Milano Zucchero e Catrame, mi sono perso a NoLo

Siete mai stati a NoLo? Sì, è a Milano, ed è un quartiere ex "malfamato" dove oggi creativi, architetti e artisti stanno migrando: e a volte basta un po' di creatività per ridisegnare il mondo

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Canzone per leggere l'umore: Raggamuffin di Selah Sue

Siete mai stati a NoLo?

Io mai, cioè sì. Nel senso che se vi è mai capitato di passare per via Padova, andare al parco Trotter, girare tra le vie lì intorno, in realtà ci siete stati anche voi. Ha acquisito un nome super figo, che fa il verso a Soho, a New York, ed è diventato un vero e proprio brand facile da mettere su t-shirt, mug, agendine. Potere della comunicazione. Da zona "malfamata" a quartiere dove oggi creativi, architetti e artisti stanno migrando invogliati dalla possibilità di convertire vecchie palazzine ed ex spazi industriali in grandi studi, atelier, nuovi ristoranti, ma anche e soprattutto dai prezzi molto convenienti. L'aspetto affascinante di questa zona è accorgersi dell'energia che arriva dalla multietnicità presente in ogni angolo e in ogni strada. Sembra davvero di girare a East London, a Londra. Dalla pasticceria tunisina al ristorante coreano, dalla pizzeria partenopea al supermarket bengalese, dalla galleria d'arte contemporanea al rigattiere chic con pezzi di modernariato meravigliosi (a prezzi umani). Tutto il mondo concentrato in quattro vie, tutto il mondo, che si influenza a vicenda, regalando alla cittadinanza l'opportunità di scoprire e miscelare culture diverse.

Più Popolare

Non so se capita anche a voi, ma la prima volta che vado in un quartiere che non conosco, guardo i palazzi, li fotografo, entro negli androni, e tiro su gli occhi. Qui c'è di tutto: dal palazzone con 300 condomini, alla villetta di tre piani, ai palazzi che sembrano uscire direttamente da un film di Tim Burton.

Qui sta avvenendo una vera e propria riqualificazione del territorio (che, ovviamente, si porta dietro anche grandi interessi e speculazioni immobiliari), ma tutto sommato meglio così che niente. È un ottimo slancio verso il futuro. Se tutto andrà avanti in maniera coerente e rispettosa di tutte le comunità che già sono radicate in quest'area, fra qualche anno NoLo potrà diventare un simbolo di vera e propria integrazione sociale.

Advertisement - Continue Reading Below

Per concludere il mio giro, dopo aver fatto un salto al Mercato Comunale di via Monza, dove ho pranzato "Alla Taverna dei Terroni" (andateci, si mangia benissimo), mi sono perso in una delle mie più grandi passioni. La street art. Lungo via Pontano ci sono opere da non perdere.

A volte basta un po' di creatività per ridisegnare il mondo.

Fateci un giro. Magari coprendovi bene. Molto bene.

Matteo Maffucci, cantante degli Zero Assoluto, lascia Roma per Milano: qui potete seguire (e commentare) le sue peripezie di expat.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Terroristi per caso, da Parigi a Londra
L'attacco al Parlamento di Londra del 22 marzo è stato l'ultimo attentato che ha sconvolto l'Europa, ma prima c'era stato l'aeroporto d'Orly
Firme
CONDIVIDI
Bullo è una parola che fa ridere
È tempo di chiamare le cose con il loro nome: i bulli bulli, chi compie atti gravi che violano corpi e identità, invece, criminali
Kristen Stewart, famosa per un certo approccio annoiato ai red carpet, sostiene di essere timida
Firme
CONDIVIDI
Kristen, hai il permesso di non sorridere
In nome e per conto di tutte quelle che non vogliono essere simpatiche, vogliono essere lasciate in pace
Firme
CONDIVIDI
«La mia ragazza vuole sapere se sono bisessuale»
«Io tutta questa ansia della definizione non la capisco», perché tu cogli l'essenza dell'amore: volere quella persona e nessun'altra, come...
Firme
CONDIVIDI
Il video virale del professore e la (finta) colf
Il video con l'intervista all'esperto Robert Kelly è un bel test su come gli stereotipi ci portino quasi sempre fuori strada
Firme
CONDIVIDI
Se vuoi ingrassare, cercati un colpevole
È una strategia di sopravvivenza: la gente non vuole che tu ammetta serenamente i tuoi limiti, la gente vuole che te ne scusi
Firme
CONDIVIDI
Emma Bonino sui migranti, senza falsi buonismi
Alla convention del Pd ha detto una cosa di sinistra: dobbiamo occuparci della loro integrazione, perché sono una risorsa
Firme
CONDIVIDI
Se sfoghi nel cibo il tuo male di vivere
Alle bambine vorrei ricordare che i protagonisti dei film più belli non sono i vincenti, ma i goffi che ancora non sanno di essere speciali
Firme
CONDIVIDI
«Lui è attraente e la gelosia mi consuma»
Una donna si immagina che il marito si innamori di tutte: «Lui mi dice che così rovino il nostro rapporto», attenzione all'orgoglio
Firme
CONDIVIDI
Renzi, i tribunali e il collasso del Paese
Il renzismo crolla travolto dalle inchieste e intanto il Parlamento ha smesso di fare le leggi e i partiti di fare politica