Cose da non fare se non avete un marito

Per esempio andare dall'elettrauto da sole, perché «certi compiti sono maschili, tipo rimandare indietro il vino se sa di tappo», lo sapeva già Doris Day​: l'opinione di Guia Soncini, alle prese con un capotreno maschilista

C'è un vecchio film in cui Rock Hudson è convinto d'essere in punto di morte. E quindi cerca di spiegare alla moglie, ignara, come cavarsela da sola con tutte quelle cose, dalle bollette da pagare alle lampadine da cambiare, cui di solito provvedeva lui. Doris Day lo guarda sorridente e stuporosa e dice: «Ma caro, per queste cose ci sei tu». L'ho visto alle elementari, l'ho trovato subito convincente, e da allora so che va così: certe cose le fanno gli uomini. Guidare la macchina. Rimandare indietro il vino se sa di tappo. Uccidere lo scarafaggio nella vasca da bagno.

Advertisement - Continue Reading Below

Certo, poi gli uomini contemporanei sono delle mammole, e quindi il vino tocca rimandarlo indietro sempre a me. La patente però non l'ho ancora presa, e ogni tanto sussulto di stupore non per lo scarafaggio ma per la realtà immutata.

La settimana scorsa ero sulla carrozza silenzio d'un treno. Eravamo in quattro. Che nella carrozza silenzio nessuno faccia silenzio è cosa di cui mi sono già lamentata su queste pagine. Stavolta il portatore malsano di suoneria era un adulto con anziana mamma; lei parlava l'italiano di chi se n'è andata dall'Italia molti decenni fa, lui parlava inglese: mi ha detto che se non mi stava bene la suoneria potevo spostarmi di carrozza, e io ho deciso di farne una questione di principio e ho chiamato il capotreno.

Più Popolare

Che, quand'è arrivato, prima mi ha detto che lui non sentiva rumori. Poi che ero troppo insistente. Poi che bisognava venirsi incontro. Solo quando è intervenuto il quarto passeggero, un maschio adulto che ha detto «La signora avrà pure i suoi modi, ma quello lì sta disturbando», il capotreno ha improvvisamente ritenuto di diventare severo col disturbatore e premuroso con me. Maria Laura Rodotà ha scritto su Sette che, quand'ha raccontato a un'amica d'essersi innamorata d'una donna, quella ha risposto che l'elettrauto, se non ci vai col marito, non ti prende sul serio. L'elettrauto non l'ho mai provato, ma posso testimoniare che sì: per il capotreno serve una parvenza di marito.

(nella foto d'apertura, Rock Hudson e Doris Day)

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, qui l'arte mi fa rosicare
L'arte e la cultura, in città, qualunque essa sia, sono un'educazione al bello che migliora ognuno di noi
Firme
CONDIVIDI
Ai figli mitomani spiegate cos'è una bolletta
I figli delle mie amiche, anche se sono fuori casa, elemosinano ricariche e paghette
Firme
CONDIVIDI
Nel degrado di Roma nessuno è innocente
Cambiano i sindaci ma la capitale è sempre sporca, i cittadini non fanno la raccolta differenziata e i politici si rimpallano le...
matteo-maffucci-zero-assoluto-foto
Firme
CONDIVIDI
Benvenuti a Milano, dove le minicar NON esistono
Mi sono ripromesso di non fare paragoni tra Milano e Roma: ma come si fa a non soffermarsi su alcuni dettagli?
Firme
CONDIVIDI
Per fare la moglie ci vuole una certa vocazione
Non ho simpatia per le ex mogli che spremono i mariti, ma ho a cuore le altre gettate via dopo tante rinunce
Firme
CONDIVIDI
«Non so scegliere fra marito e amante»
«Lo tradisco, ma gli voglio bene»: prima di mollare un coniuge devoto bisogna capire se l'eros resisterebbe alla vita vera
matteo-maffucci-zero-assoluto
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, nel regno dei maghi
Il mio amico me l'aveva detto: «Vai a vedere questo posto, non è un semplice negozio di magia...»
Firme
CONDIVIDI
Kirk Douglas, Anne e il matrimonio perfetto
Per il loro 63esimo anniversario di nozze l'attore e sua moglie si sono regalati un libro che raccoglie le loro lettere d'amore, e molte...
Firme
CONDIVIDI
Così Macron ha conquistato la Francia
Senza esperienza, senza partito, senza grandi doti comunicative: l'ha votato chi non vuole cedere all'estremismo
Firme
CONDIVIDI
Anna e la cronaca semi-seria della malattia
Anna Savini ha raccontato in un libro la sua lotta contro il cancro: una storia bella e necessaria a chi ne sta vivendo una simile