensare ad altro e il giorno dopo continuare a vivere bene la vita». (Libera e felice da Roma)

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

Oh meno male, una che è contenta. L'eco della tua serata arriva limpida e spavalda su questa pagina. Niente rimpianti, recriminazioni, rancori, ma un suono di brindisi, baci, risate. Nel suo edonismo ridente una lettera zen, scritta da una che ha il dono dell'istante, che appunto è un dono. O ce l'hai o non ce l'hai. Ma ugualmente spero la legga Elisa, che mi prega di non pubblicare la sua lettera, ma mi autorizza a raccontarla. Elisa ha avuto una storia di sguardi con un collega − gli sguardi sono importanti, gli sguardi sono un fatto. Poi tutto è accaduto in un attimo, un bacio repentino dietro la macchina del caffè, e come pazzi hanno lasciato il lavoro per un albergo, dove hanno fatto l'amore fino al giorno dopo, senza parlare. Poi lui ha parlato: ho un'altra donna, finisce qui. Elisa piange, non dorme e piange, piange… e fa bene. È un modo per restare dentro quell'albergo e trattenere un fantasma, Elisa si gode il suo rimpianto. Le resta solo quello. Perché privarsene, finché dura?

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Isis, quando i miliziani tornano a casa
Sono europei, ma inneggiano al Corano: si spende per integrarli quando ritornano in patria, ma forse dovremmo difenderci
Firme
CONDIVIDI
Genitori separati: cosa dire ai figli?
Bisogna sempre parlare bene al figlio di un padre, anche se indegno, oppure se un genitore è spregevole i figli hanno il diritto di...
milano-zucchero-e-catrame-primi-sei-mesi-milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, i miei primi 6 mesi qui
Nel sesto mese della mia vita a Milano sono diventato parte del mio quartiere: per un abitudinario come me è una conquista
Firme
CONDIVIDI
Allacciate le cinture (e attenti alle botte)
Da quando il video del passeggero buttato giù da un aereo in overbooking ha fatto il giro del mondo, è capitato di tutto
immigrati-islam-integrazione-generazioni
Firme
CONDIVIDI
Quei figli di immigrati sospesi tra due mondi
Obbligati a seguire le tradizioni dei padri, ma desiderosi di trovare una collocazione nel Paese che li ospita
Una manifestazione contro la violenza sulle donne in Brasile.
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: quando lui non accetta la fine
Ancora una donna uccisa da un ex, dopo che lui le aveva chiesto un «ultimo incontro chiarificatore»
Firme
CONDIVIDI
Trump: a cosa servono (davvero) le bombe
Ha bombardato una base siriana per ragioni umanitarie, ma lo ha fatto soprattutto per distrarre gli americani dalla politica interna
Firme
CONDIVIDI
Piaceri segreti: innamorarsi in un privé
«Siamo diventati amanti sul serio»: se ami veramente l'altro devi dirlo a tuo marito, se no ti stai solo vendicando
milano-zucchero-e-catrame-cosa-dice-di-te-la-tua-scrivania
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, a caccia di scrivanie
In questo periodo fotografo tutte le scrivanie che vedo: e la tua, cosa racconta di te?
Firme
CONDIVIDI
Terrorismo a Stoccolma e oltre: prove di guerra
Una raffica di attentati in Svezia, Egitto e Somalia ha seminato decine di morti e ha fatto crollare il mito dell'inviolabile sicurezza...