Un cane vale di più dei bambini siriani?

Un giornalista americano si è posto questa domanda scomoda e terribile, perché Aleppo è sepolta dalle bombe, ma le immagini strazianti di bambini uccisi non riescono a scuotere la nostra apatia

Sul New York Times il giornalista Nicholas Kristof, vincitore di due Pulitzer, si è posto una domanda scomoda e terribile: la morte del nostro cane ci commuove più di quella di un bambino ucciso in Siria? La riflessione nasce dalla perdita della sua amatissima Katie, un golden retriever di 12 anni, seguita da un fiume di messaggi di condoglianze ricevuti dai lettori. Mentre nelle stesse ore il suo appello alla comunità internazionale perché provi a fermare una guerra che ha provocato quasi mezzo milione di morti ha riscosso sul blog commenti «all'insegna di una dura indifferenza».

Advertisement - Continue Reading Below

Il silenzio dell'Occidente sulla tragedia siriana è impressionante. Aleppo è sepolta dalle bombe, eppure le immagini strazianti di bambini uccisi non riescono a scuotere la nostra apatia. La pace sembra impossibile: russi e americani, anziché allearsi per sconfiggere lo Stato islamico, si ostacolano. Mentre l'esercito di Damasco polverizza interi quartieri con i suoi terribili barili bomba. Dei siriani si parla, in Europa, solo per via dei profughi, sgraditi nelle nostre città.

Più Popolare

E il risentimento dei popoli vicini, travolti dalla guerra, cresce ogni giorno di più. «Se vi si ammala il gatto, voi europei non dormite la notte. A noi ammazzano tutti i giorni i nostri figli!», mi ha gridato a Baghdad una donna che aveva appena perso suo figlio nella strage dell'Isis al centro commerciale di Karrada, che il 3 luglio scorso ha provocato 324 morti. Non poteva riassumere meglio, quella madre, la nostra incapacità di piangere i morti degli altri.

Read Next:
Per Kim Kardashian il 2016 è stato l'anno più difficile
Firme
CONDIVIDI
Kim Kardashian, propositi per l'anno nuovo
Il 2016 è stato un anno disgraziato, ecco come superare il trauma
Firme
CONDIVIDI
Sì, sembro più giovane: lo scriverò sul biglietto da visita
Sono decenni che mi sento dire che non dimostro la mia età, alla millesima replica è impossibile non annoiarsi
Firme
CONDIVIDI
Laura Boldrini e gli insulti sessisti
Nella Giornata contro la violenza sulle donne la presidente della Camera ha reso pubblici minacce e offese ricevute dui social
matteo maffucci aperitivo milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, sto iniziando a volare
Vola il desiderio di continuare a scoprire, realizzarmi e capirmi, volo io per le strade fra incontri, battute amici vecchi e nuovi
Firme
CONDIVIDI
Lasciateci almeno Babbo Natale!
Dire subito la verità ai bambini, anche la più crudele, o nascondergliela finché è possibile. Poi c'è una terza scuola di pensiero : il...
Carrie Fisher ha avuto una storia con Harrison Ford durante Star Wars
Firme
CONDIVIDI
Cara Carrie, anch'io ho avuto una storia con Harrison Ford
Solo che la mia era immaginaria, e non avrei mai avuto la forza di tenerla segreta per 40 anni
Firme
CONDIVIDI
Milano è davvero violenta come la dipingono?
I reati nel capoluogo lombardo sono scesi in 10 anni del 36%, ma i titoli dei giornali insistono con l'allarmismo
matteo-maffucci-foto-pioggia-3
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, non ricordo più il colore del cielo
Dopo tre settimane da expat accuso il colpo: a parte la pioggia c'è anche altro, non sto vivendo
Firme
CONDIVIDI
The young pope: così Sorrentino se la ride
«Ha sfogliato gli ultimi bestseller e si è reso conto di cosa vende: l'orfano adulto», commenta Guia Soncini
violenza-sulle-donne-coraggio-denunciare
Firme
CONDIVIDI
Violenza sulle donne, il coraggio non basta se nessuno interviene
È in aumento il numero delle donne che considerano reato i maltrattamenti, ma il coraggio non basta a salvarsi