Alla scoperta di Israele: 4 itinerari in cerca di sapori, profumi, emozioni (e panorami mozzafiato)

Natura, cibo e benessere: si parte da Tel Aviv e da lì si arriva fino al deserto del Negev, in cerca di relax e buona tavola

Più Popolare

Dopo la movida - la novità del momento - e i luoghi Santi - il classico tour - ritagliatevi un Israele un po' fuori schema dove sperimentare relax, buona tavola e buon vino, natura incontaminata in 4 regioni del Paese: Tiberiade e il suo lago (nella foto d'apertura), la bassa Galilea, fuori le mura di Gerusalemme e il Negev, il deserto di pietra e sabbia a Sud del Paese. Luoghi raggiungibili con auto o mezzi pubblici che potete visitare tutti insieme se avete tempo (10 giorni almeno) o uno per volta. Ognuno è un'esperienza a sé.

Advertisement - Continue Reading Below

1. Un ritaglio di Scozia a Tiberiade

A Tiberiade da The Scot's hotel si vedono il lago e le alture del Golan che diventano rosa al tramonto. Il complesso, fondato nel 1885 da David Watt Torrance, 23enne medico chirurgo scozzese, e gestito dalla Chiesa di Scozia che voleva portare il cristianesimo in Israele e ospitava i pellegrini in visita ai luoghi santi, è diventato un ospedale per donne bambini nel 1921, oggi è una piccola cittadella rossa e grigia con la vecchia chiesa, la torre che si affaccia sul lago, immersi in un giardino lussureggiante con piante che il giovane medico aveva fatto arrivare da tutto il mondo. In questi edifici sono sparse le 69 stanze doppie dell'hotel e 19 suite nella villa che era la casa di Torrance. Immutato lo spirito scozzese degli addetti alla reception che vi accolgono con un bicchiere di sidro caldo. Da visitare e provare la Lakeview wellness centre & Spa situata in una delle residenze ottocentesche del complesso con vista sulla piscina e sul lago. Tiberiade è il punto ideale per esplorare il Nord di Israele.

Più Popolare

Distanza da Tel Aviv: 107 km, 1ora e 15 minuti.

Costo medio di una notte in alta stagione: 400 euro camera doppia con colazione

La città di Tiberiade e il lago, sullo sfondo le alture del Golan.

2. Un giorno nel bosco in Bassa Galilea

È un po' fuorimano, ma questo è il suo bello, il Mizpe Hayamim a Rosh Pina, in Bassa Galilea. Definirlo un hotel è riduttivo, è un'azienda agricola biologica che esporta prodotti freschi in tutto il mondo, ha allevamenti di bestiame interni, vigneti e cantine per la vinificazione, un forno per il pane e i dolci, un ristorante vegetariano, e uno gourmet, il Muscat, non poteva mancare una Spa, immersa nel bosco, in cui si possono provare rituali ayurvedici, fare passeggiate, sedute di yoga, trattamenti di Reiki, vicino al ristorante Muscat un negozio di saponi (prodotti in casa), gli stessi che trovate nelle stanze nel kit cortesia, corposo, e alimentari, rigorosamente bio. Anche se non ci si ferma in hotel, potete fare un tour completo dei poderi (sono in programma, si aspetta il turno), fare uno snack vegetariano e comprare. O anche solo prenotare un massaggio alla Spa per 40 minuti di completo relax.

Advertisement - Continue Reading Below

Distanza da Tel Aviv: 153 km, Autostrada 2, 1 ora e 15 minuti

Costo medio di una doppia in alta stagione: 350 euro

3. Gerusalemme al vino

Per una pausa relax dopo la visita alla città santa, si può andare all'hotel Cramim sulle colline di Gerusalemme, ci vogliono 15 minuti autobus dal centro e ci si va per sperimentare la vinoterpia nella Spa che usa grappoli, vinaccioli, e vino dei vigneti che si ammirano dal belvedere dell'albergo. La Spa offre 30 tipi di trattamento eseguiti da 40 operatori, un hammam e massaggi per mamme in attesa (dalla 14° settimana). L'intero hotel è costruito sul cocuzzolo di una collina e sposa il concetto di relax assoluto, la musica ambient avvolge tutto il complesso come la fragranza aromaterapica studiata apposta per gli ambienti comuni. Alla fine ci si sente felici anche solo visitandolo. Quando si è rilassati al punto giusto, si può partecipare ai corsi giornalieri di assaggio vini con sommelier ed esperti, la cantina offre l'80 per cento di vini israeliani e il 20 per cento stranieri. L'Imperial bar Red è al 17° posto nella classifica dei migliori cocktail al mondo.

