Johnny Depp e Amber Heard, un divorzio (finanziariamente) memorabile

​La fine del loro matrimonio è come come una si immagina siano fatti i divorzi hollywoodiani: clamorosamente inconciliabili

È come una si immagina siano fatti i divorzi hollywoodiani in assenza di Gwyneth Paltrow: clamorosamente inconciliabili. A fine maggio, Amber Heard accompagnò all'istanza di separazione da Johnny Depp una colorita denuncia di violenze domestiche con minaccia di filmini. Il giudice concesse un provvedimento restrittivo, e fissò la deposizione all'inizio di agosto. 

Dice lui: dopo infiniti tentativi di trovare un accordo economico, il giorno convenuto Heard si è presentata con quasi due ore di ritardo, e ha strillato che non voleva rispondere alle domande. Dice lei: dopo gli infiniti tentativi di Depp di evitare il confronto giurato, quella mattina lei si è presentata in orario, ed è rimasta fino a sera ad aspettare che gli avvocati si degnassero di interrogarla. Comunque: niente. 

Advertisement - Continue Reading Below

C'è voluta un'altra settimana per farla parlare, e non sapremo mai cosa ha detto. Perché prima è comparso un video di Johnny ubriaco che sbatte alcuni sportelli; poi certe foto di lui che con un dito sanguinolento sporco di vernice blu scrive su uno specchio che Amber è una ragazza facile. Abbastanza sgradevole – ancorché non criminale – da rendere necessario un investimento in privacy. Così, alla vigilia del processo, le parti hanno trovato un accordo. 

Dice lei: nessuno si è fatto male. Dice lui: nessuna voleva guadagnarci dei soldi. Dicono entrambi: è stata una grande passione, giusto un po' irascibile. Costo dell'operazione: 7 milioni di dollari (ma lei li ha dati tutti in beneficenza, dice). È come una si immagina siano fatti i divorzi hollywoodiani in presenza di avvocati: finanziariamente memorabili.

Read Next:
Firme
CONDIVIDI
Eva Amurri e le madri da competizione
Crescere un figlio è una gara: chi non lo capisce ha perso
Firme
CONDIVIDI
Ma Beppe Grillo è contro o pro l'Europa?
Il Movimento 5 stelle ha cercato l'alleanza con gli europeisti dell'Alde, ma si è beccato un bel rifiuto
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, mi piacciono le vite degli altri
Io quando entro in un salotto guardo dettagli. Dove sono tutti i telecomandi? La tv? La poltrona sarà comoda?
Firme
CONDIVIDI
Quel che non avevo capito dell'America
Altro che trasparenza, altro che serietà: Donald Trump 
ha demolito le mie convinzioni sulla società Usa
Firme
CONDIVIDI
Perché un figlio uccide i genitori?
Loro lo fanno sentire un fallito e la frustrazione genera odio e furia omicida, come è successo al ragazzo di 16 anni del ferrarese
tradimento fidanzato con la migliore amica
Firme
CONDIVIDI
«Lui mi ha tradito con la mia migliore amica»
Fra loro due durerà poco, perché la loro storia si nutriva del sotterfugio: la risposta a una lettrice ingannata doppiamente
Firme
CONDIVIDI
Quest'anno il cellulare si porta rétro
Anche Zadie Smith ha capito che va benissimo un telefono senza diavolerie moderne, solo sms e telefonate
Firme
CONDIVIDI
«Lui vuole una storia di sesso senza impegno»
Una lettrice scrive a Barbara Alberti: «La parte della bella trombabile non fa per me», ma il consiglio è di buttarsi
Firme
CONDIVIDI
Samantha Cristoforetti e il nome della figlia
La Cristoforetti ha partorito una bambina e l'ha chiamata Kelsey Amal, ma a qualcuno non è andato giù
milano nolo graffiti
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, mi sono perso a NoLo
Siete mai stati a NoLo? Sì, è a Milano: fateci un salto. A volte basta un po' di creatività per ridisegnare il mondo