«Fa l'amore con me e poi mi dice che sua moglie è perfetta»

«Ha chiarito subito che non l'avrebbe mai lasciata, perché è cattolico»: sei capitata con il più classico dei moglioni, cioè il mammone della moglie, che tradisce sempre ma non se ne va mai, offendendo la coniuge e l'amante

Più Popolare

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a una ragazza che ha una storia con uomo sposato.

La lettera

«Mi ha tirato su la nonna, un'accesa femminista, col senso dell'indipendenza e della dignità. Eppure sono caduta nell'uomo sbagliato. È il mio primo vero amore. Lui è sposato. Mi ama alla follia, ma ha chiarito subito che non avrebbe mai lasciato sua moglie. È cattolico e per lui il matrimonio è un sacramento. Facciamo l'amore meravigliosamente, ma poi si incupisce, a volte piange, dice che non può continuare, che si sente ignobile, che sua moglie invece è perfetta, moralmente così in alto che se sapesse di noi non lo perdonerebbe mai, e tutto questo per me è molto pesante. Ma non riesco a staccarmi, siamo troppo innamorati. Fuori dalle crisi di pentimento è pieno di attenzioni d'altri tempi, allora ho paura che vincano i rimorsi, e l'idea che da un momento all'altro possa finire me lo rende ancora più vicino. La nonna sa tutto, è furibonda, dice: mollalo quello stronzo, ti stai fregando la gioventù per niente…». (Serena P.)

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

Ma quanto sono sposati gli sposati! Sempre lo stesso copione, dai tempi di Zeus. Qui anche con la scusa della religione (però lui crede che cattolico voglia dire ipocrita). Sei capitata col più classico dei «moglioni»– dal Vocabolario della maleducazione sentimentale: «Il moglione, ovvero il mammone della moglie, tradisce sempre ma non se ne va mai, offendendo moglie e amante. Identifica la moglie coi confortevoli arredi del salotto, come il divano sformato dalle sue chiappe che non cambierebbe mai con uno nuovo». Il Moglione condanna l'amante alla vedovanza perenne e di ciò la consola, appena fatto l'amore, col piantino da coccodrillo e parlandole bene della moglie, la santa, colei che viene offesa. Da lui, mica da te! Tu manco la conosci, che c'entri? Non hai obblighi verso quella povera signora. Mica hai giurato tu davanti al prete, è stato lui – e se è un sacramento, perché lo calpesta? Ha ragione la nonna. L'amore? A queste condizioni è come l'ipnosi, basterebbe uno schiocco di dita, ed eccoti libera – finalmente di ridere – di lui, e di te, in questa trappola scema e senza sole.

More from Gioia!:
milano-zucchero-e-catrame-mi-sono-perso-al-cimitero-monumentale
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, non fate i superstiziosi
Da quando a Milano mi sono sentito dire spesso di andare a vedere il Cimitero Monumentale, e alla fine ho seguito il consiglio
Firme
CONDIVIDI
Terroristi per caso, da Parigi a Londra
L'attacco al Parlamento di Londra del 22 marzo è stato l'ultimo attentato che ha sconvolto l'Europa, ma prima c'era stato l'aeroporto d'Orly
Firme
CONDIVIDI
Bullo è una parola che fa ridere
È tempo di chiamare le cose con il loro nome: i bulli bulli, chi compie atti gravi che violano corpi e identità, invece, criminali
Kristen Stewart, famosa per un certo approccio annoiato ai red carpet, sostiene di essere timida
Firme
CONDIVIDI
Kristen, hai il permesso di non sorridere
In nome e per conto di tutte quelle che non vogliono essere simpatiche, vogliono essere lasciate in pace
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, ho conosciuto un artista
Potete chiamarlo anche artigiano o visionario: Fabrizio è una persona che smonta oggetti o li recupera per costruirne altri. Bellissimi
Firme
CONDIVIDI
Il video virale del professore e la (finta) colf
Il video con l'intervista all'esperto Robert Kelly è un bel test su come gli stereotipi ci portino quasi sempre fuori strada
Firme
CONDIVIDI
Se vuoi ingrassare, cercati un colpevole
È una strategia di sopravvivenza: la gente non vuole che tu ammetta serenamente i tuoi limiti, la gente vuole che te ne scusi
Firme
CONDIVIDI
Emma Bonino sui migranti, senza falsi buonismi
Alla convention del Pd ha detto una cosa di sinistra: dobbiamo occuparci della loro integrazione, perché sono una risorsa
Firme
CONDIVIDI
Se sfoghi nel cibo il tuo male di vivere
Alle bambine vorrei ricordare che i protagonisti dei film più belli non sono i vincenti, ma i goffi che ancora non sanno di essere speciali
Firme
CONDIVIDI
«Lui è attraente e la gelosia mi consuma»
Una donna si immagina che il marito si innamori di tutte: «Lui mi dice che così rovino il nostro rapporto», attenzione all'orgoglio