Fotogeniche a tutte le ore? Regola uno: si scatta ma non si mangia

Se vuoi essere invidiata devi essere fotogenica a ogni ora del giorno, ed esserlo apparentemente senza sforzo, come sa fare la modella Doutzen Kroes​: parola di Guia Soncini

Un problema che i nostri avi non dovevano porsi era quello della posa costante. I rullini costavano, ti scattavano due foto l'anno, ti mettevi il vestito buono e tiravi dentro la pancia. Ora no, ora se vuoi essere invidiata devi essere fotogenica a ogni ora d'ogni giorno, ed esserlo apparentemente senza sforzo.

Quando la modella Doutzen Kroes s'è messa su Instagram a bordo piscina (foto sotto), io nei suoi addominali ho visto stagliarsi due concetti. Il primo era «Appena finiscono di scattare faccio le mie 500 vasche quotidiane». Il secondo era «Ho un rapporto monogamo col tè verde». 

Advertisement - Continue Reading Below

Per la dittatura dell'apparente mancanza di sforzo, però, Doutzen Kroes reggeva una piña colada. Il regno di Instagram è regolato da un comma ineluttabile: se vuoi avere successo, devi fotografarti con tutto quello che, se vuoi essere fotogenica, non potrai mangiare o bere mai. Scattare e non toccare: è la dura legge del like.

Read Next:
Firme
CONDIVIDI
Quel che non avevo capito dell'America
Altro che trasparenza, altro che serietà: Donald Trump 
ha demolito le mie convinzioni sulla società Usa
Firme
CONDIVIDI
Perché un figlio uccide i genitori?
Loro lo fanno sentire un fallito e la frustrazione genera odio e furia omicida, come è successo al ragazzo di 16 anni del ferrarese
tradimento fidanzato con la migliore amica
Firme
CONDIVIDI
«Lui mi ha tradito con la mia migliore amica»
Fra loro due durerà poco, perché la loro storia si nutriva del sotterfugio: la risposta a una lettrice ingannata doppiamente
Firme
CONDIVIDI
Quest'anno il cellulare si porta rétro
Anche Zadie Smith ha capito che va benissimo un telefono senza diavolerie moderne, solo sms e telefonate
Firme
CONDIVIDI
«Lui vuole una storia di sesso senza impegno»
Una lettrice scrive a Barbara Alberti: «La parte della bella trombabile non fa per me», ma il consiglio è di buttarsi
Firme
CONDIVIDI
Samantha Cristoforetti e il nome della figlia
La Cristoforetti ha partorito una bambina e l'ha chiamata Kelsey Amal, ma a qualcuno non è andato giù
milano nolo graffiti
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, mi sono perso a NoLo
Siete mai stati a NoLo? Sì, è a Milano: fateci un salto. A volte basta un po' di creatività per ridisegnare il mondo
Firme
CONDIVIDI
Lasciatemi sognare durante lo shampoo
Messaggio al parrucchiere: se cerchi di vendermi qualcosa mentre tento di rilassarmi, non verrò più nel tuo negozio
Firme
CONDIVIDI
Caro Obama, io ti rimpiangerò per le foto
Mai presidente fu più generoso nel resoconto fotoromanzato del suo mandato, mai nessuno più a prova di selfie senza Photoshop
Firme
CONDIVIDI
Posta di Barbara Alberti: «Ho il cancro: lui se ne va»
Ma poi torna: una storia che potrebbe diventare un libro, ma anche un riflessione su amore e malattia