Distanza da Tel Aviv: 66 km , passando per Strada 1, 45 min

Costo medio di una doppia in alta stagione: 210 euro

Gerusalemme vista dalla città vecchia, sullo sfondo le colline.

4. Dentro al cratere nel Negev

Se arrivate a Sud nel deserto del Negev, non perdetevi una visita all'hotel Beresheet, sull'orlo del Ramon Crater, una depressione non vulcanica, che non ha paragoni in Israele, sembra di stare seduti sulla cima del Gran Canyon. Ma la cosa più bella è sedersi sulla terrazza e prendere l'aperitivo con gli stambecchi che saltano dalle rocce e mettono il muso sulle pareti di vetro in cerca di patatine, altrimenti ve li ritrovate sulla sdraio.

Stambecchi al Ramon crater, deserto del Negev.

L'hotel si espande in un'area di 50.000 metri quadri, oltre al corpo centrale ci sono cottage e ville singole , tutte a un piano, massimo due, in pietra grigia e ocra per confondersi nel paesaggio. E se poi volete andate alla Spa o nella piscina riscaldata (alla sera fa freddo), visitate la valle a cavallo o in mountain bike, tanto ovunque vi giriate vi sembrerà di essere in un altro mondo. Ma non dimenticate l'esperienza con gli stambecchi.

Distanza da Tel Aviv: 195 km a Mitzpeh Ramon, 3 ore di auto

Costo medio di una doppia in alta stagione: 320 euro

Ramon crater, deserto del Negev.

(Per informazioni, pacchetti e tour individuali: www.easyisrael.it)

More from Gioia!:
Viaggi
CONDIVIDI
Musei gratuiti a Venezia per San Valentino 2018? Quale occasione migliore per una perfetta fuga romantica
Alla ricerca dello Spritz perfetto, con il naso all'insù!
Viaggi
CONDIVIDI
People from Ibiza da agosto a gennaio: come innamorarsi follemente della Isla in tre giorni
Mini guida (intensissima) su cosa vedere in tre giorni di vacanza sulla Isla: dalle spiagge pazzesche alla vita notturna, passando per il...
Viaggi
CONDIVIDI
Il Castello di Chambord in Francia è una meraviglia vera: dov'è e perché andarci è un'esperienza unica
Una visita al Castello di Chambord nella Loira, in Francia, costruito a metà del XVI secolo sotto l'influenza del genio italiano Leonardo...
Viaggi
CONDIVIDI
Settimana bianca in rifugio tra neve, sci e relax: le offerte migliori del 2018
Settimana bianca? Sì, ma che non sia solo sci: dalle spa ad alta quota ai rifugi di charme fino agli igloo e alle case sull'albero
Viaggi
CONDIVIDI
Il Carnevale di Santhià è colossale: un intero paese in festa e street food a volontà
Ogni anno si rinnova il rituale dei carri e della Colossale Fagiuolata in piazza, con 150 paioli di rame a cuocere sulla legna, mentre la...
Il Carnevale di Sciacca è uno dei più popolari in Sicilia
Viaggi
CONDIVIDI
Il Carnevale di Sciacca in Sicilia è uno spettacolo imperdibile che in pochi conoscono
Le sfilate dei carri sono tra le più originali della Sicilia: grande la partecipazione del pubblico, tanto che si replica anche d'estate
washington-cosa-vedere
Viaggi
CONDIVIDI
Washington anti Trump, una città in movimento da visitare assolutamente
Un anno fa Donald Trump si insediava al Campidoglio: da allora il movimento di protesta ha dato fermento intellettuale e creativo alla...
Mostre più belle inizio 2018
Viaggi
CONDIVIDI
3 mostre fuori dalle solite mete che valgono il viaggio
Gli appuntamenti d'arte da non perdere non sono solo nelle grandi città: approfittane per prenderti un giorno o un weekend libero
Viaggi
CONDIVIDI
10 laghi italiani straordinari da visitare in giornata per dire "ci sono stato e ci tornerò"
Da Nord a Sud, da Est a Ovest, 10 tappe imperdibili da visitare almeno una volta nella vita
Viaggi
CONDIVIDI
Il lato migliore di Amsterdam: i canali e le house boat e il resto è pura noia
A spasso tra i canali e i ponti di una città che non è mai troppo turistica