Chelsea Handler: «Ho abortito a 16 anni e non mi sono pentita»

La comica americana, che ora ha 41 anni, lo ha reso pubblico, non per vantarsene ma per ribadire un diritto delle donne: «Ogni tanto qualcuna dice l'indicibile», è il commento di Guia Soncini

Ogni tanto qualcuna dice l'indicibile: non solo ho abortito, ma ne sono pure contenta. L'unico diritto di cui è dovere scusarsi non può essere raccontato senza dirsi straziate dai rimpianti. 

L'ultima è Chelsea Handler, comica americana che ha raccontato di quando,  a 16 anni, restò incinta per sbaglio. Due volte. La prima volta a portarla ad abortire furono i genitori. 

Nell'epoca della facile indignazione, il tono di sollievo è stato considerato così offensivo che Chelsea  ha dovuto spiegare che  la sua storia era una difesa della libertà: mica si stava vantando. 

Advertisement - Continue Reading Below

Abortire senza rimorsi non si può, non se lo si fa  per la carriera (Cristina Yang  in Grey's anatomy), non se non si vuole il terzo figlio (come da racconto autobiografico della giornalista inglese Caitlin Moran). 

Tantomeno ci si può vantare d'essere state abbastanza lucide da non figliare a 16 anni. Zitta, e vergognati. 

Read Next:
Firme
CONDIVIDI
Lasciatemi sognare durante lo shampoo
Messaggio al parrucchiere: se cerchi di vendermi qualcosa mentre tento di rilassarmi, non verrò più nel tuo negozio
Firme
CONDIVIDI
Caro Obama, io ti rimpiangerò per le foto
Mai presidente fu più generoso nel resoconto fotoromanzato del suo mandato, mai nessuno più a prova di selfie senza Photoshop
Firme
CONDIVIDI
Posta di Barbara Alberti: «Ho il cancro: lui se ne va»
Ma poi torna: una storia che potrebbe diventare un libro, ma anche un riflessione su amore e malattia
10 coppie vip protagoniste del gossip 2017
Firme
CONDIVIDI
10 coppie di cui sparlare nel 2017
Chi sale, chi scende, chi non ne può più: quante arriveranno a fine anno?
amore tra professore e studentessa
Firme
CONDIVIDI
«E se avessi un flirt con il mio professore?»
Lui fa strage di cuori, ma si può innamorare per davvero? La scrittrice Barbara Alberti risponde a una studentessa confusa
Milano Zucchero e Catrame, anche io voglio far volare le sedie
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, anche io voglio far volare le sedie
Torno a Milano e non vedo l'ora: porto con me due valigie, una foto di Salvador Dalì e i miei buoni propositi (sempre gli stessi)
tradimento immaginato posta barbara alberti
Firme
CONDIVIDI
«Lui racconta in giro che eravamo amanti»
Forse rivive ciò che ha immaginato, un desiderio segreto, oppure vuole mettere zizzania: la scrittrice Barbara Alberti risponde a una...
Firme
CONDIVIDI
Il mio sonno è raro, non svegliatemi!
Ho cominciato il 2017 nello stesso modo in cui avevo concluso il 2016: fantasticando sul decesso di quelli del quarto piano
Firme
CONDIVIDI
La sinistra ritrovi la strada nel 2017
Quest'anno ci sono le elezioni in molti Paesi europei, Italia compresa, ma i partiti anti Europa sono sempre più forti
Firme
CONDIVIDI
L'anno nuovo è come un sabato di sole
I sabati di sole sono collane di buoni propositi che svaniscono in un soffio, lo stesso capita con l'anno nuovo: per questo conviene non...