Milano Zucchero e Catrame: il diario di Matteo Maffucci, expat da Roma a Milano

Ho deciso, parto. Che paura. E che bello. Milano...Matteo Maffucci cantante degli Zero Assoluto lascia Roma per vivere a Milano: ogni settimana puoi seguire e commentare le sue peripezie su gioia.it

Più Popolare

Ci sono scelte che non vorresti fare mai. Ci sono momenti in cui l'emotività, l'ansia e la voglia di agire sono così forti che certi pensieri vorresti cancellarli subito. Quando tornano, però, devi assecondarli: un po' per riflettere, per cercare di capire, e un po' per provare a cambiare qualcosa. Ecco, io da tempo sento il desiderio di misurarmi su altri fronti e mettermi alla prova. Voglio aggiungere e sottrarre. Così, poco fa, ho preso una decisione importante: lasciare Roma per trasferirmi a Milano.

Advertisement - Continue Reading Below

Sono sempre stato un amante dell'umanissima e normale quotidianità, quella che si ripete fino a diventare vita piena e di valore. Adoro i legami e soprattutto non so tradirli, è la mia natura. Roma è il mio più grande amore perché semplicemente è casa mia, mi ha reso quello che sono – purtroppo e per fortuna – mi ha trattato male, bene, poi di nuovo male e poi di nuovo bene. Roma è il grande amore che lascio. Ho bisogno di farlo perché essere da un'altra parte è ciò di cui, adesso, ho bisogno. Voglio concedermi il lusso di costruire altrove.

Più Popolare

A Roma lascio la memoria, che ovviamente mi porterò dietro. Roba piccola, anzi grande. La quotidianità. Renato che mi taglia i capelli a via Taro, il bar e i cornetti di via Benaco, il plaid di nonna, l'odore ferroso dell'androne del mio palazzo, la mazzetta dei giornali presa da Fabrizio, le strade che faccio da sempre, gli sfregi sui muri, il campo da tennis condominiale dove per giocare un'ora a settimana bisogna aspettare che muoia il notaio o il chirurgo, la pizza scrocchiarella della Mora, il sole tiepido di dicembre, il fiume in piena, mia mamma che si preoccupa, mio padre che va sempre come un treno, mia sorella mamma, i miei nipoti... I miei amici.

«A Roma lascio la memoria. Sono pronto a morire di nostalgia. Sono pronto e godo»

Mi porto tutto, ma devo andare. Voglio andare. Ho bisogno di una nuova avventura. Una nuova sfida. Un nuovo inizio. Come quando ho cominciato a scrivere canzoni con Thomas, quando ho cambiato casa e ho scritto un libro, poi ho fatto un disco, un altro libro e ancora un disco…

Lascio per capire meglio chi sono stato, chi sono, chi sarò. 

Che cosa mi mancherà di più? Riuscirò a trovare i miei "posti"? Le mie persone? Farò così tante classifiche che Nick Hornby al mio confronto diventerà un dilettante.

Milano: solo mettere insieme queste sei lettere, adesso, mi sembra strano. Come firmarsi con un altro nome. Parto dal principio però che la creatività, il lavoro, il tempo che passa sono importantissimi. E io ho bisogno di finire un sacco di cose, adesso. E farne tante altre che non conosco. Sono pronto a fallire sul serio, a morire di nostalgia, a sentirmi solo come un cane. Sono pronto e godo. Lascio Roma e me ne vado. Parto. Che paura. Che bello.

Matteo Maffucci, cantante degli Zero Assoluto, lascia Roma per Milano: qui potete seguire (e commentare) le sue peripezie di expat.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Cara Blythe, le figlie devono imparare a difendersi da sole
Se Gwyneth è in grado di badare a se stessa, che bisogno aveva di una lettera della sua mamma al giornale che l'ha criticata?