Milano Zucchero e Catrame: il diario di Matteo Maffucci, expat da Roma a Milano

Ho deciso, parto. Che paura. E che bello. Milano...Matteo Maffucci cantante degli Zero Assoluto lascia Roma per vivere a Milano: ogni settimana puoi seguire e commentare le sue peripezie su gioia.it

Più Popolare

Ci sono scelte che non vorresti fare mai. Ci sono momenti in cui l'emotività, l'ansia e la voglia di agire sono così forti che certi pensieri vorresti cancellarli subito. Quando tornano, però, devi assecondarli: un po' per riflettere, per cercare di capire, e un po' per provare a cambiare qualcosa. Ecco, io da tempo sento il desiderio di misurarmi su altri fronti e mettermi alla prova. Voglio aggiungere e sottrarre. Così, poco fa, ho preso una decisione importante: lasciare Roma per trasferirmi a Milano.

Advertisement - Continue Reading Below

Sono sempre stato un amante dell'umanissima e normale quotidianità, quella che si ripete fino a diventare vita piena e di valore. Adoro i legami e soprattutto non so tradirli, è la mia natura. Roma è il mio più grande amore perché semplicemente è casa mia, mi ha reso quello che sono – purtroppo e per fortuna – mi ha trattato male, bene, poi di nuovo male e poi di nuovo bene. Roma è il grande amore che lascio. Ho bisogno di farlo perché essere da un'altra parte è ciò di cui, adesso, ho bisogno. Voglio concedermi il lusso di costruire altrove.

Più Popolare

A Roma lascio la memoria, che ovviamente mi porterò dietro. Roba piccola, anzi grande. La quotidianità. Renato che mi taglia i capelli a via Taro, il bar e i cornetti di via Benaco, il plaid di nonna, l'odore ferroso dell'androne del mio palazzo, la mazzetta dei giornali presa da Fabrizio, le strade che faccio da sempre, gli sfregi sui muri, il campo da tennis condominiale dove per giocare un'ora a settimana bisogna aspettare che muoia il notaio o il chirurgo, la pizza scrocchiarella della Mora, il sole tiepido di dicembre, il fiume in piena, mia mamma che si preoccupa, mio padre che va sempre come un treno, mia sorella mamma, i miei nipoti... I miei amici.

«A Roma lascio la memoria. Sono pronto a morire di nostalgia. Sono pronto e godo»

Mi porto tutto, ma devo andare. Voglio andare. Ho bisogno di una nuova avventura. Una nuova sfida. Un nuovo inizio. Come quando ho cominciato a scrivere canzoni con Thomas, quando ho cambiato casa e ho scritto un libro, poi ho fatto un disco, un altro libro e ancora un disco…

Lascio per capire meglio chi sono stato, chi sono, chi sarò. 

Che cosa mi mancherà di più? Riuscirò a trovare i miei "posti"? Le mie persone? Farò così tante classifiche che Nick Hornby al mio confronto diventerà un dilettante.

Milano: solo mettere insieme queste sei lettere, adesso, mi sembra strano. Come firmarsi con un altro nome. Parto dal principio però che la creatività, il lavoro, il tempo che passa sono importantissimi. E io ho bisogno di finire un sacco di cose, adesso. E farne tante altre che non conosco. Sono pronto a fallire sul serio, a morire di nostalgia, a sentirmi solo come un cane. Sono pronto e godo. Lascio Roma e me ne vado. Parto. Che paura. Che bello.

Matteo Maffucci, cantante degli Zero Assoluto, lascia Roma per Milano: qui potete seguire (e commentare) le sue peripezie di expat.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Se l'autore è donna, cambia tutto
Philip Roth che parla della sua prostata è un artista, ma Nora Ephron che scrive un libro sul suo divorzio è priva di fantasia
Firme
CONDIVIDI
La sinistra italiana si divide e lo pagherà
Con il Pd in pezzi, la condanna più atroce per la sinistra in Italia è non riuscire a stare unita, ma neppure divisa
Mentre si diffonde la notizia della fine del suo secondo matrimonio, Scarlett Johansson racconta in un'intervista a Playboy perché non ha fiducia nella monogamia.
Firme
CONDIVIDI
Cara Scarlett, la monogamia è sottovalutata
Ora ti spiego a cosa serve il matrimonio
Firme
CONDIVIDI
Con i figli si sbaglia senza sapere
Se ognuno si prendesse il suo pezzetto di responsabilità, i buchi neri in cui si perdono i ragazzi sarebbero meno spaventosi
Firme
CONDIVIDI
«Siamo amanti e la moglie approva: possibile?»
«Ha detto di noi alla moglie e lei non mi ha insultata, sarà sincera?»: o è una santa o è la più grande politica viventa
La coppia è l'accessorio dell'anno: dopo Beyoncé, anche Madonna e i Clooney diventano genitori di gemelli
Firme
CONDIVIDI
Cara Madonna, in che guaio ti sei messa
La famiglia è un sistema regolato dall'economia dell'attenzione: quando i figli sono più dei genitori, l'entusiasmo non basta mai
Firme
CONDIVIDI
Donald Trump e la diplomazia dell'hamburger
In passato Trump pensava di poter sistemare le cose con il leader nordocoreano alla buona, ma è acqua passata
Firme
CONDIVIDI
Quanto è social lo spacco di Diletta
Al Festival di Sanremo nessuno ascoltava la conduttrice Sky che parlava di bullismo, ma tutti twittavano sul suo vestito
Firme
CONDIVIDI
«Fa l'amore con me e poi loda sua moglie»
Sei capitata con il più classico dei moglioni, cioè il mammone della moglie, che tradisce sempre ma non se ne va mai
Firme
CONDIVIDI
Il terremoto non può portare via i ricordi
Michela Monferrini ha scritto un libro che è un viaggio nel dolore della perdita ma anche un viaggio nella memoria