Milano Zucchero e Catrame, mi piacciono le vite degli altri

Io quando entro in un salotto guardo dettagli. Dove sono tutti i telecomandi? La tv? Ma è davvero comoda quella poltrona?

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Time After Time di She & Him

Gli androni dei palazzi moderni, le scale delle case di ringhiera, le luci dei saloni. I divani.

Mi piacciono le vite degli altri, ne sono attratto in maniera irresistibile. Adoro le loro scenografie, anzi diciamo che sono la cosa più intrigante. I salotti dove sono stato in questo ultimo periodo hanno tutti qualcosa da dire. Non è una questione stilistica, non è importante la libreria, il quadro, e tutto quello che può venirvi in mente, ma che sia realmente vissuto da qualcuno. Sono uno di quelli che adora le abitudini casalinghe e tutti quei movimenti che diventano rituali nella nostra vita a casa. Non ho mai verificato fino in fondo, ma sono sicuro che nella mia camera da letto mi muovo sempre nello stesso modo, in cucina anche, e in salotto idem: in base agli orari tutto si ripete come una canzone che ti piace e vuoi riascoltare.

Sono un abitudinario del plaid, un campione di apparecchiatura tavolino per la cena, una superstar della comodità quando devo giocare alla play. Tutto calcolato senza pensarci, curato nei dettagli come non è mai quando sono fuori casa. Più libero, appunto.

Più Popolare

Ho sempre pensato che le case sono la più alta forma di ispirazione per raccontare storie, scrivere una canzone, pensare a un film. Insomma, creare. C'è tutto quello che serve. Protezione, libertà, pesantezza (e il suo contrario). Tutto in perfetto equilibrio.

I salotti di Milano sono diversi da quelli di Roma.

Sono più onesti. Li vedi e in due minuti, se non conosci il proprietario di casa, potresti scrivere su un biglietto la sua professione. Sono coerenti, ortodossi, rigorosi.

A Roma il principio è un altro. I salotti ti confondono di più. C'è più voglia di stupire, sono ingannevoli, più divertenti e imprevedibili. Non potete immaginare il fascino e la voglia che ho di uscire la sera e andare a casa di qualcun altro. Non c'è evento, aperitivo, festa che possa rendermi più incuriosito. È il momento dove - in maniera amabile e innocente - rubo. Immagino le storie private, le litigate, gli incontri, le partenze. E gli arrivi. Adoro ascoltare i campanelli di tutti. Il suono anche se non te lo sei scelto, dopo un po' racconta chi sei. Sei proprio tu che dopo un po' ti avvicini a loro. Come con il cane. Alla lunga ci si assomiglia.

Advertisement - Continue Reading Below

Il "dlin-dlon" classico, quello che ti perfora i timpani, quello a musichetta, quello elettronico che assomiglia al tuo cellulare e al tuo citofono, quello che appena squilla ti ricorda quello di tua nonna. Io quando entro in un salotto guardo dettagli, stronzate. Dove sono tutti i telecomandi? La tv? Ma è davvero comoda quella poltrona? La distanza con il bagno? Lo so, dopo questo post non riceverò più nessun invito a casa di amici, ma prima o poi dovevo dirlo: tendo ad avere comportamenti di natura curiosa e ossessivo-compulsiva. E tutto questo mi piace tanto. Tantissimo.

Ah, sappiate che quando verrò nelle vostre case, sono uno di quelli che controllano il mondo sotto casa vostra. Il bar? Il giornalaio? Il ristorante che ti salva la vita quando il frigo è vuoto? Insomma, tutto ciò che potrebbe sembrare superfluo, per me è il punto di partenza per innamorarmi di una casa.

Qui di seguito alcuni scorci di salotto con divano di case milanesi dove ho passato meravigliose serate.

P.S. Sappiate che prima o poi lancerò la mia App, identica a Tripadvisor, ma dove invece dei ristoranti e alberghi si recensiscono le case degli altri.

Pensate un po' che ansia. Accetto inviti. Abbiate pazienza.

Matteo Maffucci, cantante degli Zero Assoluto, lascia Roma per Milano: qui potete seguire (e commentare) le sue peripezie di expat.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo