Adele e Rihanna, cantate bene e non pensate ai cellulari

​Invece di preoccuparsi delle foto degli spettatori al palco (vietatissime), dovrebbero esibirsi al meglio ai concerti: parola di Guia Soncini, che non le manda a dire alle due cantanti

Non so quando sia avvenuto il sorpasso. Mesi fa, quando Adele a Verona ha redarguito una tizia che riprendeva il concerto col telefonino? Settimane fa, quando Rihanna si è indispettita perché un tizio sotto il palco giocava a Pokémon Go? O in un punto qualunque della stagione di Hamilton, il musical di Broadway che ha vinto tutti i premi? Lin-Manuel Miranda, autore e protagonista dello spettacolo, ogni sera indicava al ludibrio di Twitter gli spettatori che avevano osato fare una foto al palco. Tu, che sei in platea quinta fila posto 23, ammoniva, ora ti mando uno della sicurezza a fartela cancellare. 

Advertisement - Continue Reading Below

A me è capitato a un altro spettacolo di Broadway, Blackbird. Volevo fare una foto al palco a recita finita: nell'ultima scena i due litigano rovesciandosi addosso spazzatura, e insomma il palco alla fine era disordinato e lercio come casa mia, ne volevo una prova. Proibitissimo, mi hanno detto in teatro: niente foto.

Lo ricorderemo come l'anno in cui, rispetto a chi filma un intero spettacolo col cellulare alzato, abbiamo iniziato a trovare più fastidiosi quelli sul palco – che, invece di concentrarsi per esibirsi al meglio, pensano a rieducare noialtri spettatori paganti.

Rihanna in concerto nel tour 2016.
More from Gioia!:
L'attrice inglese Emma Thompson rivela alla tv scandinava: l'invcecchiamento non si può combattere, deve diventare un processo sostenibile.
Firme
CONDIVIDI
Cara Emma, sei la mia amica geniale
Quante rughe mi devo far venire per diventare come te?
milano-zucchero-e-catrame-prima-estate-milanese
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, come sarà l'estate milanese?
La sto aspettando come un viaggio dall'altra parte del mondo, perché Roma per me è un libro aperto, Milano, no: ci sono le cicale?
Firme
CONDIVIDI
Se mi lasci ti cancello: le donne sfregiate
L'acido sulla faccia delle vittime della violenza non brucia solo il corpo, ma scava una ferita dentro da cui è difficile guarire
Firme
CONDIVIDI
Isis, quando i miliziani tornano a casa
Sono europei, ma inneggiano al Corano: si spende per integrarli quando ritornano in patria, ma forse dovremmo difenderci
Firme
CONDIVIDI
Genitori separati: cosa dire ai figli?
Bisogna sempre parlare bene al figlio di un padre, anche se indegno, oppure se un genitore è spregevole i figli hanno il diritto di...
milano-zucchero-e-catrame-primi-sei-mesi-milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, i miei primi 6 mesi qui
Nel sesto mese della mia vita a Milano sono diventato parte del mio quartiere: per un abitudinario come me è una conquista
Firme
CONDIVIDI
Allacciate le cinture (e attenti alle botte)
Da quando il video del passeggero buttato giù da un aereo in overbooking ha fatto il giro del mondo, è capitato di tutto
Firme
CONDIVIDI
Lui non è affettuoso? Protegge il vostro amore
«È l'amante perfetto, ma non è per niente romantico»: la felicità non ti basta, se non la sbatti in faccia agli amici?
immigrati-islam-integrazione-generazioni
Firme
CONDIVIDI
Quei figli di immigrati sospesi tra due mondi
Obbligati a seguire le tradizioni dei padri, ma desiderosi di trovare una collocazione nel Paese che li ospita
Una manifestazione contro la violenza sulle donne in Brasile.
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: quando lui non accetta la fine
Ancora una donna uccisa da un ex, dopo che lui le aveva chiesto un «ultimo incontro chiarificatore»