La violenza non va in vacanza

Tante belle parole in difesa delle vittime degli abusi, ma poi scopriamo che i centri antiviolenza stanno chiudendo per mancanza di fondi, in un Paese in cui ogni 2 giorni una donna viene uccisa

Più Popolare

La vicina di ombrellone parla "nordico". Brescia o Bergamo, provincia che lavora. In una spiaggia di romani e campani poco propensi allo schiamazzo – meridionali bene, dirà lei –  si nota. Deve avere poco più di 40 anni, è single, chiacchiera senza sosta e non si bagna mai, se non sotto la doccia per poi spruzzare olio solare sui capelli. È una professionista dell'abbronzatura. Telo da mare con laccetti da fissare ai quattro angoli del lettino, smalto fluo coordinato al bikini, infradito con la zeppa, corpo rinsecchito e tette grosse. 

Advertisement - Continue Reading Below

Alla giovane donna che da mezz'ora l'ascolta con sorriso martire mentre le spiega, con meticolosità dell'Artusi, la ricetta dei cracker fatti in casa gluten free, rivela a un certo punto con aria complice che «Certa gente di giù non è poi male». La maggioranza, certo, è quel che è, siamo pur sempre nell'avamposto del Terzo mondo alfabetizzato,
ma alcuni meridionali «sono proprio perbene ed educati». Come quei cani che non sporcano e non abbaiano, ma restano pur sempre cani. 

Più Popolare

Questa è l'Italia che raccontiamo con aria divertita ritornando a casa. Lasciando correre, senza dargli peso, una frase idiota. Convinti che l'ignoranza e il pregiudizio siano appannaggio di pochi e che basti ignorarli per metterli all'angolo e farli zittire. E invece attecchiscono come la gramigna. Ignoranza e pregiudizio sono alla base di ogni razzismo, geografico, etnico, religioso, culturale, di genere, di censo, di ceto. Sono il porto d'armi non autorizzato degli ottusi, che si credono in diritto di giudicare gli altri in nome di una presunta superiorità. Basata su niente, eppure esibita con sicumera, come se ci fosse un blackout della ragione, un disinnesco dell'umanità. 

Emmanuel, 36 anni, nigeriano, è sopravvissuto al fanatismo barbarico di Boko Haram,  alle violenze degli sciacalli libanesi, alle onde di un mare raramente amico e all'aborto di un figlio che si è spento nello sciabordio dell'utero materno prima ancora di toccare terra. E poi è morto a Fermo, per mano di un ultrà che aveva chiamato la sua donna scimmia. Mentre altri uomini perdevano la vita in altri mondi, Louisiana, Minnesota, dentro altre storie, avendo in comune lo stesso stupido problema, la pelle scura. La stessa di quel presidente nero che fino a oggi ci sembrava garanzia di una conquista fatta, prova vivente di un principio non più rinegoziabile: siamo tutti uguali. 

E mentre i giornali si riempiono d'immagini di afroamericani sul piede di guerra, qualcuno ci informa che in Italia stanno chiudendo i centri antiviolenza. Tante belle parole in difesa delle vittime di abusi – 16.000 ogni anno – e niente quattrini. Dei 16,5 milioni di euro destinati per il 2012-2013 dal Piano nazionale anti-violenza alle Regioni si è visto poco o niente (bloccati dalla burocrazia), mentre gli altri 18 milioni stanziati per il 2015-2016 non sono ancora stati erogati. Nel Paese in cui circa ogni due giorni una donna viene uccisa. Solo perché è femmina. Solo perché è nero. Non c'è differenza.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo