Chiara Ferragni, non fare la snob: tutti vestono Ovs

In un video l'influencer prende in giro il suo fidanzato, Fedez dicendogli «cosa vuoi tu che vesti all'Ov: ma abbiamo imparato dalla moda, da certe illuminanti testimonial, che si può essere eleganti e cool anche indossando un vestito low cost

Più Popolare

Entro il 2042 Bill Gates potrebbe diventare il primo trilionario della storia. Lo dice Oxfam partendo da una stima fatta sul suo patrimonio, cresciuto in 10 anni di 75 miliardi di dollari. Quindi non solo il fondatore di Microsoft è in cima alla lista degli 8 uomini più benestanti del pianeta (quell'1 per cento che detiene un capitale superiore al restante 99 per cento), ma si appresta a entrare nel Guinness dei primati. Io non so neanche quanti zeri ha un trilione, mai stata forte con i numeri. Ma non occorre essere un genio per capire che questa sproporzione tra chi sta molto bene e chi sta male, è il sintomo di qualcosa che non va. Una vite spanata, un meccanismo rotto che non si può riparare con la beneficenza – ancorché lodevole e sacrosanta – dei pochi happy few col cuore grande e il portafoglio pieno. Ci vuole un'idea.

Advertisement - Continue Reading Below

Picchi di ricchezza e povertà

Di questo hanno parlato i grandi della terra a Davos all'ultimo World Economic Forum, capendo finalmente che la disuguaglianza è la prima emergenza da cui partire per rimettere in moto l'economia. Di questo dovremmo essere consapevoli tutti. Perché nessuno è immune dagli effetti di un mercato che ormai da molto tempo non funziona più, che non produce più benessere comune, ma picchi di ricchezza e povertà. E crolli catastrofici e improvvisi. C'è chi lavora troppo e chi non batte chiodo. Chi un giorno è a capo di un'azienda e il giorno dopo non esiste più, perdendo col lavoro tutto: stipendio, futuro, dignità. E spesso la voglia di combattere, perché a restare parcheggiati troppo a lungo, come un'auto di lusso che a un certo punto non serve più, si fa fatica poi a ricarburare.

Più Popolare

Fashion system e guardaroba firmati

La settimana scorsa abbiamo raccontato in una news la «svolta rap» di Chiara Ferragni, influencer talentuosa e innamorata, che in un video si prendeva gioco del fidanzato Fedez, apostrofandolo con un «cosa vuoi tu che vesti all'Ovs». La battuta non è piaciuta alle nostre lettrici, che ci hanno scritto numerose per dirci che quelle parole non offendevano lui (alla regia col fedele Rovazzi), ma tutti. Non è piaciuta, a dire il vero, neppure a me, che pure l'ho ospitata sul giornale. Perché penso che la realtà non sia fatta di Chiare Ferragni, che vivono di fashion system e guardaroba firmati, ma di gente «normale» – studenti, imprenditori, tassisti, operai, insegnanti, dentisti, avvocati, tabaccai – che si vestono come gli pare, che spendono, non spendono, riciclano, regalano. Oppure fanno come me, che quando inizia la «grande caccia» per i saldi, affetta da compulsione patologica, svaligio tutto, gli store low cost e le boutique fighette – tanto per non fare torto a nessuno – seguendo nello shopping una parola guida: "purché s'indossi".

Si può essere eleganti col vestitino da 60 euro

Questa è l'Italia, questi siamo noi, in bilico tra desideri e possibilità, che vestiamo (anche) Ovs e detestiamo le etichette. Avendo nel frattempo imparato dalla moda, da certe illuminanti testimonial (it girl, first lady, le più stilose tra le superstar, ma anche le redattrici di tanti femminili) che si può essere eleganti e giusti e cool anche col vestitino da 60 euro, magari abbinato alla borsetta di Chanel. E non è un caso che in questo numero ci abbiamo messo tutto: l'haute couture di Parigi e il principe dei basic democratici, il jeans. Per dimostrare che è lecito sognare in grande e poi decidere di vestirsi facile, senza sentirsi out. Che poi, adesso che nella moda vale tutto, out è una parola così out.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo