Fare un figlio non è solo questione di ovulazione

La biologia ha bisogno di un progetto, e il progetto di una base su cui costruire, altrimenti è solo incoscienza: abbiamo parlato con il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in un incontro sul Fertility day, previsto per il 22 settembre 2016

Più Popolare

Giulia ha 33 anni, è preparata, piena di interessi, una delle persone più in gamba che io conosca. Lavoro con lei ormai da tanti anni. Anni a singhiozzo di contratti a termine, in cui ci si perde e ci si ripiglia di continuo, mai al sicuro, con questa trappola del precariato a vita che oggi chiamano flessibilità. Giulia è una che non si lamenta. Anche se in un mondo ideale, anzi solo giusto, con politiche del lavoro sane e lungimiranti, avrebbe un posto fisso già da un po'.  In questo andirivieni di co.co.co e co.co.pro, l'unica costante è stata il fidanzato, ricercatore mancato e fine pensatore, appeso al filo di buste paga a scadenza pure lui. Oggi vive a Parigi (assunto!). Lei a Milano (assunta, finalmente!). Si amano, si chattano, si vedono quando possono nei weekend. E una famiglia? Bella domanda. E un figlio? Magari, sì, ma come? 

Advertisement - Continue Reading Below

Donatori in Rete, cliniche all'estero

Lavinia invece la "provvisorietà" l'ha scelta. È un'inquieta. Televisione, radio, giornali… La sua creatività al servizio del mondo. Dopo due mesi nello stesso posto scalpitava. Cambiava uffici, città, fidanzati… Ogni volta che l'incontravo era una soap. Alla soglia dei 40 si è data una calmata. Voleva un figlio, non aveva un uomo, o forse sì, una roba mezza mezza, amore tiepido. Convivenza sì, optional no: pacchetto base. Era già padre, non gli serviva "fare l'esperienza". Vabbè. Quando ha capito che proprio "non ce n'era" ha iniziato a provare da sé: donatori in Rete, cliniche all'estero, eccetera. «È che in amore sono sfortunata...». È un po' che non la sento, chissà dov'è.

Più Popolare

Questa è l'Italia delle culle vuote

Poi c'è Chiara, prima della classe dal liceo al Ph.D. Una che tutte le cose le deve fare al massimo. Infatti è arrivata dov'è arrivata: cattedra in una prestigiosa università americana. Alla maternità ci ha pensato dopo i 35 e l'ha perseguita con metodo, mettendoci la tigna che metteva sui libri. Più, in questo caso, un valido papà. Almeno lei fa quello che le piace. Perché poi c'è anche chi rimanda per un lavoro che le fa schifo, un titolare che la ricatta, uno stipendio da Terzo mondo. Questa è l'Italia delle culle vuote, dell'1,39 figli procapite, degli orologi biologici con le pile esaurite. Ma ad esaurirsi prima di tutto sei tu, se sei condannato al vorrei ma non posso.

Fare un figlio non è solo questione di ovulazione

Quando ho saputo del Fertility day (perché io lo sapevo, come mai Renzi no? se ne parlava già da mesi), ho pensato che sarebbe stato bello portare le storie dell'Italia al ministro. Il Paese reale mai interpellato. Per parlare di fertility, sì, ma non solo, anche di quello che gli gira intorno. Soprattutto di quello. Perché fare un figlio non è solo questione di ovulazione. La biologia ha bisogno di un progetto. E il progetto di una "base" su cui costruire, altrimenti è solo incoscienza. Morale: il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ci ha accordato un incontro prima che la campagna "delle clessidre" partisse. Per puro caso, ci ha ricevuto il giorno dopo della rivolta sui social. Volete sapere com'è andata? Il resoconto su Gioia! in edicola.

More from Gioia!:
La vita di Victoria Beckham, e di tutta la famiglia più posh d'Inghilterra, è un po' come la nostra, e somiglia a quello che succede sui social: c'è chi ride, chi piange, e chi non sa quello che dice.
Firme
CONDIVIDI
Cara Victoria, la vita vera non è facile
L'ostinazione delle celebrità a fingersi normali sui social network ha convinto noi normali a comportarci come celebrità
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, 3 posti magici che rendono unica l'estate
Milano non è solo il Duomo o la Pinacoteca di Brera, c'è molto di più: d'altra parte, questa città non si mostra subito, va scoperta pian...
Firme
CONDIVIDI
L'età giusta per il sesso orale (e la crostata)
C'è una prima volta per tutto, come dimostrano le storie di due giovani attrici: Rooney Mara e Sophie Turner
Per Gwyneth Paltrow non c'è malanno o accoacco di vecchiaia che non possa essere curato dalla giusta combinazione di integratori, complessi vitaminici e creduloneria: è tutto in vendita su Goop.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gwyneth, lasciami invecchiare in pace
Le conversazioni tra amiche sembrano i bollettini di un'epidemia, ognuna ha una diagnosi: la noia è mortale
Salute sanità gratuita Italia assicurazione America
Firme
CONDIVIDI
Che fortuna noi italiani con la sanità gratuita
Siamo così abituati a questa finzione che ci sembra ovvio pagare le tasse come un'italiana e l'assicurazione come un'americana
Menopausa argomento conversazioni happy hour donne over 40
Firme
CONDIVIDI
Menopausa, l'argomento da happy hour delle over 40
Verso i 50 anni è il topic principe degli happy hour fra donne, ma sentirne parlare per una che non ci è entrata è terrorizzante
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, questa è la città in cui voglio sempre tornare
L'aspetto più affascinante dell'estate è sempre il ritorno, perché c'è sempre quella sensazione di aver vissuto qualcosa di potente ma di...
Firme
CONDIVIDI
Ecco perché Ambra che bacia Allegri ci traumatizza
L'ex ragazzina di Non è la Rai pomicia con l'allenatore della Juventus, cinquantenne, ma la nostra «bambina» ha ormai quarant'anni
Donnarumma esame di maturità: se i figli fanno come lui è solo colpa vostra
Firme
CONDIVIDI
Se i figli fanno come Donnarumma è solo colpa vostra
Io da piccola somigliavo a Drew Barrymore, non per questo ritenevo fosse congruo sottrarmi all'esame di quinta elementare
Pharrell Williams e sua moglie Helen Lasichanh sono diventati da poco genitori di tre gemelli, ma il cantante di Happy dice di non aver mai cambiato un pannolino: ecco come convincere anche i padri più pigri ad alzarsi di notte.
Firme
CONDIVIDI
Cara Helen, bisogna addestrare i padri (come Pharrell)
Soprattutto di notte: non importa quanto stanchi siano, per fare alzare i maschi dal letto dopo la mezzanotte funziona un solo argomento