Chelsea Handler: «Ho abortito a 16 anni e non mi sono pentita»

La comica americana, che ora ha 41 anni, lo ha reso pubblico, non per vantarsene ma per ribadire un diritto delle donne: «Ogni tanto qualcuna dice l'indicibile», è il commento di Guia Soncini

Ogni tanto qualcuna dice l'indicibile: non solo ho abortito, ma ne sono pure contenta. L'unico diritto di cui è dovere scusarsi non può essere raccontato senza dirsi straziate dai rimpianti. 

L'ultima è Chelsea Handler, comica americana che ha raccontato di quando,  a 16 anni, restò incinta per sbaglio. Due volte. La prima volta a portarla ad abortire furono i genitori. 

Nell'epoca della facile indignazione, il tono di sollievo è stato considerato così offensivo che Chelsea  ha dovuto spiegare che  la sua storia era una difesa della libertà: mica si stava vantando. 

Advertisement - Continue Reading Below

Abortire senza rimorsi non si può, non se lo si fa  per la carriera (Cristina Yang  in Grey's anatomy), non se non si vuole il terzo figlio (come da racconto autobiografico della giornalista inglese Caitlin Moran). 

Tantomeno ci si può vantare d'essere state abbastanza lucide da non figliare a 16 anni. Zitta, e vergognati. 

More from Gioia!:
Sostiene Monica Lewinski che gli uomini nuovi (come Brad Pitt o il principe Harry) sono finalmente diventati profondi, affascinanti, vulnerabili, e financo femministi: ma siamo sicure sia una vittoria?
Firme
CONDIVIDI
Cara Monica, la lagna è come l'amore: non si divide, si moltiplica
Capisco il sollievo del mal comune, ma non condivido il mezzo gaudio per l'improvvisa familiarità che certi famosi ostentano col crepacuore
Firme
CONDIVIDI
Se la celeb sembra (ma non è) una di noi
La prima fu Diana, l'ultima è Angelina Jolie che, forse per la crisi dei 40, dichiara di piangere nella doccia per non far preoccupare i...
Firme
CONDIVIDI
Vacanze: finalmente si parte!
Solo da noi l'estate viene vissuta con tale enfasi: qui si emigra letteralmente ed è tutto uno stress. Soprattutto al rientro
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, quando i saluti più veri sono quelli tra te e te
Milano si comporta come Roma, quando la lasci non ti saluta, ma devi salutarla tu: quando ero adolescente prendevo il motorino e andavo...
woody-allen-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Tutto quello che Woody Allen non ha mai detto sui gatti
«Preferirebbe stare mezz'ora in un ascensore al buio o una giornata in una suite piena di cani e gatti?». La sua risposta vi sorprenderà
Firme
CONDIVIDI
La parità come la intendono a Hollywood
«Prendere delle modelle, coprirle di lividi e farne delle eroine d'azione, da mostrare nude»: succede a Charlize Theron in Atomica bionda
Firme
CONDIVIDI
L'idea del matrimonio giusto è anacronistica
L'idea di garantirsi sicurezza e prestigio sposando un buon partito è fuori dal tempo e svilente. E fa male alle donne
La vita di Victoria Beckham, e di tutta la famiglia più posh d'Inghilterra, è un po' come la nostra, e somiglia a quello che succede sui social: c'è chi ride, chi piange, e chi non sa quello che dice.
Firme
CONDIVIDI
Cara Victoria, la vita vera non è facile
L'ostinazione delle celebrità a fingersi normali sui social network ha convinto noi normali a comportarci come celebrità
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, 3 posti magici che rendono unica l'estate
Milano non è solo il Duomo o la Pinacoteca di Brera, c'è molto di più: d'altra parte, questa città non si mostra subito, va scoperta pian...
Firme
CONDIVIDI
L'età giusta per il sesso orale (e la crostata)
C'è una prima volta per tutto, come dimostrano le storie di due giovani attrici: Rooney Mara e Sophie Turner