Sally Yates l'aveva detto a Trump che il Muslim ban era una boiata

L'ex procuratrice e ministra ad interim, licenziata con l'accusa di tradimento, aveva provato a spiegare al presidente Donald Trump che il divieto di accesso negli Stati Uniti per i musulmani provenienti da 7 Paesi era un'idea indifendibile

Più Popolare

Se Trump avesse dato retta a Sally Yates, l'ex procuratrice generale Usa e ministra ad interim licenziata con l'accusa di tradimento, si sarebbe potuto godere il suo primo weekend presidenziale in Florida; con quel che è costato al contribuente americano, tra l'altro. Sally glielo aveva spiegato con le buone, che il Muslim ban (il divieto di accesso negli Stati Uniti per i musulmani provenienti da 7 Paesi) è una boiata indifendibile sotto parecchi punti di vista, ma lui niente, figurarsi se dava retta a una signora dalla trentennale e impeccabile carriera all'interno del Dipartimento di giustizia Usa.

Sally Yates.
Advertisement - Continue Reading Below

Così, silenziata Sally, s'è preso l'uno-due che sappiamo: prima dal giudice federale di Seattle James Robart, che ha temporaneamente bloccato il ban; poi dalla Corte d'appello di Washington, che ha respinto il ricorso urgente presentato dalla Casa Bianca. Così ha passato il suo primo weekend a twittare contro bad people, giudici e giornali, e a fare le facce brutte durante il ballo della Croce Rossa.

Manifestanti contro il Muslim ban.
More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Un po' di Xanax e passa tutto
Un secolo dopo il Prozac che ci tirava su, ci serve una cosa che ci tiri giù (dall'ansia)
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, il nuovo Apple store dimostra che questa è una città pulsante
Lo stanno ancora costruendo, ma il negozio del colosso hi tech che sorgerà in Piazza Liberty mi ha acceso l'anima: Milano non resta ferma,...
Firme
CONDIVIDI
A proposito del matrimonio di Jessica Chastain
I giornali americani hanno esaltato il fatto che il marito è nobile: contessa è un titolo più monetizzabile di star di Hollywood?
Firme
CONDIVIDI
Litigare per lo ius soli non è Smart
L'Italia è il Paese della burocrazia, però a noi di Gioia! piace la gente sveglia, che fa: per loro abbiamo creato gli Smart awards
Dopo la nascita dei gemelli Elle e Alexander, Amal e George Clooney si accorgeranno che le altre mamme hanno sempre ragione: sono uscite dai forum di internet e hanno conquistato il mondo.
Firme
CONDIVIDI
Cara Amal, difendici dalle mamme
Ti accorgerai presto che il mondo è diventato un gigantesco circolo di madri che sanno tutto, prima, e meglio di te
Firme
CONDIVIDI
Perché gli alberghi sono peggio degli amanti
Ho tradito il mio solito hotel con un cinque stelle lusso e, come tutte le fedifraghe, mi sono pentita
Milano Zucchero e catrame come sopravvivere al caldo (la triste verità)
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, ma allora fa caldo!
«Milano città del nord e quindi fresca» mai luogo comune è stato più errato e lo scopri (tristemente) solo vivendoci
Firme
CONDIVIDI
Multitasking non è un complimento
Andare in corto circuito, fino a dimenticare un bambino in auto: ma a mandarci in tilt sono le aspettative sociali
Dopo anni passati a essere considerata una rovinafamiglie, la duchessa di Cornovaglia Camilla Parker Bowles ha guadagnato il titolo di regina d'Inghilterra e dei modelli da imitare.
Firme
CONDIVIDI
Cara Camilla, sei la nostra regina
Perché ci hai insegnato le virtù della pazienza, e il segreto della felicità
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, le cose che odio di questa città che amo
Mi fa sentire a casa, ma ci sono certe questioni di questo posto che proprio non mi vanno giù: i citofoni tecnologici, le zanzare, i numeri...