Zurigo: cosa vedere nella città dei dadaisti

Non solo banche, finanza e cioccolato: la località svizzera quest'anno ospita due megaeventi: i festeggiamenti per i 100 anni della nascita del Dadaismo, movimento letterario e artistico d'avanguardia, e la Biennale internazionale d'arte contemporanea

Per tutto l'anno, Zurigo sarà l'epicentro creativo di tutta l'Europa. Fino alla fine del 2016, infatti, la città si trasforma nella capitale mondiale dell'arte. Merito dei suoi 50 musei e 100 gallerie permanenti, ma soprattutto dei due mega eventi che catalizzano nuova verve creativa: la Biennale internazionale d'arte contemporanea Manifesta (11 giugno-18 settembre) e l'anniversario della nascita del movimento Dadaista.

Advertisement - Continue Reading Below

I musei più importanti di Zurigo

Gli eventi in calendario sono moltissimi e investono tutte le principali istituzioni, dalla Kunsthaus Zürich al Museo nazionale svizzero, al museo Rietberg che si sviluppa all'interno di tre ville dell'Ottocento fra gli alberi di un parco romanticissimo. Ma l'ondata di energia esplode anche nelle strade, nelle piazze, nelle stazioni ferroviarie (ce ne sono addirittura 13), perfino nelle chiese. Per esempio, quella di Fraumünster, nella città vecchia, che vanta cinque strepitose vetrate in technicolor realizzate dal pittore Marc Chagall.

Advertisement - Continue Reading Below

I caffè di Zurigo

In centro, nell'atmosfera poetica dei palazzi color pastello che si specchiano nel fiume Limmat, ci sono ancora i caffè dove si incontravano gli esponenti del Dadaismo. Il tour del revival è intrigante, mixa delicatessen e mostre d'arte, a partire dal Cabaret Voltaire sulla Spiegelgasse 1, dove il movimento è nato ufficialmente il 5 febbraio 1916. Poi ci sono il Café Odeon, bello come i caffè viennesi, un tempo frequentato dai dadaisti e dal geniale fisico Albert Einstein, e il Café de la Terrasse, proprio di fronte.

Advertisement - Continue Reading Below

Gli indirizzi gourmand di Zurigo

La Zunfthaus zur Waag, dove si è svolta la prima serata Dada, oggi è un indirizzo gourmand dal décor elegantissimo e dalla cucina creativa. Piatto consigliato: il delizioso spezzatino di vitello alla panna, così tenero da sciogliersi in bocca. Arte e gastronomia s'incontrano anche al Kronenhalle, un locale storico talmente pieno di quadri da sembrare un museo, con un'intera sala dedicata a Chagall.

Advertisement - Continue Reading Below

Zuriche West e Kreis 2, gli ex quartieri industriali

Proprio accanto al Kronenhalle sfrecciano i tram che, oltre a essere il mezzo di trasporto preferito degli zurighesi, banchieri compresi, ti portano alla scoperta di Zurich West e Kreis 2, due quartieri periferici eletti a simbolo di rinascita, con le vecchie fabbriche di birra convertite in catalizzatori di tendenze.

Advertisement - Continue Reading Below

Gli indirizzi imperdibili a Zurigo

Il museo Migros, la Kunsthalle, all'interno dell'ex birrificio Löwenbräu e il centro wellness del Thermalbad: il posto perfetto per rilassarsi fra saune, piscine sul tetto e stravaganti idromassaggi nelle botti della birra. Suona come folcloristico, invece è un luogo di magica eleganza.

Advertisement - Continue Reading Below

Fashion in Switzerland: lo shopping a Zurigo

Le mete cult dello shopping sono gli atelier dei creativi elvetici, come la fashion designer Ida Gut: i suoi capi prêt-à-porter, fatti con tessuti ricercati, sono cuciti e venduti in uno showroom ricavato all'interno di un'ex fabbrica. Le scarpe di tendenza di Lele Pyp le trovate in due negozi diversi sulle rive opposte del fiume Limmat, mentre per le iconiche borse Freitag, fatte con i copertoni, l'indirizzo è uno solo: la torre upcycled di 17 container sovrapposti a Zurich West.

More from Gioia!:
Viaggi
CONDIVIDI
Musei gratuiti a Venezia per San Valentino 2018? Quale occasione migliore per una perfetta fuga romantica
Alla ricerca dello Spritz perfetto, con il naso all'insù!
Viaggi
CONDIVIDI
People from Ibiza da agosto a gennaio: come innamorarsi follemente della Isla in tre giorni
Mini guida (intensissima) su cosa vedere in tre giorni di vacanza sulla Isla: dalle spiagge pazzesche alla vita notturna, passando per il...
Viaggi
CONDIVIDI
Il Castello di Chambord in Francia è una meraviglia vera: dov'è e perché andarci è un'esperienza unica
Una visita al Castello di Chambord nella Loira, in Francia, costruito a metà del XVI secolo sotto l'influenza del genio italiano Leonardo...
Viaggi
CONDIVIDI
Settimana bianca in rifugio tra neve, sci e relax: le offerte migliori del 2018
Settimana bianca? Sì, ma che non sia solo sci: dalle spa ad alta quota ai rifugi di charme fino agli igloo e alle case sull'albero
Viaggi
CONDIVIDI
Il Carnevale di Santhià è colossale: un intero paese in festa e street food a volontà
Ogni anno si rinnova il rituale dei carri e della Colossale Fagiuolata in piazza, con 150 paioli di rame a cuocere sulla legna, mentre la...
Il Carnevale di Sciacca è uno dei più popolari in Sicilia
Viaggi
CONDIVIDI
Il Carnevale di Sciacca in Sicilia è uno spettacolo imperdibile che in pochi conoscono
Le sfilate dei carri sono tra le più originali della Sicilia: grande la partecipazione del pubblico, tanto che si replica anche d'estate
washington-cosa-vedere
Viaggi
CONDIVIDI
Washington anti Trump, una città in movimento da visitare assolutamente
Un anno fa Donald Trump si insediava al Campidoglio: da allora il movimento di protesta ha dato fermento intellettuale e creativo alla...
Mostre più belle inizio 2018
Viaggi
CONDIVIDI
3 mostre fuori dalle solite mete che valgono il viaggio
Gli appuntamenti d'arte da non perdere non sono solo nelle grandi città: approfittane per prenderti un giorno o un weekend libero
Viaggi
CONDIVIDI
10 laghi italiani straordinari da visitare in giornata per dire "ci sono stato e ci tornerò"
Da Nord a Sud, da Est a Ovest, 10 tappe imperdibili da visitare almeno una volta nella vita
Viaggi
CONDIVIDI
Il lato migliore di Amsterdam: i canali e le house boat e il resto è pura noia
A spasso tra i canali e i ponti di una città che non è mai troppo turistica