«Sono l'amante di un uomo sposato, con l'approvazione di sua moglie: ci devo credere?»

«Ha detto di noi alla moglie e lei non mi ha insultata, sarà sincera?»: o è una santa, o la più grande politica vivente (oppure non vedeva l'ora di liberarsi di lui)

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a una ragazza che è l'amante di un uomo sposato (e la moglie è a conoscenza della relazione).

La lettera

«26 anni, sono l'amante di un uomo sposato di 45, che vuole avviare il divorzio. Ha detto di noi alla moglie e lei l'ha lasciato secco: non ha pianto, non ha ricattato, non mi ha insultata. Ci ha anche offerto un aiuto economico. Ha voluto incontrarmi, e mi ha detto con naturalezza che lei non poteva avere figli, e sperava che io… Sarei contenta, non fosse che il marito è troppo ammirato. Sarà sincera? O è un trucco?». (La seconda Signora)

Advertisement - Continue Reading Below

La risposta di Barbara Alberti

Eh, a saperlo. O è una santa, o la più grande politica vivente. O era stufa che non ne poteva più, e non sta nella pelle all'idea di liberarsene. Ma se non è santa e non è stufa, se è una maestra dell'amore e usa una tattica per riprendersi il marito, ti farà vedere i sorci verdi. Che fa? Asseconda le tresche del suo bambino sapendo che tornerà? Mi ricorda la storia di una mia amica, che era l'amante di uno scrittore famoso. Anche lui disse alla moglie che la lasciava per andarci a vivere insieme. E la moglie, magnanima, si era messa a cercare casa per loro. Con la rivale era come una buona suocera, presente ma non invadente: perfetta. Al tuo posto sarei gelosissima. Come fai fai, sei fregata. Come si fa a lasciare una donna così? Con una moglie madre non c'è battaglia. Alla fine lo scrittore lasciò la mia amica per la moglie. Stanno ancora insieme. Lui, ogni tanto, si fidanza.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Isis, quando i miliziani tornano a casa
Sono europei, ma inneggiano al Corano: si spende per integrarli quando ritornano in patria, ma forse dovremmo difenderci
Firme
CONDIVIDI
Genitori separati: cosa dire ai figli?
Bisogna sempre parlare bene al figlio di un padre, anche se indegno, oppure se un genitore è spregevole i figli hanno il diritto di...
milano-zucchero-e-catrame-primi-sei-mesi-milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, i miei primi 6 mesi qui
Nel sesto mese della mia vita a Milano sono diventato parte del mio quartiere: per un abitudinario come me è una conquista
Firme
CONDIVIDI
Allacciate le cinture (e attenti alle botte)
Da quando il video del passeggero buttato giù da un aereo in overbooking ha fatto il giro del mondo, è capitato di tutto
Firme
CONDIVIDI
Lui non è affettuoso? Protegge il vostro amore
«È l'amante perfetto, ma non è per niente romantico»: la felicità non ti basta, se non la sbatti in faccia agli amici?
immigrati-islam-integrazione-generazioni
Firme
CONDIVIDI
Quei figli di immigrati sospesi tra due mondi
Obbligati a seguire le tradizioni dei padri, ma desiderosi di trovare una collocazione nel Paese che li ospita
Una manifestazione contro la violenza sulle donne in Brasile.
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: quando lui non accetta la fine
Ancora una donna uccisa da un ex, dopo che lui le aveva chiesto un «ultimo incontro chiarificatore»
Firme
CONDIVIDI
Trump: a cosa servono (davvero) le bombe
Ha bombardato una base siriana per ragioni umanitarie, ma lo ha fatto soprattutto per distrarre gli americani dalla politica interna
milano-zucchero-e-catrame-cosa-dice-di-te-la-tua-scrivania
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, a caccia di scrivanie
In questo periodo fotografo tutte le scrivanie che vedo: e la tua, cosa racconta di te?
Firme
CONDIVIDI
Terrorismo a Stoccolma e oltre: prove di guerra
Una raffica di attentati in Svezia, Egitto e Somalia ha seminato decine di morti e ha fatto crollare il mito dell'inviolabile sicurezza...