«Devo mandare mia figlia adolescente dallo psicologo?»

«Leggo di nascosto il suo diario, dove si fa domande troppo grandi per la sua età»: non spiarla e lasciala vivere

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a una madre che ha problemi con la figlia adolescente.

La lettera

«Trascuro mio marito per essere una buona madre, sto dietro a nostra figlia, 14 anni, l'età più difficile, e sono preoccupata per lei. Sta meglio da sola che con le amiche, legge, cerca i vecchi film in Rete, è timida, le piace un ragazzo ma appena lui si è fatto avanti si è chiusa a riccio, ti pare normale? Leggo di nascosto il suo diario, dove si fa domande troppo grandi per la sua età. Cerco di sensibilizzare suo padre, che mi ha detto: Uffa, se è strana, portala dallo psicologo». (Carla)

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

Sì, ci manca pure lo psicologo. Come se non bastassi tu a spiarla. E lasciateli vivere gli adolescenti, l'età difficile, l'età pericolosa… li si tratta come malati, li si sorveglia, e appena sono un po' meno banali vanno curati. Tua figlia ha il dono di non essere comune, ha una vita interiore – e per questo ne fai una sorvegliata speciale? Quanta enfasi negativa, sulla stagione più interessante della vita. La superstizione dell'adolescenza come età «difficile» ignora quanto sia gloriosa – ma lo sai che è l'età più intelligente (lo dicono gli scienziati), più fervida, più creativa dell'essere umano? E quante intuizioni – tua figlia non è strana, ha personalità. Intuisce oggi cose che contengono le ispirazioni future. La frase brutale di tuo marito rivela ciò che vorrebbero i genitori se mandano il figlio dallo psicologo: che venga salvato da ogni diversità, che sia pareggiato come una siepe, perché sia a norma… Vuoi essere una buona madre? Lasciala in pace, 'sta creatura.

More from Gioia!:
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Cara Blythe, le figlie devono imparare a difendersi da sole
Se Gwyneth è in grado di badare a se stessa, che bisogno aveva di una lettera della sua mamma al giornale che l'ha criticata?
Firme
CONDIVIDI
Il maniaco senza qualità è peggio di Weinstein
C'è chi pensa di poterti saltare addosso senza possedere punti di forza evidenti, e senza che tu gli abbia dato il via libera