L'agosto triste delle mollate alla vigilia delle vacanze

La costante è il 45enne che si mette con la 25enne. Ma ci vuole prudenza nel ridere dei cliché delle altre, perché prima o poi ti toccano! Il commento di Guia Soncini

L'agosto in città ha lo svantaggio che ti tocca uscire tutte le sere, anche se normalmente non ti separi dal divano se non in circostanze eccezionali: c'è sempre qualcuno che sta partendo e «dobbiamo assolutamente salutarci prima» - non vi vedete tutto l'anno, ma quando ci si allontana per 15 giorni urge lasciare tutto in ordine, anche la vita sociale. Nelle uscite dell'agosto in città c'è sempre (almeno) una derelitta piantata alla vigilia delle vacanze. Per quelli che non hanno il garbo d'aspettare settembre per mollarti servirebbero pene corporali, ma le decidiamo un'altra volta. 

Advertisement - Continue Reading Below

Quarantenni, attenzione alle venticinquenni

Ora vorrei dirvi la costante di quest'agosto: i quarantacinquenni si mettono con le venticinquenni. Direte: è sempre successo. Vero, ma non a noi. Noi al massimo eravamo le venticinquenni. L'ho visto accadere nelle vite degli altri, e ora accade nella mia, diceva quella canzone di quando ne avevamo13. Al tavolo d'un nippobrasiliano di Brera cortesemente aperto tutto agosto, un'amica disgraziata ha avuto una comprensibile crisi isterica: lui, dopo averle fatto sprecare i più fertili anni della sua vita, s'è messo con un'universitaria. Non abbiamo neanche dovuto mentire, come si fa in questi casi a scopo consolatorio. Ne avevamo tutte uno. 

Più Popolare

Donne single, ex mariti, ex fidanzati

Un ex che dopo tre figli ha mollato la moglie e ora sta con una giovane poetessa (sì, questo era mio; sì, sembra un film di Verdone). Un ex che ha mollato una coetanea per mettersi con una che pretende di uscire tutte le sere, e ora non ha fiato per starle dietro (questo era d'un'amica; poi abbiamo cercato la ragazza su Google, scoperto che ne ha quasi 30, e concluso: «Presto finirà il fiato anche lei»). La serata mi si è immalinconita quando ho pensato che è quel che facevano i nostri padri: pure il mio avrebbe mollato mia madre per una ragazzina, se la ragazzina se lo fosse preso. Ci vuol prudenza nel ridere dei cliché delle altre: prima o poi ti toccano. Come diceva sempre quella canzone: quando riguarda te, quella barzelletta non fa più ridere.

Read Next:
Per Kim Kardashian il 2016 è stato l'anno più difficile
Firme
CONDIVIDI
Kim Kardashian, propositi per l'anno nuovo
Il 2016 è stato un anno disgraziato, ecco come superare il trauma
Firme
CONDIVIDI
Laura Boldrini e gli insulti sessisti
Nella Giornata contro la violenza sulle donne la presidente della Camera ha reso pubblici minacce e offese ricevute dui social
matteo maffucci aperitivo milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, sto iniziando a volare
Vola il desiderio di continuare a scoprire, realizzarmi e capirmi, volo io per le strade fra incontri, battute amici vecchi e nuovi
Firme
CONDIVIDI
Chi esulta per la morte di Castro?
È stato un dittatore brutale, ma non peggio di altri che continuano a esercitare il loro potere con il consenso dell'Occidente
Firme
CONDIVIDI
Lasciateci almeno Babbo Natale!
Dire subito la verità ai bambini, anche la più crudele, o nascondergliela finché è possibile. Poi c'è una terza scuola di pensiero : il...
Carrie Fisher ha avuto una storia con Harrison Ford durante Star Wars
Firme
CONDIVIDI
Cara Carrie, anch'io ho avuto una storia con Harrison Ford
Solo che la mia era immaginaria, e non avrei mai avuto la forza di tenerla segreta per 40 anni
Firme
CONDIVIDI
Se il referendum è un voto su Renzi
Il risultato del 4 dicembre sarà un test sul governo più che la decisione di abolire o meno il bicameralismo perfetto
Firme
CONDIVIDI
Milano è davvero violenta come la dipingono?
I reati nel capoluogo lombardo sono scesi in 10 anni del 36%, ma i titoli dei giornali insistono con l'allarmismo
matteo-maffucci-foto-pioggia-3
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, non ricordo più il colore del cielo
Dopo tre settimane da expat accuso il colpo: a parte la pioggia c'è anche altro, non sto vivendo
Firme
CONDIVIDI
The young pope: così Sorrentino se la ride
«Ha sfogliato gli ultimi bestseller e si è reso conto di cosa vende: l'orfano adulto», commenta Guia Soncini