«Il mio fidanzato mi ha tradito con la mia migliore amica»

Fra loro due durerà poco, perché la loro storia si nutriva del sotterfugio, senza di te presto si annoieranno: la risposta a una lettrice ingannata doppiamente

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it . Ecco il suo consiglio a una ragazza che le ha scritto dopo il tradimento del fidanzato con la sua migliore amica.

«Il mio ragazzo stava di nascosto con la mia cara amica, doppio tradimento. Perché non dirmelo, perché la commedia, facendo i furbi per sei mesi? Dopo che l'ho scoperto si sono messi insieme apertamente, lei dice in giro che la colpa è mia, che sono una stupida, che mi ero intestardita a non capire: «Era così chiaro che lui si era innamorato di me…». Da lui me lo potevo aspettare, vanitoso e bugiardo, ma lei… Non mi fiderò più di nessuno». Furetto

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

Ti fiderai, Furetto, ti fiderai. Non per un atto di volontà, ma come un peso buttato via. Ti accorgerai di essere nuova, di averli lasciati indietro, chi sono quelli? Due lontani come la Luna. Fidarsi - poter essere ingannati ancora - che c'è di più vivo, di più bello? Fra loro durerà poco. La loro storia si nutriva del sotterfugio, il piacere era nell'agire a tuo danno. Senza di te presto si annoieranno, il tradimento era il grande detonatore erotico. Tutti e due hanno il difetto turpe e triste: la furberia. Il furbo vuole una cosa sola, vincere a spese di un altro. La felicità, sua e altrui, non conta. Né può concepire una vittoria leale, ma solo la frode. Il furbo non gode a guadagnare, ma a sfilarti il tuo dal portafoglio. Indifferente al sentire, si eccita solo con l'inganno, massima goduria per chi l'amore non sa manco dove sta di casa.

More from Gioia!:
milano-zucchero-e-catrame-mi-sono-perso-al-cimitero-monumentale
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, non fate i superstiziosi
Da quando a Milano mi sono sentito dire spesso di andare a vedere il Cimitero Monumentale, e alla fine ho seguito il consiglio
Firme
CONDIVIDI
Terroristi per caso, da Parigi a Londra
L'attacco al Parlamento di Londra del 22 marzo è stato l'ultimo attentato che ha sconvolto l'Europa, ma prima c'era stato l'aeroporto d'Orly
Firme
CONDIVIDI
Bullo è una parola che fa ridere
È tempo di chiamare le cose con il loro nome: i bulli bulli, chi compie atti gravi che violano corpi e identità, invece, criminali
Kristen Stewart, famosa per un certo approccio annoiato ai red carpet, sostiene di essere timida
Firme
CONDIVIDI
Kristen, hai il permesso di non sorridere
In nome e per conto di tutte quelle che non vogliono essere simpatiche, vogliono essere lasciate in pace
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, ho conosciuto un artista
Potete chiamarlo anche artigiano o visionario: Fabrizio è una persona che smonta oggetti o li recupera per costruirne altri. Bellissimi
Firme
CONDIVIDI
«La mia ragazza vuole sapere se sono bisessuale»
«Io tutta questa ansia della definizione non la capisco», perché tu cogli l'essenza dell'amore: volere quella persona e nessun'altra, come...
Firme
CONDIVIDI
Il video virale del professore e la (finta) colf
Il video con l'intervista all'esperto Robert Kelly è un bel test su come gli stereotipi ci portino quasi sempre fuori strada
Firme
CONDIVIDI
Se vuoi ingrassare, cercati un colpevole
È una strategia di sopravvivenza: la gente non vuole che tu ammetta serenamente i tuoi limiti, la gente vuole che te ne scusi
Firme
CONDIVIDI
Emma Bonino sui migranti, senza falsi buonismi
Alla convention del Pd ha detto una cosa di sinistra: dobbiamo occuparci della loro integrazione, perché sono una risorsa
Firme
CONDIVIDI
Se sfoghi nel cibo il tuo male di vivere
Alle bambine vorrei ricordare che i protagonisti dei film più belli non sono i vincenti, ma i goffi che ancora non sanno di essere speciali