Pedofili: non ce ne è uno che si sia pentito

Non uno che abbia collaborato con la giustizia, continuano a fare gli orchi nell'indifferenza generale

Più Popolare

Se Dante Alighieri fosse ancora vivo,dovrebbe aggiungere un nuovo girone nel suo Inferno, il più vicino alla bocca della Terra, il più lontano dalla luce
e da Dio, quello degli orchi che mangiano i bambini. Bisogna avere
un tipo molto speciale di crudeltà, un'indole scarnificata da ogni umanità per fare del male a chi non sa difendersi. La loro spietatezza ha un'aggravante: quasi sempre restano impuniti. Perché il loro crimine non lascia sangue, le vittime non muoiono – fisicamente. Gli orchi che mangiano i bambini agiscono indisturbati in mezzo agli altri, a volte sembrano persone perbene. Sono tra noi, come noi. Per questo nessuno li prende.

Advertisement - Continue Reading Below

Davanti a certi orchi non c'è difesa alcuna

È che nessuno sa che sono orchi,a parte i bambini. Ma lo capiscono quando ormai è troppo tardi. Dopo che li hanno lasciati entrare, fidandosi delle promesse e dei modi gentili, incapaci di discernere il bene dal male, incapaci soprattutto di reagire. Dopo,
è così tardi che non dicono più a nessuno chi sono. E cosa hanno fatto. Ci sono orchi che sono orchi veri, senza maschere; davanti
a quelli non c'è difesa alcuna, puoi solo farti prendere e mangiare, far finta che vada tutto bene e continuare a vivere, come se fosse normale. I bambini mangiati dagli orchi - come la piccola Fortuna Loffredo - sono come piante senza sole. Il loro cuore è un bulbo secco in cui sta chiuso un segreto. La pianta cresce, non si sa come e quel bulbo diventa un sasso, una cosa dura al centro del petto da cui possono nascere spine
con cui far male agli altri, a propria volta, oppure calamite che
ti trascinano a fondo. 

Più Popolare

Una rete internazionale con 45.000 affiliati

Si può diventare adulti con queste pietre nel cuore, senza scoprirle mai. Oppure ritrovarle all'improvviso ed esserne schiacciati. Abbiamo raccolto in questo numero le storie terribili di uomini e donne vittime di pedofilia che hanno ritrovato da grandi la matassa di abusi subiti nell'infanzia e hanno avuto il coraggio di riprenderla in mano e di sbrogliarla, per ricominciare a vivere. Le raccontiamo nei giorni in cui la polizia postale ha sgominato una rete internazionale di pedofili e quasi nessuno
ne ha parlato. 45.000 affiliati provenienti da cinque continenti, 420.000 post scambiati nel deep Web, tre anni di indagini,
sette arresti, decine e decine di bambini abusati. Un mondo sommerso portato alla luce, nell'indifferenza generale. La stessa alzata nei confronti dei minori stranieri non accompagnati che arrivano sulle nostre coste e scompaiono, fagocitati da gruppi criminali che li usano come giocattoli, violati nei luoghi che avrebbero dovuto metterli in salvo. Orrori indicibili di cui non sapremo mai niente. Perché non c'è un solo pedofilo che si sia pentito. Non uno che abbia collaborato con la giustizia. Continuano a fare gli orchi nel silenzio, mentre la vita va avanti.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo